Il CPM Music Institute di Franco Mussida si conferma educational partner di AREA SANREMO 2019

Dopo il successo dell’edizione del 2018, anche quest’anno il CPM Music Institute, scuola diretta e fondata da Franco Mussidasi conferma Educational Partner di Area Sanremo 2019, organizzando i corsi di formazione che prenderanno il via venerdì 18 ottobre al Palafiori di Sanremo (IM). Le lezioni si svolgeranno da venerdì 18 a sabato 19 ottobre e da venerdì 25 a sabato 26 ottobre.

CPM_foto di Omar CantoroCome per la precedente edizione, la formazione dedicata ai partecipanti al concorso e curata dal Presidente Franco Mussidai docenti e lo staff del CPM, verterà sugli aspetti più importanti del cantare, del fare canzoni e dello stare sul palco. Con l’ausilio degli insegnanti CPM infatti si affronteranno argomenti legati alla tecnica vocale, alla scrittura testuale, alla creatività e all’espressività della presenza scenica.

La formazione, dopo una speciale profilazione dei partecipanti che verranno suddivisi in gruppi in base a competenze e abilità, avverrà tramite 20 laboratori e 1 seminario (a sessione). A fine corso ognuno di loro riceverà un attestato di partecipazione.

MUSSIDA

«Il CPM Music Institute di Milano, una struttura di formazione riconosciuta come modello di riferimento per tutto l’ambiente musicale, dal quale sono passati artisti di successo come Mahmood e Renzo Rubino, anche quest’anno metterà a disposizione di Area Sanremo le sue competenze didattiche – spiega Franco Mussida, fondatore del CPM – con un programma di 20 laboratori, divisi per livelli di conoscenza e abilità, e 1 seminario. I giovani partecipanti potranno incrementare il loro bagaglio di esperienze con nuovi stimoli creativi, conoscenze tecniche, visioni diverse di un mestiere tutto da scoprire. Sette prestigiosi insegnanti forniranno la propria esperienza con passione e dedizione, lavorando e dialogando con i partecipanti».  

La presenza del CPM come Educational Partner è stata fortemente voluta e rinnovata dal direttore artistico di Area Sanremo 2019, Massimo Cotto.

Per partecipare ai corsi di formazione è necessario compilare il questionario disponibile al seguente link: http://areasanremo.cpm.it/.

Oltre a Franco MussidaMassimo Cotto (giornalista, autore, scrittore, conduttore radiofonico e televisivo, e Direttore Artistico di Area Sanremo 2019) e Vincenzo “Cinaski” Costantino (poeta che collabora con Vinicio Capossela, Folco Orselli, Mell Morcone, Paolo Rossi, Francesco Arcuri), i corsi saranno tenuti anche da alcuni docenti CPM tra cui: Tommaso Ferrarese (vocal coach professionista, tra gli altri di Max Pezzali, al CPM è Responsabile del Dipartimento di Canto), Fabio Ingrosso (cantante, attore e speaker radiofonico formatosi in America. Durante la sua carriera professionale ha collaborato con gli Articolo 31 e i Gemelli Diversi; al CPM è docente del workshop di Presenza Scenica), Andrea Rodini (insegnante e giudice a SanremoLab, produttore di Renzo Rubino, Mahmood e Miele e vocal coach di Morgan e Noemi per XFactor, al CPM è docente di Creatività, Arrangiamento Live e di Vocal Interpretation).

Il CPM Music Institute di Milano, presieduto e diretto, fin dalla sua fondazione nel 1984, da Franco Mussida con un modello didattico multidisciplinare che abbraccia le professioni legate agli strumenti dell’orchestra moderna a quelle dell’indotto musicale (dai tecnici del suono ai produttori), ha offerto e offre a migliaia di giovani l’opportunità di ritagliarsi spazi di lavoro e di prospettiva creativa. A maggio 2017 il CPM ha ottenuto dal MIUR il riconoscimento AFAM per il rilascio del Diploma Accademico di Primo Livello in Popular Music, equivalente alla Laurea Triennale e riconosciuto sul territorio nazionale e in tutti i Paesi Europei. Inoltre, da Novembre 2018 è membro dell’AEC – Association Européenne des Conservatoires, Académies de Musique et Musikhochschulen, un’associazione volontaria che rappresenta gli Istituti Superiori di Educazione Musicale.  Grazie alla stima di tutto il comparto musicale, il CPM Music Institute è riconosciuto crocevia per il mercato dei lavori della Musica. Ruolo ribadito nelle sue Open Week, che dal 2007 permettono ai suoi allievi – ma anche agli appassionati di Musica – di incontrare artisti e strumentisti di prestigio italiani e internazionali (Ligabue, Guccini, Elisa, Caparezza, Daniele Silvestri, Ermal Meta, Peppe Vessicchio, Vince Tempera, Brunori SAS, Red Canzian, Robben Ford, Virgil Donati, Tony Levin, Gavin Harrison, Mary Setrakian, Joey Blake) per conoscere tutto quello che succede nel mondo della Musica. Al giorno d’oggi, molti dei suoi diplomati lavorano in orchestre prestigiose, suonano e cantano per gruppi e artisti di grande appeal (da Laura Pausini alla PFM), mentre molti hanno intrapreso carriere artistiche proprie (da Chiara Galiazzo a Renzo Rubino fino a Cordio e Mahmood, vincitore di Sanremo 2019). Dal 1988, attraverso progetti di ricerca che utilizzano le sue proprietà educatrici, si occupa anche di portare la Musica in luoghi estremi: CO2 è l’ultimo in ordine di tempo tra i tanti progetti italiani ed europei realizzati. Concorre inoltre a realizzare progetti musicali educativi per l’industria, come la progettazione di una radio di qualità per il circuito NaturaSì e i corsi formativi per i partecipanti ad Area Sanremo TIM 2018.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.