NUOVE SEDIE IN SANT’ANDREA DONATE DALLA COMPAGNIA DEL PREZIOSISSIMO SANGUE

MANTOVA – Nuovo attestato di riconoscenza e di forte legame spirituale e umano da parte della Compagnia del Preziosissimo Sangue di Mantova alla concattedrale di S. Andrea.

Giovedì 10 dicembre, infatti, sono stati consegnati al rettore della basilica cittadina, dai responsabili dell’associazione laicale della diocesi, i fondi raccolti in questi mesi per dare ulteriore impulso al progetto collegato all’acquisizione delle sedie inginocchiatoio che sono utilizzate nel corso delle varie celebrazioni eucaristiche.

Delle seicento sedie presenti all’interno della basilica, una parte di queste possono ancora essere donate da coloro che lo desiderano, trenta già riportano la targhetta con il nome della Compagnia del Preziosissimo Sangue.

Ora, grazie al dono compiuto in tale occasione, vale a dire un assegno del valore di mille euro consegnato dalla vice priore Luisa Tamassia al rettore don Renato Pavesi, i componenti di questa importante realtà ne dispongono di 40.

Alla breve, ma quanto mai significativa cerimonia hanno presenziato anche il priore onorario, della Compagnia, Giorgio Saggiani, e la consigliera nonché volontaria di S. Andrea, Rosanna Golinelli.

“La Compagnia del Preziosissimo Sangue mesi fa – spiegano gli esponenti dell’associazione laicale – ha donato alla concattedrale di S. Andrea trenta sedie con le cifre raccolte dai propri componenti. Adesso con questo gesto ampliamo il numero delle sedie da noi donate e titolate alla nostra Compagnia, passiamo quindi da 30 a 40. Abbiamo deciso di compiere questo atto perché la Compagnia del Preziosissimo Sangue e S. Andrea sono un tutt’uno. Da quando questa associazione laicale è nata, si dice ai tempi di Beatrice Bonifacio di Canossa, sicuramente nel 1459 anno nel quale si decide la costruzione della basilica di S. Andrea, abbattendo la precedente chiesa otto manico gotica. Riveste un ruolo importante, segue i sacri vasi, a fianco dei Gonzaga ed è riconosciuta. Estintasi alla fine della seconda guerra mondiale è stata ricostituita nel 2010 dal vescovo Busti quale associazione laicale della diocesi. S. Andrea e la Compagnia quindi, lo ribadiamo, sono una cosa sola. Tant’è che nella seconda cappella a sinistra della Basilica dietro ad essa c’è la sacrestia che è stata la sede della Compagnia e che contiamo possa ritornare a rivestire questo ruolo. Nel frattempo la nostra sede l’abbiamo spostata in S. Barbara. Contiamo però di poter far ritorno in S. Andrea, sarebbe un sogno che si realizza, e a tale proposito da qualche mese stiamo restaurando la sacrestia e al tempo stesso siamo impegnati nel ripristino del preziosissimo armadio che dispone di una cimasa dorata. La Compagnia fa servizio tutte le domeniche per i turisti e per le persone in genere, in più segue tutte le cerimonie dedicate al Preziosissimo Sangue dell’estrazione dei sacri vasi”.

Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.