ParmaJazz: 3-5-6 novembresi chiude con il pianoforte di Alessandro Sgobbio e i clarinetti del trio NRG Bridges

Ultima settimana di programmazione per la XXVII edizione del ParmaJazz Frontiere Festival: primo appuntamento giovedì 3 novembre con la guida all’ascolto a cura di Luca Perciballi che affronterà il suggestivo tema di The Music of Painting. Legami visibili.

Mentre sabato 5 novembre in programma un concerto del compositore e pianista Alessandro Sgobbio.

Si chiude con l’atteso appuntamento domenica 6 novembre del concerto degli NRG Bridges, il trio formato da Gianluigi Trovesi e dai Novotono (i fratelli Adalberto e Andrea Ferrari) che proporranno il loro Intertwined Roots.

Più dettagliatamente, con la sua Guida all’ascolto di giovedì 3 novembre (presso l’Associazione Remo Gaibazzi, h.18:00) Luca Perciballi andrà ad esplorare le modalità con cui artisti di varie epoche hanno voluto tradurre ritmi e strutture della musica del loro tempo e come i musicisti abbiano sviluppato temi visivi nelle loro composizioni. Avvalendosi sia di materiale musicale che di riproduzioni di opere si cercheranno di esplorare i legami tra le due discipline spaziando tra Paul Signac e Richard Wagner, Kandinskji e Cage fino ad arrivare a lavori contemporanei in cui i confini tra opera d’arte, installazione, brano musicale, elettronica sono sfumati al punto di divenire irriconoscibili come nell’opera di Alexander Schubert.

abato 5 novembre presso la Casa della Musica di Parma (ore 20:30) sarà invece in programma un concerto del compositore e pianista Alessandro Sgobbio che torna a concentrarsi sul suo strumento con una performance per pianoforte solo dal titolo Piano Music, una raccolta autobiografica di dediche pianistiche (Ingresso: Intero € 10,00 / Ridotto € 5,00*).

Il repertorio dell’album include composizioni “classiche” tratte dai suoi recital solisti, ma anche brani inediti scritti da Sgobbio durante i recenti tempi pandemici.
Realizzato su un magnifico Pianoforte Fazioli F278, Piano Music è stato registrato, missato e masterizzato da Stefano Amerio presso gli Studi Artesuono (Cavalicco, UD).

Che esperienza unica e magnifica potersi sedere al pianoforte, chiudere gli occhi e intonare una dedica musicale per una persona, un popolo, un luogo. Ogni brano è come un breve diario di viaggio, nel quale il compositore e l’ascoltatore possono incontrarsi, meditare, coesistere e scrivere assieme una storia sempre nuova.”

Fireflies è dedicato agli amati genitori del pianista, Atma Mater è dedicato al compositore, pianista e suo mentore Misha Alperin e Third Ward è ispirato alla memoria e al retaggio di George Floyd.

Il giorno seguente, domenica 6 novembre presso CMP-Voltoni del Guazzatoio (ore 18:00) sarà la volta del trio NRG Bridges in Intertwined Roots: nella formazione, ai clarinetti Gianluigi Trovesi, Adalberto Ferrari e Andrea Ferrari, il trio nato dall’incontro fra Trovesi e i Novotono, tre artisti di tre differenti generazioni accomunati dalla passione per il clarinetto (Ingresso: Intero € 20,00 / Ridotto € 5,00*).

Il duo di clarinetti dei fratelli Ferrari, il cui primo disco è stato prodotto proprio da ParmaFrontiere, vede l’ingresso di un terzo clarinetto, il decano della musica creativa italiana Gianluigi Trovesi, per il progetto NRG Bridges, ovvero ponti di energie che collegano modi di fare musica e generazioni di strumentisti.

La musica del trio mette a confronto passato e presente per creare qualcosa che non è né jazz né musica da camera ma semplicemente musica nova, adatta alla descrizione della contemporaneità. Forti del lavoro discografico Intertwinded Roots, pubblicato per Parco della Musica, i tre musicisti cercheranno di creare un ponte espressivo tra di loro, un interplay che diventi unico suono intrecciato, utilizzando composizione e improvvisazione, uno scambio di energie comunicative. Il repertorio mette in risalto esattamente queste peculiarità, lo scambio, la compartecipazione e l’originalità sia delle singole personalità che della formazione. In questo senso fra il pubblico che assiste alle performances e il trio si crea quello speciale “filo di collegamento”, ponte, che aumenta e consolida quella speciale “eNeRGy”(NRG) che dà il nome al progetto.

* I BIGLIETTI RIDOTTI sono riservati a under 25, studenti conservatorio A. Boito di Parma e possessori di Tessera Amici della Pilotta e sono esclusivamente disponibili contattando ParmaFrontiere – Tel. 0521 238158 e 0521 1473786 – info@parmafrontiere.it

PER INFO ParmaFrontiere – Tel. 0521 238158 e 0521 1473786 – info@parmafrontiere.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.