FESTA DI SANT’ANTONIO ABATE, CULTURA E TRADIZIONE: CHISÖL, BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI, FALÒ

Il detto recita: “Sant’Antoni chisulèr, al vegn al darset da sner e sensa chisöl a da so al soler” – che significa – “Sant’Antonio chisuler arriva il 17 gennaio e senza chisöl ti cade il solaio in testa”.

Una tradizione molto sentita fino a pochi anni fa, ma che ritorna oggi in chiave moderna, mantenendo comunque l’attenzione sugli animali. Il Santo Abate fu scelto dagli abitanti delle campagne quale protettore delle loro bestie e fu allora che accanto alla figura del santo comparve il porcellino rosa, simbolo di salute e di prosperitàPresente in ogni stalla nell’atto di benedire il bestiame, la sua immagine proteggeva il benessere degli animali della corte. Continua a leggere

LONATO – REGIONE LOMBARDIA TUTELA IL MADE IN ITALY: BLOCKCHAIN PER LA TRACCIABILITÀ DEI PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE

Regione Lombardia tutela il Made in Italy e certifica in modo trasparente il percorso degli alimenti e i controlli sanitari (Lonato Del Garda, 10 dicembre 2019) Al via la nuova sperimentazione di Regione Lombardia che prevede l’applicazione della tecnologia blockchain per la tracciabilità e i controlli, a tutela dei consumatori, sulle filiere delle carni bovine e dei prodotti lattiero caseari.

REGIONE LOMBARDIA MADE IN ITALY.JPG
Alla conferenza di presentazione, che si è svolta a Lonato del Garda presso il centro Savoldi Carni, sono intervenuti Fabrizio Sala, Vice Presidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione; Fabio Rolfi, Assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi di Regione Lombardia; Francesco Ferri, Presidente ARIA S.p.a.; Primo Cortelazzi, Presidente Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina; Marco Deghi, Direttore Generale Latteria Sociale Valtellina e Angelo Monti, U.O. Veterinaria della Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia. Continua a leggere

CAVRIANA – SULLE VIE DEI COLLI: 2 NUOVI BANDI del GAL Garda Colli Mantovani, 650mila euro le risorse disponibili

Fino a centomila euro per ciascuno dei due bandi pubblicati oggi dal Gal Garda e Colli Mantovani: sono le risorse rese disponibili per ciascun progetto di enti pubblici, associazioni o fondazioni  senza scopo di lucro. Progetti che intendano realizzare azioni di valorizzazione delle produzioni o tradizioni agronomiche locali (dotazione complessiva 250 mila euro) e di attivazione di punti informativi per il turismo (400mila euro).

La scadenza di entrambi i bandi è il 25 ottobre, il finanziamento degli interventi è del 90% (esclusa Iva) per progetti di consistenza minima 20mila euro e massima 100mila e la presentazione  va effettuata on line nel sito dei bandi regionali. Continua a leggere

CAVRIANA – INCONTRO SU RISORSE PER IL TURISMO RURALE: 2milioni di euro per valorizzare i prodotti d’eccellenza e lo sviluppo di percorsi eco-sostenibili

Il GAL Garda e Colli Mantovani organizza un incontro pubblico, rivolto agli Enti e alla collettività, relativo a due bandi, in scadenza il 9 luglio 2019, con i quali è possibile ottenere incentivi per lo sviluppo di infrastrutture e servizi turistici locali nell’area dei comuni del Gal.

villa-mirra a cavrianaL’incontro, si svolgerà a Villa Mirra di Cavriana (MN), il 26 giugno dalle 9,30 alle 12,30  e in quella occasione, lo staff del Gal presenta le articolate modalità di presentazione informatizzata delle domande in SISCO di questi  bandi. Una opportunità che rende più accessibile la compilazione della modulistica e la presentazione della domanda di ammissione a contributo. Continua a leggere

GAL GARDA e COLLI MORENICI: bandi per 720mila euro a sostegno di VITE, ULIVO, FILIERE CORTE e INDENNITÀ DEL TERRITORIO

Chilometro zero, innovazione, cooperazione e identità dei territori: ecco alcune delle parole chiave per aprire a nuove opportunità di sviluppo. A fornirle è il Gal Garda e Colli Mantovani che mette a disposizione dei territori del comprensorio una serie di risorse, attingendo ai fondi FEASR del programma di sviluppo rurale 2014-2020. In particolare sono in arrivo tre nuovi bandi che permettono di attingere a un capitale di 720mila euro.

Le risorse sono destinate a tutto il territorio del GAL Garda e Colli Mantovani. I Comuni coinvolti sono: Castiglione delle Stiviere, Cavriana, Desenzano del Garda, Lonato del Garda, Monzambano, Ponti sul Mincio, Pozzolengo, Sirmione, Solferino, Volta Mantovana. Continua a leggere

GAL GARDA E COLLI MANTOVANI RIUNITO IL COMITATO STRATEGICO: 1.319.400 euro disponibili su bandi già pubblicati, altri 2.750.000 euro per bandi di prossima pubblicazione

Il territorio spazia nell’area dal basso Garda all’alto Mincio nelle province di Mantova e Brescia ed è qui che nell’arco di pochi mesi si stanno creando grandi opportunità economiche: sei milioni di euro costituiscono le risorse del piano di sviluppo rurale della Lombardia riconosciute al Gal Garda e Colli Mantovani, somma che gli organismi di gestione del Gal stanno rendendo disponibile attraverso la periodica pubblicazione di bandi, rivolti in particolare al mondo della ruralità.

gal.jpg

La macchina organizzativa del Gal è partita a pieno regime e dopo aver composto i suoi vertici – amministratore unico, direttore e le diverse figure amministrative coinvolte – oggi, 14 dicembre, ha  riunito il Comitato di indirizzo strategico territoriale, composto dai sindaci e legali rappresentanti del Parco del Mincio e dei comuni di Castiglione delle Stiviere, Cavriana, Monzambano, Ponti sul Mincio, Solferino, Volta Mantovana, Desenzano del Garda, Lonato del Garda, Pozzolengo, Sirmione, gli enti pubblici che lo compongono, per una prima valutazione sull’andamento dei bandi di attuazione delle misure del piano di sviluppo rurale. Continua a leggere

GAL GARDA e COLLI MANTOVANI APRE DUE BANDI : REINTRODUZIONE COLTURE STORICHE e FORMAZIONE DEL CAPITALE UMANO

pescheSono aperti altri due bandi di attuazione delle misure del piano di sviluppo rurale del Gal Garda e Colli Mantovani pubblicati nel sito web www.galgardaecollimantovani.it e disponibili alla consultazione due nuovi strumenti di sostegno alla ruralità dei territori coinvolti: uno dedicato alla reintroduzione di colture storiche l’altro, invece, alla formazione.

Il bando dedicato allaValorizzazione delle produzioni locali mediante la reintroduzione di colture storicamente presenti sul territorio” (misura Feasr 4.1.01), vuole incentivare le aziende che intendano procedere al reinserimento delle colture produttive storicamente attribuibili alla zona, come dimostrano i carteggi storici gonzagheschi. Continua a leggere