TRA SCHERMO E REALTÀ, il nuovo saggio di Alice GRISA ed Emanuele ZAMBON, presentazione al BOOKCITY MILANO

Il volume Tra schermo e realtà: 100 film e serie tv che parlano di noi verrà presentato nell’ambito della rassegna Bookcity, in programma dal 16 al 20 novembre 2022 a Milano.

Il saggio, scritto da Alice Grisa ed Emanuele Zambon, edito da Ag Book Publishing, è risultato primo classificato all’International Tour Film Festival 2022 (ITFF 2022), vincendo il concorso “Un mare di libri”.

È stato inoltre presentato in numerose rassegne quali RomicsVisioni Corte Film FestivalScena (la kermesse “lungo il Tevere” promossa dalla Regione Lazio e dalla Roma Film Commission) e Fara Sabina Film Festival.

Tra schermo e realtà non è il solito manuale di film e serie TV, ma una rassegna di personalità (le nostre) in cerca di comprensione, autoriflessione, certezze, immedesimazione con i beniamini del grande e piccolo schermo: è il libro per chi deve arredare casa dopo un trasloco, per chi giocava solo a tennis ma poi ha scoperto il padel, per chi rimpiange gli anni ’80, per chi è negato ai fornelli e ordina su Deliveroo, per chi detesta il Natale (ma anche per chi lo ama), per chi non sa come pettinarsi per una serata chic. La ricerca sociologica sposa la critica cinematografica e lo fa in una maniera divertente, a tratti irriverente, ma anche riflessiva, ponendo domande e dispensando consigli ai lettori.

A ogni film o serie viene poi abbinata una proposta food & drink ispirata ai titoli oggetto di analisi, in maniera da accompagnarne la visione o il re-watch: ricette nostrane (gli spaghetti alla chiummenzana abbinati a “Il disprezzo”), cocktail intramontabili (il Kir Royal ispirato a “La dolce vita”) e piatti internazionali come il Nasi Kuning tratto dall’action orientale di culto “The Raid”.

DICONO DEL LIBRO…

«Come ho già detto, l’idea di partenza era buona, ma quel che conta nel leggere questo libro – scritto evidentemente da due che il cinema lo amano ma anche lo conoscono e che si rivolgono direttamente ai lettori – è che ci si diverte con intelligenza: l’ironia non manca mai, lo stile è fluido e facile, non si cade mai nel pretenzioso». (Luisa Morandini)

«Vi sarà, probabilmente, capitato, durante la Santa Messa, di ascoltare un brano di Vangelo udito tante volte. Magari, lo fate anche in maniera distratta, pensando tra voi: “Tanto lo so a memoria”. Invece, quando il sacerdote inizia la sua omelia, ecco che tira fuori un pensiero, uno spunto, una riflessione, che vi farà “aprire gli occhi”, facendovi apparire, quasi come nuovo, ciò che si dava scontato. Tutto questo per dirvi che, davanti ad un libro come quello scritto, molto bene, da Alice Grisa ed Emanuele Zambon, potreste incorrere nello stesso errore. Che cosa potranno mai dirmi di nuovo, su film come I soliti ignoti o Atto di forza, per citare un paio dei titoli trattati in questo saggio, che non si sia mai letto? Tanto, direi». (Maurizio Acerbi)

«Strano modo, questo escogitato da Emanuele Zambon e Alice Grisa, per allungarsi sul cinema e divaricare le linee della narrazione esplorando altri territori. Strano ma assai intelligente e vorrei dire geniale. I cento film e serie tv che vi prendono parte, viventi e pulsanti come non mai, sono stati selezionati sul principio della diversificazione scientificamente programmata. Nel senso che la casualità è illusoria e il pot-pourri che vi prospetta è una bellissima, fascinosa illusione, come fosse un’altra serie d’immagini a scorrere, in trasparenza, sullo schermo ipotetico del libro». (Claudio Trionfera)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.