CASALMAGGIORE, A TRACCE DI JAZZ CONCERTI CON MARK SHERMAN e BOB FRANCESCHINI

Mark_Sherman_Vibraphonist

Mark Sherman

Prosegue al Teatro Comunale di Casalmaggiore la rassegna “Tracce di Jazz” promossa dall’Assessorato alla Cultura e dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Casalmaggiore con la presenza di artisti di grandi rilievo internazionale.

Il prossimo appuntamento vede ospite Mark Sherman (piano e vibrafono) che mercoledì 29 gennaio alle ore 18 terrà un Workshop mentre giovedì 30 gennaio alle ore 21 si esibirà in concerto con Bob Franceschini (sassofono), Paolo Benedettini (contrabbasso) e Antony Pinciotti (batteria).

A partire dalle ore 20 in Sala “Fastassa” è possibile visitare “Highway 61” la mostra fotografica di Gigi Montali che rimarrà aperta, ad ingresso libero, sino al 30 aprile tutti i giorni di spettacolo (sempre a partire dalle ore 20).

Mark Sherman pianista, vibrafonista, educatore e compositore, si è esibito per alcuni dei migliori direttori d’orchestra del mondo tra cui Leonard Bernstein, Sir Georg Solti, Zubin Mehta e Herbert Von Karajan, nel Jazz come leader e sideman con Kenny Barron, Peggy Lee, Wynton Marsalis, Joe Lovano, Michael Brecker, Larry Coryell e molti altri. Ha lavorato in diversi musical di Broadway ed è stato uno dei musicisti da studio più richiesti, apparendo in più di due dozzine di colonne sonore di film e di show a Broadway tra cui “Il re leone”. Ha lavorato come sideman per gli artisti pop Michael Bolton, Natalie Cole e Michael McDonald. Insegna alla facoltà della Juilliard School, della New Jersey City University e del New York Jazz Workshop. Produce dischi con la sua etichetta Miles High Records e pubblica libri di musica attraverso la sua filiale Miles High Music Books. Ha suonato con Frank Sinatra, Charles Aznavour, Mel Torme, Tony Bennett, Liza Minnelli, Peggy Lee, Aretha Franklin, Michael Brecker, Jon Hendricks, Michael McDonald, Larry Coryell, Kenny Barron, Chick Corea, Sammy Davis Jr Paquito D’Rivera,Freddie Hubbard, Patti LuPone, Sheila E.

Paolo Benedettini, nato a Pisa nel 1977, inizia a suonare la chitarra a undici anni e a diciannove passa al contrabbasso, frequentando seminari tenuti da Furio Di Castri, Buster Williams, Barry Harris, Keter Betts, Wayne Dockery. Nel 1995 si iscrive al D.A.M.S. e si trasferisce a Bologna dove tuttora risiede e collabora con i principali musicisti del circuito jazzistico della città trovandosi anche a suonare, spesso accompagnandone le tournèe italiane, con importanti artisti tra cui Jimmy Cobb, Eddie Henderson, George Cables, Eliot Zigmund, Keith Copeland, Eric Alexander, Peter Bernstein, Jack Walrath, Dado Moroni, Steve Gut, Paolo Fresu, Joe Magnarelli, Bud Shank, Jesse Davis, Benny Golson, Jimmy Lovelace, Gianni Basso, David Hazeltine, Tom Kirkpatrick, David Liebman, Gianni Cazzola. Nel 2000 entra a far parte del trio del batterista Bobby Durham con Massimo Faraò al piano, che gli dà l’opportunità di accompagnare solisti come Archie Shepp, Hal Singer, Grant Stewart, Shawnn Monteiro, Irio De Paula. Ha partecipato a varie rassegne e festivals, tra cui “Jazz & Image” a Villa Celimontana (Roma), “Iseo Jazz”, “Jazz ‘n It” (Vignola), “Jazz & Wine” (Montalcino), “Bergamo Jazz”; “Fano Jazz”, “Donna Fugata Jazz”, “Free Milano Jazz Festival”, “Sorrento Jazz”, “Lecco Jazz Festival”, “Zola Jazz & Wine”, “Albinea Jazz”, “Marostica in Jazz”, “Italian Jazz Festival” (Londra).

Bob Franceschini Jazz Alley

Il sassofonista Bob Franceschini nasce e cresce a New York. Ha frequentato la High School of Music and Art e poco dopo ha iniziato la sua carriera musicale, facendo tournée, registrando, scrivendo, arrangiando e producendo per il meglio di artisti di Jazz, Jazz latino, Pop, Salsa, Funk, R&B e World Music come George Benson, Eddie Palmieri, Woody Shaw, Kenny Kirkland, Chris Botti, Tower Of Power, Randy Brecker, Chaka Khan, Michel Camilo, Willie Colon, Ruben Blades, Richard Bona, Jennifer Lopez e Paul Simon. La sua prima esperienza di heavy touring e registrazione è stata con The Tom Browne Band che ha visto anche Marcus Miller, Omar Hakim e Bobby Broom. Ha suonato il sax e vari fiati per molte colonne sonore televisive e cinematografiche per i registi Sidney Lumet, Paul Schrader e molti altri. Franceschini ha suonato per oltre 200 CD ed è ben noto per il suo lavoro con il chitarrista Mike Stern. Ha registrato gli ultimi cinque CD nominati ai Grammy e due DVD acclamati dalla critica. Ha fatto tournée negli ultimi 8 anni come sub per Bob Mintzer con la leggendaria band The Yellow Jackets e subbing per Eric Marienthal con Jeff Lorber Fusion. Ha recentemente fatto parte di un trio con il bassista Victor Wooten e il batterista Dennis Chambers. Il loro CD TRYPNOTYX è stato nella top ten di iTunes diverse volte dalla sua uscita nel settembre 2017. Attualmente stanno girando il mondo a sostegno di questa registrazione. Bob è conosciuto anche come educatore. Fa spesso workshop e master class in tutto il mondo. Ha molti studenti privati e studenti via Skype. Negli ultimi 7 anni è stato istruttore di teoria musicale, composizione e improvvisazione al “Victor Wooten’s Center for Music and Nature” (vixcamps.com) a Nashville Tennessee con studenti di tutte le età (8-68 anni) da tutto il mondo. In particolare co-dirige e organizza una settimana di grande successo di sax intensivo a Wooten Woods chiamato “Inside: Outside Saxophone Retreat” (www.insideoutsideretreat.com), creato con il sassofonista/educatore Bob Reynolds e il sassofonista/naturalista Bob Hemenger. Il campo ha ospitato istruttori ospiti, tra cui Joshua Redman, Chris Potter, Steve Wilson, Kirk Whalum, Branford Marsalis e Jeff Coffin.

Anthony Pinciotti è un batterista dinamico e innovativo esperto in jazz, rock e world music. Con sede a New York City, Anthony si esibisce in tournée con molti dei musicisti più vitali e lungimiranti sulla scena di oggi. Alcuni dei musicisti famosi con cui Anthony ha lavorato sono: James Moody, Dr. Lonnie Smith, John Abercrombie, Joe Lovano, Randy Brecker, Ira SullivaKenny Werner, Mose Allison, Lew Tabackin, John Patitucci, Jim Hall, Bob Mintzer, Renee Rosnes, George Garzone, Frank Foster, Benny Golson, George Mraz, Houston Person, solo per citarne alcuni. La passione di Anthony per la musica divenne evidente quando all’età di due anni inizia a suonare la batteria mentre a tredici ha iniziato a suonare professionalmente in tutto il Midwest, lavorando con molti grandi del jazz della Motown e del Midwest. A sedici anni, Anthony aveva iniziato a lavorare con il grande polistrumentista Ira Sullivan e poco dopo si trasferì a Miami, in Florida, per diventare il suo batterista. Nel 1994, Anthony si trasferì a Chicago dove divenne rapidamente un batterista molto ricercato che fu costantemente invitato a sostenere i maestri del jazz in tour. Oltre ad essere un sideman in-demand, ha anche guidato numerosi gruppi di successo contenenti membri della AACM e l’Art Ensemble di Chicago. Pinciotti si è trasferito a New York nel 1998 e ha iniziato a fare tournée con molti dei grandi musicisti che compongono la scena jazz di New York. Ha suonato nei più famosi festival in tutto il mondo.

Biglietti Ingressi: Posto unico € 15,00 / Ridotti € 10,00. Il prezzo ridotto è riservato alle Scuole di Musica ed ai partecipanti ai workshop. Workshop: € 20,00

Casalmaggiore Jazz Day: ingresso libero — Mostra fotografica: ingresso libero

Informazioni e prenotazioni Centro Servizi al Cittadino tutti i giorni dalle ore 8,30 alle ore 12.30 — tel. 0375 284496, email teatro@comune.casalmaggiore.cr.it – link sito www.teatrocasalmaggiore.it

Biglietteria Teatro da un’ora prima di ogni concerto Tel. 0375 200434

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.