2 APRILE, GIORNATA DI SENSIBILIZZAZIONE SULL’AUTISMO, SAN GIORGIO-BIGARELLO SI TINGE DI BLU

In occasione della Giornata di sensibilizzazione sull’Autismo, che si celebra il 2 aprile, il Comune di San Giorgio Bigarello intende promuovere delle iniziative dedicate ai più piccoli e alle famiglie per portare in evidenza le tematiche dell’accettazione e dell’inclusione. Per lanciare un messaggio di vicinanza alle persone autistiche e ai loro familiari, l’assessorato alla cultura propone un programma all’insegna del colore simbolo dell’autismo: il blu.

In collaborazione con il Centro per le Famiglie, durante la giornata del 2 aprile, i cittadini sono invitati a partecipare ad un contest sui canali social del Centro (pagina instagram: @sgb.family / pagina facebook: @centroperlefamigliemantova): l’invito è di procurare e appendere un palloncino blu nella propria casa o nel proprio giardino, quindi  scattare una foto e condividerla taggando i canali social del Centro.

Con le foto si possono inviare anche dei pensieri, delle riflessioni intorno a questa tematica che riguarda persone che vivono al nostro fianco.

Nella serata del 2 aprile, inoltre, la fontana di piazza della Repubblica si tingerà di colore blu.

Si tratta di piccoli gesti di solidarietà e di volontà alla sensibilizzazione delle tematiche sull’autismo perché molto spesso l’attenzione è focalizzata sul singolo individuo autistico, ma si dimenticano le ricadute che questa condizione ha sui sistemi prossimali: la famiglia, la scuola e, più in generale, la comunità.

“Chi è autistico vede il mondo con occhi diversi – dichiara Daniela Sogliani, Assessore alla Cultura – pertanto non può essere lasciato solo. La nostra comunità ha il dovere di prendere coscienza di questo fenomeno, certamente complesso per i diversi livelli di gravità che lo caratterizza. Sono milioni nel mondo, e migliaia in Italia, le famiglie che hanno a che fare nella vita di tutti i giorni con questo disturbo e il nostro compito non è soltanto di fornire supporti materiali, ma anche solidarietà ed empatia per arrivare veramente alla piena realizzazione delle persone con disabilità”.

Il palinsesto dell’iniziativa culminerà il giorno 7 aprile alle ore 18.00, presso la Sala Lettura del Centro Culturale in via Frida Kahlo con lo spettacolo di burattini “Storie di Nani e di Giganti”, a cura del Centro Teatrale Corniani e ispirato all’opera di Gianni Rodari “I nani di Mantova”.

Con la dolcezza e la sensibilità di Elisa Gemelli, questo testo, scritto e diretto da Maurizio Corniani, è ambientato nel Cinquecento alla corte dei Gonzaga e affronta in modo leggero, la lotta nella vita quotidiana vissuta da un “diverso”, un nano di nome Fagiolino.

Personaggi cupi, senza un briciolo di vita, presi dalla noia e dalla profonda e manifesta ignoranza, prendono di mira la vita ed i sogni di Fagiolino che capirà che la vita è “altro”.

Lo spettacolo è indirizzato ai bambini, ma le chiavi di lettura possono essere analizzate da tutti: che effetto hanno sulle nostre vite le esperienze di derisione o di umiliazione?

Cosa significano le parole “diversità”, “accettazione”, “riscatto”?

Da queste riflessioni scaturisce l’insegnamento della conoscenza e sensibilità sul tema delle differenze individuali, favorite dall’inclusione scolastica e sociale.

La partecipazione allo spettacolo è consentita previa prenotazione tramite messaggio Whatsapp al numero 331 2643672 specificando nome, cognome, titolo dell’evento e posti da occupare.

L’accesso è consentito nel rispetto della normativa Covid vigente (green pass rafforzato e mascherina ffp2).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.