MILANO – FRANCO MUSSIDA ALLA MONDADORI MEGASTORE DI PIAZZA DUOMO PRESENTA IL SUO LIBRO “IL PIANETA DELLA MUSICA”

Mussida - Il pianeta della Musica cover_b«La Musica e la persona sono una sola cosa, l’una abita l’altra e viceversa. Eppure, nonostante si amino alla follia, in fondo in fondo si conoscono davvero poco. Si usano da sempre, sono come una coppia che vive insieme per abitudine ormai da millenni, ma che oggi mostra segni di crisi».

Franco Mussida è stato il fondatore della Premiata Forneria Marconi (PFM), nonché fondatore e Presidente del CPM Music Institute. Ideatore del progetto nelle carceri CO2 (Contenere Odio). IL PIANETA DELLA MUSICA (Salani Editore) è un libro per ascoltatori e musicisti, appassionati di qualsiasi genere e forma musicale, perché sentire musica aiuta a cambiarci intimamente e, di conseguenza, a cambiare il mondo, sarà presentato giovedì 11 aprile alle 18.30 alla Mondadori Megastore di Piazza Duomo 1 a Milano. A dialogare con l’autore ci saranno Maria Rita Parsi ed Emanuela Rosa-Clot.

Questo libro, a suo modo rivoluzionario, è dedicato agli ascoltatori di ogni genere di Musica. Scritto da uno dei figli nobili della generazione degli anni ’70, conosciuto come artista e sperimentatore, spiega il rapporto tra Musica ed emozioni, e come mai una stessa Musica è amata da alcuni e detestata da altri. Propone un modo diverso di ascoltarla e motiva le ragioni dell’attuale crisi tra generazioni. Ma soprattutto la rilancia come “sistema operativo” per la comunicazione affettiva, un sistema tanto potente da promuovere una nuova forma di ecologia sociale: l’Ecologia dei sentimenti.

Perché la Musica non è una magia a caso: è un mezzo universale per la comunicazione degli affetti.

Franco Mussida_Foto di Omar Cantoro

FRANCO MUSSIDA nasce a Milano nel 1947. È musicista e compositore, membro fondatore della Premiata Forneria Marconi. Ha firmato molti dei loro più grandi successi tra cui Impressioni di settembre e diretto produzioni live come De André-PFM. È fondatore e Presidente del CPM Music Institute di Milano, un modello per la formazione musicale nel nostro paese. È ricercatore nell’ambito della Musica nel suo rapporto con il mondo emotivo. Ha ideato il Progetto CO2, attualmente in essere presso molte carceri italiane, mettendo a disposizione dei detenuti un nuovo metodo per l’ascolto emotivo consapevole della Musica. Il suo impegno più recente, oltre a quello concertistico, è quello di mostrare le forze del codice musicale attraverso installazioni e opere visive in ambito artistico contemporaneo.

GB

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.