CCIAA MANTOVA: LA CONGIUNTURA MANIFATTURIERA NEL PRIMO TRIMESTRE 2019 IN CRESCITA DEL +2,7%

I risultati dell’indagine secondo l’analisi della congiuntura manifatturiera relativa al primo trimestre del 2019, effettuata dal Servizio Informazione e Promozione Economica della Camera di Commercio di Mantova insieme a Confindustria Mantova, complessivamente, la produzione industriale da gennaio a marzo 2019 vede una crescita del +2,7% rispetto allo stesso periodo del 2018.

tabella 1.JPGAnche gli ordini esteri e gli ordini interni mostrano risultati positivi, mentre il fatturato si colloca in territorio negativo. Per quanto concerne le aspettative per il secondo trimestre del 2019, gli imprenditori mantovani sembrano maggiormente ottimisti, sul fronte della domanda estera, del fatturato e della produzione; positivi, seppur in misura minore, anche occupazione e domanda interna

L’artigianato vede una variazione della produzione annua pari -4,7%, così come calano gli ordini esteri e, soprattutto, il fatturato e gli ordini interniIl comparto della grande distribuzione mostra una contrazione per quanto riguarda la voce degli ordinativi, con una variazione positiva relativa al volume di affari. In ripresa anche il volume d’affari di inizio 2019 relativo al settore dei servizi e dell’edilizia.

Entrando nel dettaglio, emerge una leggera ripresa nei dati congiunturali della produzione industriale, pari al +0,7% rispetto al trimestre precedente. In Lombardia, l’anno si conclude con una variazione positiva del +0,4%.

Nella provincia di Mantova, risultano con segno più gli ordini esteri (+0,5%) e gli ordini interni (+0,3%), mentre emerge una leggera contrazione per il fatturato (-0,2%). La situazione a livello lombardo evidenzia un calo per tutti gli indicatori: ordini interni (-1,5%), ordini esteri (-0,7%) e fatturato (-0,4%).

tabella 2.JPGConsiderando le variazioni tendenziali della produzione, la provincia di Mantova vede una crescita del +2,7%, superiore rispetto al dato della Lombardia, pari al +0,9%. Nel confronto con le altre province lombarde, Mantova si colloca ai vertici della classifica, preceduta solo da Lecco, mentre in fondo, con segno negativo, troviamo Como, Varese e Brescia.

Sempre tenendo presente le variazioni tendenziali, mostrano risultati positivi gli ordini esteri (+2%) e gli ordini interni (+1,2%), mentre il fatturato totale evidenzia una contrazione (-0,7%).

Nel dettaglio delle attività economiche, relativamente alla media lombarda, a inizio 2019 la dinamica della produzione risulta essere piuttosto varia. I minerali non metalliferi vedono la performance migliore con un +8,3%; seguono, a distanza, la chimica (+2,4%), la meccanica (+1,8%) e gli alimentari (+1,2%). Segno più, ma con variazioni inferiori alla media, si hanno per le pelli-calzature (+0,8%), la siderurgia (+0,2%) e la carta-stampa (+0,2%). I restanti comparti si collocano in territorio negativo: mezzi di trasporto (-3,2%), tessile (-2,9%), abbigliamento (-1,7%), gomma-plastica (-0,3%) e legno-mobilio (-0,1%).

tabella 3.JPGGli altri indicatori congiunturali relativi alla provincia virgiliana restituiscono i seguenti valori: la quota di fatturato estero risulta in calo, passando dal 39,4% di fine 2018 al 36%, così come diminuiscono le giornate assicurate dal portafoglio ordini, che passano dai 67 giorni dello scorso anno ai 60 giorni dei primi mesi del 2019. Si contrae anche il tasso di utilizzo degli impianti (dal 78,2% al 76,6%), mentre aumentano i prezzi delle materie prime (+0,3%) e quelli dei prodotti finiti (+0,6%), così come le scorte dei prodotti finiti (+4,2%) e la giacenza di materiali (+10,5%).

Per quanto concerne le aspettative per il secondo trimestre del 2019, gli imprenditori mantovani sembrano ottimisti: prevale un sentiment positivo riferito alla domanda estera, al fatturato, alla produzione e, anche se in misura minore, all’occupazione e alla domanda interna; stesso clima si registra a livello lombardo, dove però le aspettative sulla domanda interna si collocano in territorio negativo.

tabella 4.JPGNel primo trimestre 2019 risulta complessivamente in rallentamento il comparto artigianale, con la produzione mantovana che registra un calo tendenziale del -4,7%, valore che risulta inferiore rispetto a quello lombardo, pari al -0,3%. Nel confronto con le altre province lombarde, Mantova occupa la penultima posizione, seguita solo da Lodi, mentre ai vertici della classifica troviamo Bergamo, Pavia e Sondrio.

Gli ordini esteri e gli ordini interni vedono in questo trimestre un calo tendenziale, pari rispettivamente al -0,4% e al -6%; si contrae anche il fatturato, segnando un -5,8% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Considerando il comparto della grande distribuzione, la variazione tendenziale relativa al volume di affari risulta in aumento (+1,2%), mentre in Lombardia si evidenzia un andamento negativo (-1%). Entrando nel dettaglio, il comparto del non alimentare e quello del commercio non specializzato vedono una variazione pari rispettivamente al +1,8% e al +1,2%, mentre il commercio alimentare vede un calo del -2%.

tabella 5.JPGPer quanto riguarda gli ordinativi, emerge un calo del -10,7% per la provincia di Mantova e del -13,6% per la Lombardia. Pesano soprattutto gli esercizi alimentari e quelli del commercio non specializzato con una variazione rispettivamente del -30% e del -21,4% rispetto allo stesso periodo del 2018; gli esercizi non alimentari, al contrario, vedono una sostanziale stabilità.

Il settore dei servizi, dal punto di vista del volume d’affari, mostra un -1,4% rispetto al trimestre precedente per la provincia di Mantova e un -2,4% per la Lombardia; rispetto allo stesso periodo del 2018 si evidenzia, invece, una ripresa pari al +4,6% per il territorio virgiliano e al +1,9% per il territorio lombardo. Entrando nel dettaglio, rispetto al primo trimestre 2018, l’unico comparto che registra una variazione negativa è quello del commercio all’ingrosso (-3,1%); per tutti gli altri settori emerge una generale ripresa, con i risultati migliori per i servizi alle imprese (+6,5%), per gli alberghi e ristoranti (+6%) e per i servizi alle persone (+3,9%).

Il comparto dell’edilizia mostra una performance positiva rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con una ripresa del volume d’affari pari al +7,4%; anche rispetto al trimestre precedente si evidenzia un aumento del +0,8%. La Lombardia mostra un +5,7% a livello tendenziale, ma un -7,6% a livello congiunturale.

Carlo Zanetti

Secondo il Presidente della Camera di Commercio di Mantova, Carlo Zanetti, “il primo trimestre del 2019 si mantiene in territorio positivo, ma con risultati non brillanti, sia dal punto di vista congiunturale sia tendenziale, come già visto negli ultimi mesi del 2018, soprattutto considerando il volume d’affari. Questo quadro di insieme viene allo stesso tempo confermato e peggiorato dall’artigianato. Le aspettative degli imprenditori, comunque, si mantengono ancora positive e questo è un buon segnale, soprattutto pensando alla voce degli investimenti”.

La voce della domanda estera si mantiene positiva, – prosegue Zanetti – ma continua nel suo rallentamento, a causa non solo del ciclo del commercio internazionale, ma anche delle vicende economiche che riguardano la Germania; fino ad ora la domanda estera è stata il motore della crescita a livello mantovano e lombardo e, quindi, il suo andamento, pone alcune incertezze sui risultati dei prossimi mesi. A livello globale, la fase di rallentamento dell’economia mondiale, iniziata nel 2018, prosegue anche nei primi mesi del 2019 con un effetto di trascinamento; complessivamente è prevista una crescita del Pil e del commercio internazionale più contenuta. Si ipotizza una nuova accelerazione nel corso d’anno, ma rimane un clima di forte incertezza, soprattutto legata agli eventi politici”.

L’Italia, tra i paesi dell’Europa occidentale, risulta l’area con il tasso di sviluppo tra i più bassi, positivo solo di qualche decimale. La frenata già iniziata negli ultimi mesi dello scorso anno lascia un’eredità negativa per il 2019, per il quale le previsioni di crescita del Pil risultano ancora poco significative e per il quale è quindi necessario intraprendere importanti misure economiche”. Conclude il presidente Zanetti.

Fonte dei dati: Elaborazione Servizio Informazione e Promozione Economica su dati Unioncamere Lombardia

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.