MANTOVA, PALAZZO D’ARCO – SCRAPS ORCHESTRA CANZONI D’AUTORE TRA VITA, MORTE E MIRACOLI

SCRAPS ORCHESTRA.jpg

Causa maltempo,  il concerto è stato rinviato a lunedì 9 luglio alle ore 21,30.

Martedì  3 luglio alle ore 21,30 la rassegna estiva “Sere d’estate a Palazzo D’Arco” organizzata dall’Accademia Teatrale Campogalliani con il sostegno e il patrocinio del Comune di Mantova e della Fondazione D’Arco vedrà come protagonista la musica e le canzoni d’autore con la Scraps Orchestra.

La  band mantovana che dal 1992 ha riscosso sempre rinnovati successi in tutto il territorio nazionale  è composta da Stefano Boccafoglia, (voce / piano / organetti / fisa / percussioni), Giorgio Signoretti (chitarre/mandolino/benjo), Pietro Benucci (batteria / reperti solidi urbani/percussioni), Roberta Visentini (clarinetto/sassofono), Marco Cocconi (contrabbasso/basso elettronico) e Marco Remondini (violoncello/sassofoni).

La Scraps Orchestra si propone di condurre lo spettatore in un viaggio attraverso le parole e la musica, frequentando le varie epoche della nostra recente storia dal punto di vista dei meno sovraesposti: i meno fortunati, i meno protagonisti, quelli più nell’ombra.

Nascono nel 1992 le prime canzoni, quasi un embrione del progetto che, a tutt’oggi, è in continuo divenire. Le esperienze iniziali si concretizzano nel 1997 in un CD autoprodotto dal titolo “Naviga l’ego”, che delinea in modo netto il terreno all’interno del quale questa formazione ama muoversi sull’onda di questo lavoro, arriva nel 1999 la partecipazione, con conseguente vittoria, al Premio Città di Recanati della canzone d’autore con il brano “Autovelox (cose che capitano)”.

A seguito di questo importante appuntamento, nasce un nuovo prodotto, un nuovo CD, “Organi in movimento”, che si snoda su un progetto comune sul “disagio”.

Un brano di questo lavoro, “Rosso di sera” viene selezionato dalla redazione della trasmissione radiofonica di RAI Radio 2 CATERPILLAR ed entra a far della compilation omonima che annualmente viene prodotta. Nel 2000, la Scraps partecipa alla suddetta trasmissione e ottiene un’ ulteriore conferma quando i componenti del Club Tenco ritengono la Scraps meritoria di partecipare al Premio Tenco 2000. Del 2003 è la nuova “fatica” discografica: “Il Diavolo di Mezzogiorno”. Presentato in anteprima al Festival della Letteratura di Mantova, edito da “I CD del Manifesto”, si avvale dei contributi di Lella Costa, Dario Fo, Alda Merini e Franco Rotelli. L’intero utile delle vendite del CD è destinato alla “Coop. C.H.V.” di Suzzara (Mantova) per la costruzione e la gestione di una CasAlloggio per persone disabili senza famiglia o che attraversano situazioni di grave emergenza e a “Emergency” per finanziare il Centro Chirurgico di Karbala. Nel 2004, 2005 e 2006 La Scraps Orchestra partecipa al I°,2° e 3° MANTOVA MUSICA FESTIVAL, il “controfestival” della canzone d’autore. Nel 2006 la Scraps è in tour con Nando Dalla Chiesa nella presentazione del suo ultimo libro “Le ribelli” ed è del 2007 l’uscita del nuovo CD ”Nero di seppia” sempre edito dal Manifesto con una prefazione scritta di Nando Dalla Chiesa e con la partecipazione di Paolo Fresu e Fausto Mesolella (Avion Travel), i cui ricavati andranno interamente devoluti alla Cooperativa C.H.V. di Suzzara (mn) per la costruzione e la gestione di una CasAlloggio per persone disabili senza famiglia.

Sempre nel 2007 partecipa al prestigioso Time Jazz a Berchidda e compone le colonne sonore per il film/documentario sulla Marcia della Pace Perugia-Assisi e per il documentario “Sulle tracce di Ilaria e Miran” sulla vicenda di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, prodotto dal Premio Ilaria Alpi.

Dal 2008 ad oggi partecipa a tutte le edizioni del Festival Letteratura di Mantova con performances in compagnia di Lella Costa nella Casa Circondariale di Mantova con il concerto/poesia “TERRA, emigranti si nasce” e con “Femminile singolare” e accompagnando il giornalista/scrittore Stefano Scansani, sulla rilettura di percorsi diversi intorno alla città. Nel 2009, in occasione del quarantesimo anniversario della strage di Piazza Fontana, partecipano allo spettacolo teatrale “12.12.69, la bomba”, realizzato in collaborazione con TV Days, presso il Piccolo Teatro di Milano, con Laura Marinoni, Marco Balbi e la Compagnia degli Evasi.

Negli ultimi due anni si avvale “live” delle partecipazioni straordinarie di Paolo Fresu, Fausto Mesolella e Gianluca Petrella.

I posti non sono numerati  e i biglietti verranno messi in vendita la sera dello spettacolo a partire dalle ore 20.

In caso di pioggia, lo spettacolo sarà rimandato alla sera successiva.

(info: www.teatro-campogalliani.it)

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.