A CASA ANDREASI si parla di ARCHEOLOGIA con il dott. CHRISTIAN GRECO direttore del Museo Egizio Torino

Il tema di quest’anno è l’archeologia e la scelta è stata determinata  da vari diversi fattori: l’aspettativa rispetto al nuovo allestimento delle Collezioni egizia e mesopotamica del Comune di Mantova,  la nuova campagna di scavi nel sito archeologico del Forcello prevista per settembre, l’attenzione verso il Museo Archeologico di Palazzo Ducale.

Continua a leggere

SERATE IN GIARDINO A CASA ANDREASI: DAL 29 GIUGNO, TRE INCONTRI DOVE DI PARLA DI ARCHEOLOGIA

MANTOVA – Anche quest’anno si propongono a Casa Andreasi le Serate in giardino: quattro incontri – uno al mese – dalle ore 21:00, a cominciare da mercoledì 29 giugno con Stefano L’Occaso e Mari Hirose, rispettivamente direttore di Palazzo Ducale e funzionario archeologico Museo di Palazzo Ducale di Mantova.

Continua a leggere

D’ANGELI ET SANCTI, IN MOSTRA A CASA ANDREASI 24 OPERE SCELTE di GILBERTO SCUDERI. INAUGURAZIONE SABATO 9 APRILE

Sabato 9 aprile alle ore 11:00 nel giardino di Casa Andreasi, a Mantova in via Frattini 9, verrà inaugurata la mostra di Gilberto Scuderi “D’angeli et sancti”, 24 opere scelte dalle 150 del patrimonio artistico dell’autore, che formano un sacrario laico di edicole votive, di ex voto e tentativi o progetti di presepi (immancabilmente o falliti o in attesa di una conclusione, ovvero la natività mancante o l’epifania mutila), accompagnate ognuna da pochi versi poetici.

Continua a leggere

CASA ANDREASI, MANTOVA: ‘OGNI TUA PAROLA MI È BALSAMO’, INCONTRO CON L’AUTORE PAOLO CAMATTI

Organizzata dall’Associazione per i Monumenti Domenicani, Martedì 21 dicembre alle ore 17:30, Mantova, Casa della Beata Andreasi, si terrà la presentazione del volume Ogni tua parola mi è balsamo. Lettere di Luigi Castellazzo a Achille Sacchi 1854-1889 di Paolo Camatti. All’incontro sarà presente l’autore. Ingresso con prenotazione e certificato verde.

Continua a leggere

CASA ANDREASI, IL 18 GIUGNO RICORRE LA FESTA DELLA BEATA OSANNA ANDREASI

beata osanna andreasi

Mantova, 15 giugnoGiovedì 18 giugno è la festa liturgica della beata Osanna Andreasi; alla ore 11:00 una messa sarà concelebrata dal padre domenicano Paolo Venturelli di Milano e don Alberto Bonandi, parroco di Sant’Egidio.

La celebrazione sarà allestita, per tradizione, nel giardino di Casa Andreasi, aperto a tutti fino ad esaurimento dei posti consentiti secondo le vigenti regole.

Continua a leggere

MANTOVA – A CASA ANDREASI UNA FILOSOFIA PER TUTTI ATTRAVERSO ESEMPI DI PAROLE-CHIAVE

Presentato a Casa Andreasi di Mantova il nuovo corso di filosofia aperto a tutti, tenuto dalla filosofa e saggista Annarosa Buttarelli. Il corso si divide in quattro incontri, dal 15 ottobre al 4 novembre 2019; la quota di partecipazione al corso è di € 30, gratuito per gli studenti.

La filosofia che si impara a scuola e anche quella che si insegna nelle università è affascinante, ma molto impervia, tanto da avere creato il mito del “filosofo” pensoso, astruso, arrogante nel suo padroneggiare le logiche con cui il codice filosofico tiene lontane le persone comuni, o meglio il comune desiderio di saper pensare. La filosofia europea si è fatta attrarre dalla chiusura in se stessa, così si è meritata la definizione di “logocentrica e astratta”, cioè lontana dal mondo e dalla vita quotidiana. Continua a leggere

MANTOVA – SERATA IN GIARDINO A CASA ANDREASI: GIULIO ROMANO “UNIVERSALE”. INCONTRO CON GIOVANNI PASETTI

SERATE IN GIARDINO_2019_13_09Venerdì 13 settembre alle ore 21.00 a Casa Andreasi, Giovanni Pasetti, delegato alla cultura per la città di Mantova, terrà l’ultima conferenza programmata per le Serate in giardino 2019.

La rassegna, intitolata a Giulio Romano “universale” ha visto alternarsi Stefano L’Occaso, Giulio Girondi e Ugo Bazzotti che hanno illustrato le opere architettoniche e pittoriche del grande maestro soprattutto in ambito mantovano, mostrando come Mantova, nel periodo giuliesco, sia stata, grazie a lui e alle sue “invenzioni”, centro dell’arte europea. Da Mantova sono partiti i suoi allievi per insediarsi nelle grandi corti europee o per affiancare i numerosi artisti anche di area padana influenzati dal suo genio e dalla sua visione dell’arte. Continua a leggere