COMUNE DI MANTOVA – LA GIUNTA APPROVA IL PUMS: 30 giorni per le osservazioni e poi passaggio finale in consiglio comunale

Mercoledì 25 settembre la Giunta ha approvato il Pums (Piano della Mobilità Sostenibile) dopo un percorso articolato e partecipativo che si è concluso con la valutazione ambientale strategica. L’adozione del piano prevede 30 giorni per le osservazioni per transitare poi in consiglio per l’approvazione definitiva.

PUMS.jpg

Andrea Murari

Lo scopo di questo piano è sintetizzato nelle parole dell’assessore all’Ambiente Andrea Murari: “Dare ai Mantovani un’alternativa all’auto veloce e sicura per muoversi in città, come biciclette e trasporto pubblico. Permettere a chi non può fare a meno dell’auto di parcheggiare gratuitamente per tutto il giorno usando le navette e aumentare l’offerta di posti a rotazione a ridosso del centro storico. Limitare il traffico e la velocità delle auto per quartieri più belli e sicuri. Risolvere i nodi di porta Cerese e della stazione, da anni irrisolti. Un piano ambizioso che parte da uno studio approfondito dei flussi e che traccia la via da percorrere nei prossimi dieci anni. Si tratta di un piano con soluzioni concrete sia sotto il profilo tecnico che finanziario e che verranno realizzate alcune già tra qualche mese e altre che lo saranno nel giro di pochi anni”.

Molte le soluzioni progettuali previste nel piano, dal sottopasso della stazione all’intervento su porta Cerese con la creazione di un novo grande parcheggio a ridosso del centro dotato di navette di collegamento gratuite. Azioni volte a favorire ed incoraggiare la mobilità alternativa ed ecologica. Nuove ciclabili e autobus più frequenti, zone 30 in centro e nei quartieri, completamento dell’asse sud per collegare le tangenziali e togliere il traffico pesante dagli ambiti urbani.

Iacopo Rebecchi

Il Pums – ha detto l’assessore alla Polizia Locale Iacopo Rebecchiprevede interventi già finanziati che risolveranno i problemi principali della città: più parcheggi, più ciclabili, più navette gratuite. Sono, inoltre, previste le soluzioni per i nodi critici di Porta Cerese e piazza Don Leoni. Nel corso della fase delle osservazioni abbiamo recepito molte istanze di cittadini ed associazioni volte a rendere la mobilità più semplice e sostenibile”. Alcune di queste azioni sono state già realizzate con successo, come ad esempio le navette gratuite che collegano il centro con il parcheggio di Campo Canoa, che verrà anche per questo ampliato. Altre sono in fase di realizzazione come i nuovi parcheggi in struttura di piazzale Mondadori e sul lungolago Gonzaga. Un altro passaggio significativo consiste nella scelta di non attuare alcun nuovo aumento delle tariffe di sosta. Molte azioni dunque che hanno l’obiettivo di una forte riduzione dell’impatto della mobilità urbana sull’ambiente e sulla qualità dell’aria”.

paola-nobis

“Nel Pums – ha aggiunto l’assessore alla Mobilità Sostenibile Paola Nobissono contenute le azioni che favoriscono la mobilità attiva ed ecologica. Mi riferisco soprattutto allo sviluppo delle nuove ciclabili, delle zone a trenta nel centro e nei quartieri. Tutto ciò per ridurre l’impatto delle auto sulla qualità dell’aria in città”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.