LETTERA APERTA DEL PRESIDENTE ASSOCIAZIONE COMUNALI AL SINDACO DI MANTOVA


Egregio Signor Sindaco,

in quanto Presidente dell’Associazione Comunali, sono ad inviarLe questa lettera aperta.

E’ soprattutto per senso di dovere nei confronti e nei riguardi di tutti coloro che, dal 1986 ( anno di costituzione del sodalizio ) hanno contribuito, con impegno e sostegno e da sempre vivace partecipazione alle iniziative promosse dall’Associazione.

Tengo infatti a rendere noto al primo cittadino, ma anche a tutti gli interessati e così pure ai nostri associati, che non è certo per pigrizia che l’Associazione Comunali non è più in grado di organizzare e sostenere iniziative sia nell’ambito della sede stessa che nell’ambito cittadino. Dal mese di Febbraio ad oggi siamo stati costretti ad un vero ” lockdown” che non è dovuto a disinteresse ma a questa pandemia con effetto di pandemonio. Si tratta di una impossibilità oggettiva, nella quale l’Associazione è stata spinta suo malgrado. Nonostante tutto ci troviamo costretti a pagare le spese di utenza senza aver alcuna entrata visto il fermo totale delle attività. Il fatto è che con il passare del tempo i regolamenti – condivisibili per l’intento di tutelare la sicurezza, ma evidentemente non pensati per le associazioni quale la nostra che costituiscono il nervo principale del volontariato – si sono moltiplicati, complicati e irrigiditi, fino a rendere insostenibile e mettere in piedi anche la più modesta delle iniziative. La nostra situazione è pertanto aggravata e la concessione dei locali adibiti alle varie attività diviene ogni giorno più difficile e costosa. Ci siamo sempre sforzati di conformarci alle regole, e abbiamo intenzione di continuare a farlo per senso civico, anche se talvolta ci è parso – sbagliando anche – che i regolamenti siano stati interpretati nel modo meno favorevole nei confronti dell’Associazionismo ( vero tramite al conforto sociale ) così come che si sia dato troppo peso a lamentele palesemente pretestuose da parte di soggetti evidentemente insensibili alla cultura e alla promozione di iniziative. Il mio auspicio è che un incontro con l’Amministrazione Comunale, della cui attenzione per le associazioni di volontariato siamo tutti consapevoli, possa consentire di tracciare un percorso che consenta di superare insieme queste nostre difficoltà e di scongiurare i rischi concreti di un annullamento totale o addirittura all’autoscioglimento. Nella speranza che l’incontro previsto per la data 29 Ottobre con l’Assessore alle attività produttive Avv. Jacopo Rebecchi possa rivelarsi franco e costruttivo.

Distinti Saluti

Il Presidente

Sergio Olivieri

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.