DALLE ‘NEW VOICES’ LIONS UN SORRISO PER DONNE E BIMBI DEI CENTRI ANTIVIOLENZA

BRESCIA – Promessa mantenuta. A fine novembre, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, le New Voices Lions (il comitato che, nell’ambito della maggiore organizzazione di servizio al mondo, promuove la parità di genere e la diversità) avevano preso l’impegno di sostenere con il service “Un regalo sospeso” le donne vittime di violenza e i loro bambini ospiti, nel Bresciano, delle case rifugio gestite dal centro antiviolenza Butterfly.

I Lions hanno portato un sorriso a 14 donne e 17 bambini vittime di violenza domestica che, in occasione di Santa Lucia, hanno ricevuto giocattoli nuovi, borse colorate con vestitini nuovi e pacchi dono per le mamme (prodotti per la cura del corpo e accessori di abbigliamento), dolci e panettoni. Oltre agli “elfi” del comitato coordinato da Laura Schiffo – che per settimane, senza posa, hanno contattato privati e imprenditori, recuperato i prodotti, gestito la logistica, suddiviso il materiale, incartato e infiocchettato i pacchi – il service ha coinvolto diversi club Lions del distretto 108Ib2 (province di Bergamo, Brescia e Mantova), singoli soci, privati e aziende.

Anche le istituzioni hanno riconosciuto il valore sociale dell’iniziativa: l’assessore alle pari opportunità del Comune di Brescia, Roberta Morelli, ha presenziato alla consegna dei doni e delle prime borse di Mary Poppins (altro service inserito nel progetto New Voices Lions: kit di emergenza per le donne fuggite da casa per sottrarsi alla violenza, con indumenti per i primi giorni, pigiama, ciabatte, prodotti per l’igiene personale). Un gesto concreto a sostegno di donne che hanno trovato il coraggio di opporsi ai soprusi e di riprendere in mano la propria vita. A breve, tra l’altro, i pacchi dono e le borse di Mary Poppins dei Lions approderanno anche in case rifugio del Mantovano.

In questo momento di grande difficoltà a causa della pandemia, il progetto New Voices a favore delle donne vittime di violenza e delle associazioni che le sostengono (centri antiviolenza e centri di aiuto alla vita) rappresenta, per i club di servizio così come i singoli soci Lions, l’opportunità di essere fattivamente operativi sul territorio, servire e fare rete. Come nel caso delle “borse lavoro” destinate a donne ospiti delle case rifugio di Treviglio, che non svolgevano attività lavorativa o alle quali era stato impedito di farlo: grazie ai Lions potranno frequentare corsi di formazione e avviamento al lavoro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.