SUZZARA MIA, quindici testimonianze di chi ora non ci abita più, raccolte in un libro da VANNI BUTTASI

Pescare tra i ricordi può essere un esercizio nostalgico ma, nel contempo, ti consente di correggere gli errori che sono stati fatti in passato. Certo, se si parla di una città, qualcuno chiama Suzzara “paesone”, il compito diventa più ostico, ma anche più intrigante. 

Suzzara mia edito da Il Rio, nasce da un’idea del giornalista Vanni Buttasi che ha deciso di coinvolgere in quest’operazione storico-sentimentale quindici personaggi di diverse età, ormai da anni residenti lontano dalla città natale, che pescando nel loro album dei ricordi hanno raccontato, in prima persona, la loro Suzzara. Un viaggio che parte dagli anni Sessanta del secolo scorso per arrivare a quelli Duemila. Tante storie diverse tra loro ma unite da un amore per la loro città mai dimenticato tra tortelli di zucca, incontri in piazza e camminate nella nebbia, in riva al Po.

Con testi di: Alessandro Allodi, Martina Baldacci, Ileana Bellini, Stefano Benassi, Giorgio Bertellini, Giuliana Bezzi, Federico Bosi, Cristina Calestani, Francesca Casareggio, Tina Guiducci, Antonella Negri, Eugenio Rebuzzi, Paolo Roversi, Susanna Vezzadini, Norina “Mitzi” Vincenzi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.