MANTOVA SOSTENIBILE. LA GIUNTA HA APPROVATO IL PROGETTO DI NUOVE COLONNINE PER LA RICARICA DI VEICOLI ELETTRICI

Mantova città sempre più sostenibile e innovativa sul fronte della mobilità per migliorare la qualità dell’aria nell’ambiente urbano. La Giunta Palazzi, mercoledì 12 maggio, ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica riguardante l’installazione di colonnine pubbliche di ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica sul territorio comunale. Sono previste nove stazioni di ricarica, otto saranno dotate di due punti di ricarica, mentre una stazione sarà dotata di tre punti presa.

“Il mercato delle auto elettriche nei prossimi hanno avrà sicuramente un boom e già oggi le auto ibride-elettriche sono tra le più vendute – ha osservato l’assessore alla Mobilità Sostenibile Iacopo Rebecchi -. È quindi fondamentale che la nostra città si faccia trovare preparata installando molto punti di ricarica in luoghi strategici. Con il progetto presentato alla Regione puntiamo ad aumentare di 19 i punti di ricarica in modo da fornire un servizio diffuso sul territorio”.

Complessivamente, quindi, saranno diciannove le postazioni per i autoveicoli elettrici, diciassette erogheranno corrente alternata Ac e due la corrente continua Dc (la ricarica veloce presso il Boma). Si prevede una spesa di 199.800 euro.

Le piazzole saranno realizzate in piazzale Gramsci (nel parcheggio di scambio intermodale con fermata dell’autobus e il bike sharing), in piazza D’Arco (nel parcheggio di scambio intermodale con fermata dell’autobus, stazione ferroviaria e il bike-sharing, in zona universitaria); a Porta Mulina (nel parcheggio di scambio intermodale con fermata dell’autobus e il bike-sharing, attiguo alla sede del poliambulatorio Asst); in piazza Anconetta (nel parcheggio di scambio intermodale con fermata dell’autobus e il bike sharing); al Boma (nel parcheggio di scambio intermodale con fermata dell’autobus, accanto al Palazzetto dello Sport); in via 7 Dicembre a Belfiore (nel parcheggio di scambio intermodale con fermata dell’autobus e il bike sharing); in piazzale Ragazzi del 99 (nel parcheggio di scambio intermodale con fermata dell’autobus e il bike sharing, vicino allo Stadio e a Palazzo Te) e in viale Oslavia (parcheggio di scambio intermodale con la fermata dell’autobus e il bike-sharing, attiguo all’ospedale).

Il progetto, redatto dal Settore Territorio e Ambiente, Ufficio Mobilità Sostenibile, in collaborazione con Tea Reteluce srl, è in linea con Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite di abbattere le emissioni. E’ stato anche deciso di presentarlo ad un bando regionale per ottenere il finanziamento.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.