C’è l’accordo tra Comune e l’Associazione Club Virgiliano per il Pronto intervento sociale. 60mila euro nel triennio 2022-2024

MANTOVA – La Giunta Palazzi, nella riunione di mercoledì 27 aprile, ha approvato lo schema di accordo procedimentale di collaborazione tra il Comune di Mantova e l’Associazione Club Virgiliano Odv, con sede legale in San Giorgio Bigarello in via Primo Maggio 22, per il Pronto intervento sociale (Sepris).

L’Amministrazione sosterrà l’Associazione, per il triennio 2022-2024, con un contributo totale di 60mila euro (20mila euro ogni anno).

Tale accordo nasce dal fatto che l’Associazione Club Virgiliano collabora da diversi anni con il Comune di Mantova nella attivazione di interventi emergenziali a favore delle persone disagiate della città. Inoltre, nel periodo di emergenza epidemiologica, ha dimostrato capacità, serietà e professionalità riconosciute anche a livello provinciale da altre Istituzioni presenti sul territorio. Si ricorda, poi, che ha sempre affiancato il Settore Welfare nella gestione dei bisogni, sia prevedibili che imprevedibili, rappresentati dall’utenza fragile.

L’accordo, quindi, vuole dare continuità alle attività già intraprese con successo negli anni scorsi, volendo garantire, al contempo, rispetto al passato, un maggior respiro all’azione dell’Associazione, di concerto con il Settore comunale Welfare, Servizi Sociali e Sport, nel Servizio di Pronto Intervento Sociale, specialmente in alcune macro-aree e attività.

Emergenza caldo/freddo:

  • Aiutare il Comune nella distribuzione di farmaci e generi alimentari;
  • Distribuire, nei mesi estivi, acqua al domicilio di persone sole, non autosufficienti e/o disabili;
  • Distribuire, nei mesi estivi, sulla base degli elenchi di nominativi e delle indicazioni forniti dal Settore, condizionatori portatili e ventilatori;
  • Ritirare, manutenere, pulire e sanificare, al termine della stagione estiva, i condizionatori e i ventilatori utilizzati dall’utenza;
  • Sorvegliare il territorio per la individuazione di eventuali casi di grave marginalità, prevedendo anche la distribuzione a queste persone di bevande calde, nelle ore diurne e notturne dei giorni invernali più freddi;
  • Trasportare i soggetti fragili dalla strada al dormitorio cittadino;
  • Allestire e rimuovere la tenda di pertinenza del dormitorio cittadino, nel caso in cui se ne renda necessario l’allestimento, provvedendo alla pulizia della stessa. Rabboccare il liquido del riscaldamento della suddetta tenda.

Attività di trasporto:

  • Accompagnare persone in difficoltà a visite/controlli/prestazioni specialistiche presso Ospedali/Case di cura;
  • Accompagnare persone in difficoltà presso Uffici giudiziari e similari;
  • Accompagnare ed assistere persone in difficoltà in caso di ricovero ospedaliero o di accesso al triage del Pronto Soccorso cittadino.

Attività ordinaria di carattere generale:

  • Collaborare con il Comune nella gestione di emergenze abitative, sociosanitarie, assistenziali relative ad anziani, disabili e minori;
  • Collaborare con il Comune nelle attività di sgombero di alloggi comunali dismessi;
  • Intervenire tempestivamente, su attivazione del Comune, al fine di collocare soggetti minori in comunità;
  • Collaborare con altre Associazioni del territorio nell’ambito di progetti coordinati dal Comune.

Attività straordinaria:

  • Supportare il Comune di Mantova in caso di evacuazione della popolazione in occasione di calamità naturali, rimozione di ordigni ed eventi climatici avversi, con particolare attenzione ai soggetti anziani/disabili/minori;
  • Garantire la propria reperibilità nelle 24 ore per le emergenze sopra elencate;
  • Garantire la propria immediata disponibilità ad affiancare e supportare il Comune di Mantova per tutte quelle situazioni imprevedibili che possono coinvolgere il Settore e la città in generale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.