OLIGO EDITORE: LUIGI MASCHERONI presenta “Libri” – MARCO GHIZZONI presenta “Il muro sottile”

Martedì 15 giugno 2021, alle ore 18:00, Luigi Mascheroni presenterà il suo nuovo libro “LIBRI. Non danno la felicità (tanto meno a chi non li legge)” in diretta sulla pagina Facebook del Museo Diocesano di Verona, ospite della rassegna “La tavola della cultura” patrocinata dal Comune di Verona e sostenuta dalla Fondazione Giorgio Zanotto.

Sponsor tecnico è il Ristorante Sant’Eufemia Verona.

È Un pamphlet che desacralizza l’oggetto libro, ne smitizza l’aura miracolosa e ne ridimensiona la missione salvifica di cui è stato caricato, soprattutto da chi i libri li ignora. Niente è più dannoso al libro che innalzarlo sugli altari, mentre serve gettarlo in mezzo alla piazza così che sia letto o scartato perché, come ha scritto Schopenhauer, «Per ogni libro degno di essere letto c’è una grande quantità di carta straccia».I libri non rendono le persone migliori: non c’è casta come quella degli intellettuali più percorsa da invidie, gelosie, rivalità, egoismi, ipocrisia. Leggere non deve essere un imperativo – lo ha già detto meglio di tutti Pennac – né di legge né morale. E non tutti i libri sono intoccabili. La sacralità del testo deriva solamente da ciò che la singola opera sa comunicare e meritarsi nel corso del tempo: ecco perché un classico non è paragonabile al bestseller di una stagione.

Luigi Mascheroni è nato a Varese nel 1967. Giornalista, dal 2001 lavora nella redazione Cultura de “Il Giornale” e insegna Giornalismo culturale all’Università Cattolica di Milano. Ha lavorato per l’inserto Domenica de “Il Sole24Ore” e per “Il Foglio”. Tra i suoi libri: Manuale della cultura italiana (Excelsior 1881, 2010), Scegliere i libri è un’arte. Collezionarli una follia (Biblohaus, 2012) ed Elogio del plagio (Aragno, 2015). Per anni ha avuto un canale YouTube di videorecensioni. Nel 2016 ha fondato insieme a due soci la casa editrice De Piante. Ha curato le mostre Piccoli tasti, grandi firme (Ivrea, Museo Garda, 2019) e Libri da Oscar (Luino, Palazzo Verbania, 2020). Ha circa 20-25mila libri, ma ne ha letti pochissimi.

Venerdì 18 giugno 2021, alle ore 18.00, Marco Ghizzoni presenterà il suo nuovo libro di racconti “Il muro sottile” al Bar Campi di Cremona, in corso Campi 67. Dialogherà con l’autore Claudio Ardigò, reading di Massimiliano Pegorini. L’evento è promosso dalla Libreria del Convegno di Cremona. (Per maggiori informazioni sull’evento)

«E chi sei tu, mio piccolo amore sconosciuto, che nei miei parti onirici risucchi la mia vendetta con la risacca del tuo tempo fino a inghiottire l’orizzonte che taglia in due ogni risveglio? Davvero mi merito i tuoi occhi stanchi e la tua insonnia che veglia sul mio sonno vulnerabile? Cosa nascondono le tue palpebre istoriate di un Braille che i miei polpastrelli non comprendono quando ti accarezzo incessantemente ignorando il tuo dolore di amarmi nella mia indifferenza?»

Apparentemente distanti tra loro, questi nove racconti sono in realtà legati da un unico fil rouge, quello del dolore, raccontato nelle sue molteplici sfaccettature: quello sempiterno della guerra, quello che si dovrebbe provare per la morte di un padre ma che fatica ad affiorare, quello universale dell’amore non corrisposto, quello gratuito di chi punta il dito per allontanare i sospetti da sé, quello vigliacco della violenza perpetrata su una donna, quello indispensabile per esistere, per trovare un senso alla propria vita e quello che a una vita pone fine proprio quando cominciava a essere compresa e vissuta.

Ci sono ambientazioni diverse tra loro, in questa raccolta, ma questo libro ha una sua armonia. C’è l’Est Europa, ma c’è anche la Pianura. C’è la complessità dei personaggi e c’è azione. C’è pensiero e tanta psicologia umana. Mi piace tutta la speranza e la disperazione che ammanta certi testi, così come mi piace la scrittura tersa e la soluzione strutturale di alcuni racconti. (Davide Bregola)

MARCO GHIZZONI è nato a Cremona, dove vive, nel 1983. Ha pubblicato romanzi con Guanda e con Tea, questa è la sua prima raccolta di racconti. Quando non scrive, lavora nel settore commerciale di una multinazionale tedesca.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.