Ucraina. Dal Gruppo Hera e da Cna Emilia-Romagna cospicue donazioni raccolta fondi regionale per l’assistenza ai profughi

Il sostegno economico per far fronte ai tanti interventi necessari all’accoglienza di chi sta fuggendo dalle zone di guerra

“Davvero un sincero grazie al Gruppo Hera e a Cna Emilia-Romagna, a nome della Giunta regionale e di tutta la comunità emiliano-romagnola, per la generosità e la vicinanza dimostrata nei confronti di un popolo che sta vivendo una situazione drammatica a causa di una guerra ingiustificata scatenata contro il loro Paese. Ogni aiuto, ogni gesto di vicinanza e solidarietà – e sono tanti quelli che stanno donando attraverso la raccolta fondi regionale – se condiviso, ci rende meno soli e più forti nella nostra speranza che la pace venga raggiunta al più presto, mettendo fine alla sofferenza a cui stiamo assistendo. Un desiderio che trova posto nel cuore di tanti; certamente in quelli di chi vive in questa regione dove il sentimento comunanza e accoglienza ha un valore altissimo”.

Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, dopo importanti donazioni da parte del Gruppo Hera e di Cna Emilia-Romagna nell’ambito della raccolta fondi avviata dalla Regione a favore dell’assistenza ai profughi ucraini.

Il Gruppo Hera ha inoltre comunicato alla Regione di aver avviato una raccolta fondi tra i propri dipendenti.  

Raccolta fondi regionale

Per donare a favore dell’assistenza ai profughi ucraini, l’Iban a cui versare è:

IT69G0200802435000104428964

Dall’estero, codice Bic Swift: UNCRITM1BA2.

Causale: ‘EMERGENZA UCRAINA’.

Il conto corrente è intestato a: Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia-Romagna.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.