INCENDI DEI FIENILI: ARRESTATO IL PIROMANE DAI CARABINIERI DI MOGLIA

CARABINIERI MOGLIA

Gonzaga, 24 marzo – Dopo l’ultimo incendio nella giornata di ieri pomeriggio in danno di un fienile di Suzzara (il secondo in due giorni a Suzzara, oltre all’incendio di sterpaglie avvenuto nel primo pomeriggio di domenica a Gonzaga), i Carabinieri della Stazione di Moglia hanno tratto in arresto il presunto piromane che ieri pomeriggio in strada Strozza di Suzzara avrebbe incendiato 1200 balle di Fieno in danno di una nota azienda agricola.

Erano circa le 18,00 quando la Centrale Operativa della Compagnia di Gonzaga è stata allertata dai Vigili del Fuoco di Mantova che nella suddetta località era in corso un incendio di un fienile.

La pattuglia di Moglia, presente in circuito, è arrivata immediatamente sul posto e tenuto conto che, anche in relazione alle ordinanze “COVID 19” era in circuito a controllare automobilisti e pedoni, ha incrociato a piedi un soggetto, 52 enne di Pegognaga, che, con direzione opposta, stava camminando lungo la strada che conduceva al luogo dell’incendio.

Per questo motivo i militari lo hanno fermato per identificarlo, mentre nel frattempo presso la Centrale della Compagnia di Gonzaga giungeva una telefonata da parte di una persona della zona che indicava che un soggetto a piedi si stava allontanando dalla zona teatro dell’incendio e che poteva esserne l’autore.

Avendo la pattuglia già bloccato il soggetto a piedi, decideva di sottoporlo a perquisizione a seguito della quale gli venivano rinvenuti ben 4 accendini e nessun pacchetto di sigarette, indizio che lasciava trasparire la possibilità che ad appiccare l’incendio fosse stato proprio lui.

Condotto in Caserma a Suzzara e sottoposto ad accertamenti, il 52enne ha confessato di essere l’autore dell’incendio. Sono ora in corso accertamenti per verificare se anche gli incendi avvenuti nella giornata di domenica con le stesse modalità, possano essere stati commessi dall’arrestato, che ora si trova agli arresti domiciliari in attesa delle determinazione che assumerà l’autorità giudiziaria.

Nel corso dei controlli eseguiti per verificare che il soggetto arrestato ottemperasse agli obblighi impostigli, alle ore 15,00 di oggi i militari della Stazione di Pegognaga si sono recati presso il proprio domicilio riscontrandone l’assenza. Dopo una rapida ricerca per le vie del comune lo stesso è stato rintracciato e nuovamente arrestato. Su disposizione del P.M. è stata disposta la sua traduzione in carcere a Mantova ove sarà trattenuto in attesa dell’udienza di convalida per i reati contestatigli.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.