“MADONNA DESNUDA” l’opera dell’artista GIO Manzoni è la copertina della Compilation ROCK TARGATO ITALIA 2018

madonna desnuda.jpgGiovanni Manzoni è l’autore dell’opera“Madonna Desnuda a cui è dedicata la copertina della Compilation Rock Targato Italia 2018, “1958-2018 Sessant’anni di rock italiano”. Peculiarità della compilation è che ogni anno per la copertina, viene dato spazio a un artista contemporaneo. Per la XXXI edizione di Rock Targato Italia, è stato appunto scelto Giovanni Manzoni con la sua “Madonna Desnuda.

 La composizione colorata e dinamica dell’opera mette in luce il lato più espressivo dell’artista. Ciò si ripropone in molti dei suoi lavori, arrivando in maniera diretta e immediata all’osservatore che ne uscirà così suggestionato.

Tema spesso trattato da Manzoni è la religione che si fonde alla rappresentazione dell’anatomia femminile con una tecnica che mescola disegno e dripping con caffè. Se da un lato la religione gli permette di utilizzare simboli e iconografie per parlare dell’influenza culturale sulle coscienze moderne, dall’altro attraverso le anatomie reali e ideali può raffigurare i suoi eroi o celebrare la bellezza della vita e dei rapporti.

Giovanni Manzoni crede nel disegno come rappresentazione del pensiero, il primo gesto di ogni espressione artistica: il più congeniale perché diretto e immediatamente comprensibile e allo stesso tempo personale e unico come la grafia, la traccia del proprio passaggio.

Si ispira soprattutto ai grandi maestri cinquecenteschi, ma anche al muralismo messicano, per via delle sue origini, boliviane, e per l’idea di “avvolgere” lo spettatore.

Mi piace pensare che oltre ai riferimenti per me espliciti e fonte di ispirazione senza fine, al Cinquecento Italiano, soprattutto Michelangelo, e ai riferimenti alla tecnica del dripping di Pollock, nel mio lavoro ci sia anche un po’ di Street Art

GIOVANNI MANZONI è nato a Cochabamba, Bolivia nel 1979, cresciutoin Italia dove arriva all’età di un anno e mezzo. Si diploma al Liceo Artistico di Bergamo e poi studia pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera dove esce con il massimo dei voti.

Quando scopre Orozco e Rivera sogna di avere a disposizione, come loro, grandi muri. Poi nasce l’idea dell’utilizzo del caffè, quello che poco prima era cibo diventa non più scarto ma si “rigenera” come materia utile e necessaria nella colorazione. Conferisce corpo al disegno, lo armonizza e dona intensità al volume. Il tè o il caffè diventano componente insostituibile per un dipinto.

Lavora in Italia e all’estero per gallerie, aziende, privati e partner istituzionali. Ha esposto alla Biennale d’Arte di Venezia nel 2011. Tra i suoi mecenati: BerlucchiBrazzaleZucchiUnicredit. L’anno scorso ha collaborato con il mercante d’arte Sung An Yang in Corea del Sud e nell’isola di Jeju. Ultimamente è stato chiamato a realizzare un progetto importante di street art e riqualificazione urbana con il Consolato generale di Bolivia a Milano, nella città di Bergamo.

GMP Art è il suo team di lavoro con la curatrice Michela Ongaretti e la fotografa Sofia Obracaj.

La compilation sarà disponibile in tutti i webstore a partire dal 21 dicembre e conterrà diciassette brani, da artisti che hanno segnato la storia della musica italiana ad altri che si affacciano oggi nel panorama musicale: Adriano Celentano, Enzo Jannacci, Tony Dallara, I Campioni, Luigi Tenco, Franco Battiato, Jack AnselmiDaniele ChiarellaInside The HoleLo Stato Delle CoseMassimo Francescon BandNOTOrganico RidottoRolling CarpetsVXABlankAndrea Devis.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.