GLI STINGS DOPO LA SCONFITTA CON IL CIVIDALE CI PROVANO CON IL KLEB FERRARA AL PALASGUAITZER

La Staff Mantova esce sconfitta da Lignano Sabbiadoro. Nella seconda giornata del girone Arancione di Supercoppa LNP, gli Stings vengono superati per 76-68 dai padroni di casa di Cividale.

Dopo un avvio a bassi ritmi per entrambe le formazioni, Cividale entra in partita sfoderando percentuali importanti dall’arco. Gli Stings, (privi degli acciaccati Palermo e Janelidze) comunque, rispondono presente trovando in Thioune il principale terminale offensivo per punti segnati, rimbalzi e assist.

Al centro classe 2001 si uniscono presto anche Ross e Miles che “stappano” il canestro del palazzetto di Lignano Sabbiadoro tenendo agganciati gli Stings sul 15-15. Il primo sorpasso della gara è firmato dal pivot ex Barcellona e Trento Lorenzo Guerrieri che sigla i suoi primi due punti in una partita ufficiale con gli Stings. Cividale risponde a sua volta con Pepper, ma al termine del primo quarto la Staff conduce le operazioni per 23-21.

Nel secondo periodo di gioco la difesa biancorossa cresce d’intensita. A crescere è anche Cortese che col passare dei minuti diventa uno degli elementi più importanti del gioco virgiliano (plus minus di 15 all’intervallo per il capitano). È così che Mantova sigla un break di 12-0 che la conduce fino al 35-21 a meta del quarto.

La Gesteco ritorna in gara solo grazie a canestri complicati di Chiera e Dell’Agnello, ma la Staff sfrutta bene i tiri liberi e rimane a distanza di sicurezza con Miles (11 punti a fine primo tempo), Thioune e Calzavara (2 punti, 3 rimbalzi, 2 recuperi e 3 falli subiti per l’ex Pavia nei primi 13 minuti). All’intervallo Mantova è avanti 41-32.

Nella ripresa, Cividale parte con maggiore impeto e in pochi minuti rosicchia tutto il vantaggio accumulato dagli Stings. Per i padroni di casa si distinguono Rota e Dell’Agnello che accompagnano la squadra di coach Pillastrini fino al pareggio e al successivo sorpasso. La Staff subisce il colpo e neanche i cambi di coach Valli risolvono i problemi dei virgiliani che al 30’ sono in svantaggio 56-52.

Nell’ultimo quarto la musica non cambia, con Mantova che subisce sempre la manovra di Cividale.

I mantovani riescono comunque ad arrivare a -1 (60-59 al 33’), ma Chiera e uno scatenato Miani rispediscono al mittente il tentativo di rimonta. Cortese è tra gli ultimi a mollare, coi friulani che rimangono a distanza e conservano il vantaggio fino alla fine.

Gli Stings torneranno in campo sabato 17 alle 20:00 al PalaSguaitzer di Mantova per l’ultima gara del girone Arancione contro il Kleb Ferrara dell’ex Alessandro Amici.

Coach Valli commenta così la seconda gara ufficiale: “Nel primo tempo abbiamo giocato bene coinvolgendo tanto i nostri lunghi. Purtroppo nella ripresa siamo calati, le energie sono diminuite e non abbiamo retto la fisicità di Cividale. Su quest’ultimo aspetto, però, dobbiamo adeguarci velocemente e cresce nell’impatto difensivo, soprattutto nelle gare in trasferta. Dispiace per la sconfitta, ma ho visto passi in avanti soprattutto per il gioco di squadra evidenziato nel primo tempo. Come detto nella ripresa siamo calati, ma credo sia prematuro dare giudizi sui singoli o sulla squadra. Abbiamo iniziato la preparazione meno di un mese fa, dobbiamo ancora crescere e sviluppare la nostra identita. Ferrara? Non avremo molto tempo per recuperare, speriamo di migliorare ulteriormente la continuita”.

UEB Gesteco Cividale – Staff Mantova 76-68 (21-23, 11-18, 24-11, 20-16)

UEB Gesteco Cividale: Miani 20 (2/6, 4/5), Chiera 14 (1/2, 3/6), Dell’ Agnello 11 (4/10, 0/0), Battistini 10 (3/5, 1/3), Pepper 9 (0/7, 3/7), Rota 4 (1/3, 0/3), Mouaha 4 (2/4, 0/1), Cassese 3 (0/1, 1/5), Nikolic 1 (0/1, 0/2), Micalich ne, Brunetto ne. Coach: Pillastrini.

Tiri liberi: 14 / 20 – Rimbalzi: 40 12 + 28 (Dell’ Agnello, Eugenio Rota 8) – Assist: 23 (Rota 7) 
  Staff Mantova:   Cortese   18   (4/6,   3/9), Miles   16   (5/8,   2/4), Ross   10   (2/4,   0/3), Thioune  8  (3/5,
0/0), Calzavara    7    (2/4,  0/1), Veronesi    4    (0/3,  1/6), Criconia    3    (0/1,  1/3), Guerrieri 0/0), Vukobrat, Lo ne, Janelidze ne, Galic ne. Coach: Valli.2(1/2,
Tiri liberi: 13 / 20 – Rimbalzi: 37 4 + 33 (Thioune 9) – Assist: 12 (Thioune 3) 
  Arbitri: Gagno, Almerigogna e Roiaz

Gli abbonati della stagione 2021-22 potranno esercitare il diritto di prelazione sui propri posti alla Grana Padano Arena fino a sabato 24 settembre. Per il riconoscimento sarà necessario avere con sé la tessera dello scorso campionato.

Tutte le info sulla campagna abbonamenti sono su

ABOUT STINGS PALLACANESTRO MANTOVANA

Il progetto della Pallacanestro Mantovana nasce nel 2004 dalla collaborazione tra Pallacanestro Mirandola e Polisportiva Poggese Basket di Poggio Rusco. Nei primi anni, la squadra si contraddistingue per i successi nelle categorie “minors” in serie C2 e Serie C1. Nel 2011 arriva la promozione in Serie B e l’inizio di un periodo ricco di soddisfazione per i colori biancorossi. Nel 2012, nel pieno del sisma emiliano-lombardo, gli Stings si regalano la promozione in DNA. Nel 2013 avviene il passaggio alla Grana Padano Arena e nel 2013/14 la squadra guidata da coach Alberto Morea conquista il salto in Serie A2 vincendo i playoff davanti a quasi 5.000 spettatori.

Dal 2014 gli Stings sono una solida e rispettata realta del panorama nazionale della Serie A2. Con 5 playoff conquistati e 2 Coppa Italia disputate, Mantova è ormai una delle grandi piazze del basket che conta.

Oltre all’impegno sul campo, gli Stings sono da sempre sensibili ai progetti giovanili, alle collaborazioni con le scuole e con le societa della provincia. Il programma della societa virgiliana, quindi, coinvolge a 360° sport e sociale ed è sposato annualmente da oltre 130 aziende sponsor del territorio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.