L’ORCHESTRA D’ARCHI “ENSAMBLE CONVIVIUM” IN CONCERTO A PALAZZO PRETORIO DEL CASTELLO DI CASTEL D’ARIO

L’Associazione “Castel d’Ario per la Musica” organizza sabato 8 ottobre nell’affascinante cornice del Palazzo Pretorio del Castello di Castel d’Ario alle ore 18:00 il concerto che avrà come protagonista assoluto l’Ensamble Convivium.

“Ensemble Convivium” è un’orchestra d’archi amatoriale flessibile e modulabile fino a circa 20 persone di varia provenienza (province di Mantova, Cremona e Brescia), nato nel 2018.

ENSAMBLE CONVIVIUM (foto di repertorio)

Per l’occasione saranno eseguiti brani di Hydn, Bizet ed altri autori di fama internazionale della musica classica. Ancora una volta il sodalizio casteldariese da vita ad un progetto artistico e culturale di elevato spessore.

Con grande passione e professionalità il gruppo dirigente dell’associazione “Castel d’Ario per la Musica” è impegnata sino dalla sua costituzione nella promozione e valorizzazione della Musica intesa in tutte le sue espressioni per qualificanti.

ENSAMBLE CONVIVIUM (foto di repertorio)

Tornano agli artisti che saliranno sul palco sabato; l’ensemble si caratterizza come una realtà pressoché unica nel nostro territorio: è composto da appassionati dello strumento ad arco e della musica classica, che hanno fatto scelte professionali diverse da quella del musicista.

Si tratta, infatti, di adulti e giovani che hanno un grande amore per la musica e che hanno voluto avvicinarsi ad essa, con il massimo impegno, pur non essendo diplomati in conservatorio, conciliando questa passione con lavoro e famiglia, anche per trasmettere il messaggio che non è mai troppo tardi per decidere di impegnarsi nello studio di uno strumento musicale.

ENSAMBLE CONVIVIUM (foto di repertorio)

La tradizione di cosiddetti “ensemble amatoriali” è molto presente all’estero ed altresì molto in crescita in questi ultimi anni, anche in Italia, sia come livello esecutivo, che come attenzione generale. Musicisti non professionisti si riuniscono regolarmente, con professionisti in pensione, o studenti non ancora attivi in ambito professionale, dando forma ad orchestre, gruppi da camera, stagioni di concerti, con un ruolo anche molto importante: coprire quei vuoti di attività culturale, in particolare con riferimento alla musica, dove, per vari motivi (economici, geografici, ecc.) non vi sia la possibilità di avere a disposizione compagini professionali vere e proprie.

ENSAMBLE CONVIVIUM (foto di repertorio)

“Il nostro ensemble – spiega il portavoce dell’Ensamble Convivium” – è legato al territorio perché composto da gente del territorio, si giova anche della presenza di persone in possesso di un diploma di conservatorio: amici che hanno scelto di collaborare con noi e che ci aiutano a “trainare meglio l’insieme”. Uno di questi è proprio il nostro direttore e primo violino, Aleksander Qyteza, una figura con un’importante biografia musicale, direttore d’orchestra a tutti gli effetti (potete vedere il suo curriculum sul sito), nonché insegnante di vari componenti del gruppo. Nel nostro repertorio ci sono brani di musica classica dal barocco al novecento, alcuni molto conosciuti, altri proposti per stimolare ulteriormente la curiosità all’ascolto. Un concerto medio dura 60/75 minuti Nell’estate 2021 nasce anche l’Associazione Culturale “Concentus Convivium – Aps” per supportare meglio le attività dell’ensemble ma non solo: servirà anche a proporre eventi anche di musica da camera con gruppi minori, organizzare masterclass con professionisti e laboratori con le scuoleche ne facciano richiesta, sia dal punto di vista della conoscenza degli strumenti ad arco, sia del mondo della liuteria, così radicato nel nostro territorio”.

Paolo Biondo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.