Accordo di collaborazione tra il COMUNE DI MANTOVA e l’ENTE NAZIONALE SORDI per un progetto sperimentale di supporto per accedere agli uffici e ai servizi comunali

La Giunta Palazzi, mercoledì 19 gennaio, ha approvato l’Accordo operativo di collaborazione sperimentale, per l’anno 2022, tra il Comune di Mantova e la sezione provinciale dell’Ens (Ente Nazionale per la Protezione e l’Assistenza dei Sordi Onlus – Aps), per la realizzazione di un progetto atto a migliorare l’accesso agli uffici e ai servizi comunali da parte delle persone sorde.

La collaborazione nasce dall’esigenza di individuare una procedura omogenea per tutti i settori del Comune che consenta l’abbattimento delle barriere comunicative anche con l’ausilio di strumenti tecnologici.

“Con questa collaborazione – ha detto l’assessore al Welfare del Comune di Mantova Andrea Caprini – miglioriamo l’accessibilità delle persone sorde quando si rivolgono ai servizi pubblici comunali (scuola, sociali, polizia locale, sportello unico) e potranno farsi affiancare da un interprete in Lis, in forma gratuita, grazie al sostegno del Comune. Così costruiamo una città sempre più inclusiva, attenta alle fragilità e ai bisogni quotidiani delle persone”.

I settori e i servizi del Comune di Mantova che saranno maggiormente coinvolti, come il Servizio Sociale Professionale Territoriale, Polizia Locale, Demografici e Servizi Educativi, hanno già individuato le modalità di assistenza più adeguate alle loro specifiche attività.

Sono vari gli impegni reciproci delle parti che tengono conto di vari fattori, come il Target, la Tipologia di intervento e specialmente l’ausilio del servizio di interpretariato Lis (Lingua dei segni italiana), qualora il cittadino sordo chieda l’accesso ad un servizio o durante lo svolgimento di colloqui o incontri di rete. La modalità di intervento, che può essere in presenza o con videochiamata simultanea, verrà definita dall’assistente sociale a seconda delle tipologie di colloquio.

Per quanto riguarda i vari settori, per i Servizi Educativi, per esempio, l’interpretariato Lis, sia in presenza che con videochiamata simultanea, potrà essere richiesto per le iscrizioni agli asili nido, alle scuole dell’infanzia, ai servizi di Cred Estivo, di scuolabus e di mensa. Ma anche per le domande per il Bonus Nido dell’Inps, alla misura comunale “Nidi Gratis per tutti” o per le riunioni di sezione fatte online.

Per la Polizia Locale, i servizi ufficio verbali, antinfortunistica e attività di Polizia Giudiziaria.

Lo Sportello Unico, per matrimoni e unioni civili o dichiarazioni di nascita.

L’Ens si impegna a garantire a titolo gratuito ai cittadini sordi residenti a Mantova l’assistenza per l’accesso a tutti gli uffici/servizi Comunali, previo consenso dell’interessato e il disbrigo delle pratiche amministrative. I cittadini interessati, quindi, potranno rivolgersi gli uffici in via Pellegrino Salandri 13/15.

L’attività di interpretariato Lis in presenza (nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19 vigenti) dovrà essere richiesta dall’Ufficio Comunale, al quale il cittadino si è rivolto.

Il Comune di Mantova si impegna a riconoscere all’Ens, per lo svolgimento dei servizi, un contributo di 7.500 euro per il 2022 in qualità di rimborso delle spese sostenute. Il presente Accordo operativo di collaborazione a carattere sperimentale durerà fino al 31 dicembre e potrà essere rinnovato, previo consenso delle parti coinvolte.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.