CASALOLDO NEL TEMPO: IL 10 MAGGIO SERATA CULTURALE CON GIAN AGAZZI, ALBERTO BUOLI, MARIANO VIGNOLI E CAMILLO MARCOLINI


Quando in cielo apparvero i Santi” è l’ultima opera letteraria di Gian Agazzi, storico e divulgatore di Casaloldo. Si tratta di un racconto breve che prende spunto dalle vicende legate alla Battaglia di Casaloldo del 10 maggio 1509 e alla conseguente nascita del culto dei due Santi Patroni di Casaloldo, Gordiano ed Epimaco.

Santi patroni di Casaloldo

Il libro – che ha fatto da copione per l’omonimo docufilm prodotto dal Comune di Casaloldo e fruibile sul canale Youtube – si basa su documenti storici e sulla libera interpretazione del grande “Quadro della Battaglia”, presente nella chiesa parrocchiale di Casaloldo.

Dipinto originario
Il quadro della battaglia spiegato

Si tratta di un racconto a tre voci, nel quale i fatti legati alla battaglia vengono riportati dal punto di vista del capo degli attaccanti – il Beccaguto, capitano dei Gonzaga -, del capo dei difensori – Contarini, rappresentante della Repubblica di Venezia ad Asola -, e da una donna casaloldese, Leonetta Beffa, unico personaggio inventato, ma comunque realistico, che mette in mostra il lato romantico ed epico di quell’episodio storico, rimasto nell’immaginario dei Casaloldesi. Furono infatti soprattutto le donne, quel giorno, a difendere con abnegazione ed amore il borgo di Casaloldo e a salvare il loro paese. 

Le donne raffigurate nel dipinto

Martedì 10 maggio, festa dei Patroni, presso la Chiesa parrocchiale di Casaloldo, il Comune e la parrocchia di Casaloldo, con la partecipazione dell’Ecomuseo “Tra il Chiese, il Tartaro e l’Osone”, propongono una serata culturale di alto profilo, grazie alla spiegazione del dipinto e del contesto storico legato alla battaglia e ai Santi Patroni.

Interverranno in qualità di esperti don Alberto Buoli per il panorama religioso e gli storici Mariano Vignoli e Camillo Marcolini per l’aspetto bellico e temporale. L’incontro culturale è previsto per le ore 21:15, al termine della Santa Messa dedicata ai Patroni di Casaloldo.

Torre campanaria di Casaloldo

L’opera di Agazzi sarà messa in vendita in tale occasione, assieme ad una pubblicazione comunale riguardante il piatto DECO di Casaloldo, i tortelli Fior di verza, la cui origine è legata al medesimo periodo storico rinascimentale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.