COVID, I RISULTATI DEI CONTROLLI DELLA POLIZIA LOCALE SUL TERRITORIO: 7.640 SANZIONI E 600 ACCERTAMENTI

3340 persone identificate, 7640 sanzioni elevate tra cui 615 per le violazioni ai provvedimenti di contenimento del Coronavirus, circa 150 incidenti rilevati

MILANO – Si è conclusa l’operazione ‘Smart/Covid19’ gestita dall’assessorato regionale alla Sicurezza. Avviata il 13 novembre e durata un mese aveva come obiettivo il controllo del territorio, ad opera della Polizia locale, delle norme emergenziali sul coronavirus. 

Questi i risultati prodotti: 3340 persone identificate, 7640 sanzioni elevate tra cui 615 per le violazioni ai provvedimenti di contenimento del Coronavirus, circa 150 incidenti rilevati. Dieci 10 conducenti sono risultati positivi all’alcool test e segnalati. L’inosservanza ai regolamenti di Polizia urbana ha visto l’elevazione di 121 verbali mentre 68 persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per violazioni del Codice Penale. Infine le Polizie locali lombarde hanno svolto oltre 600 controlli annonari ed assicurato l’accertamento di quarantena obbligatoria fiduciaria nei vari territori.

Sono state interessate le aree più densamente popolate della Lombardia e l’operazione ha riguardato un territorio complessivo di circa 5.000.000 di abitanti. 

La Regione ha finanziato gli interventi con oltre 14.000 ore di lavoro straordinario degli agenti. 

“Numeri importanti ed un lavoro significativo della Polizia locale lombarda. L’operazione – ha detto l’assessore Riccardo De Corato – segue un’analoga iniziativa, sempre coordinata dall’assessorato alla Sicurezza, svoltasi durante la prima fase del Coronavirus che aveva ricevuto pieno apprezzamento dal Prefetto di Milano, Renato Saccone. Siamo sempre più convinti della grande operosità dei nostri agenti. La Regione ha sempre creduto investendo sulla loro formazione e consentendo ai Comuni di dotarsi di strumenti tecnologici”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.