GAL GARDA E COLLI MANTOVANI RIUNITO IL COMITATO STRATEGICO: 1.319.400 euro disponibili su bandi già pubblicati, altri 2.750.000 euro per bandi di prossima pubblicazione

Il territorio spazia nell’area dal basso Garda all’alto Mincio nelle province di Mantova e Brescia ed è qui che nell’arco di pochi mesi si stanno creando grandi opportunità economiche: sei milioni di euro costituiscono le risorse del piano di sviluppo rurale della Lombardia riconosciute al Gal Garda e Colli Mantovani, somma che gli organismi di gestione del Gal stanno rendendo disponibile attraverso la periodica pubblicazione di bandi, rivolti in particolare al mondo della ruralità.

gal.jpg

La macchina organizzativa del Gal è partita a pieno regime e dopo aver composto i suoi vertici – amministratore unico, direttore e le diverse figure amministrative coinvolte – oggi, 14 dicembre, ha  riunito il Comitato di indirizzo strategico territoriale, composto dai sindaci e legali rappresentanti del Parco del Mincio e dei comuni di Castiglione delle Stiviere, Cavriana, Monzambano, Ponti sul Mincio, Solferino, Volta Mantovana, Desenzano del Garda, Lonato del Garda, Pozzolengo, Sirmione, gli enti pubblici che lo compongono, per una prima valutazione sull’andamento dei bandi di attuazione delle misure del piano di sviluppo rurale.

Sono quattro quelli attualmente aperti e dedicati a potenziare le produzioni tipiche del territorio e la loro competitività ma anche a incrementare la qualificazione del capitale umano degli addetti, e sono tutti  

on line nel nuovo sito web  www.galgardaecollimantovani.it .

Le risorse che mettono in campo questi primi bandi ammontano  a 1.319.400,00 euro ai quali si sommano altri 2.750.000,00 euro riferiti a bandi di prossima pubblicazione.

Le risorse alle quali fino d’ora è possibile accedere sono destinate alla valorizzazione delle produzioni locali mediante la reintroduzione di colture storicamente presenti sul territorio come il mandorlo e lo zafferano, alla valorizzazione della filiera vitivinicola, alla formazione professionalizzante in ambito agricolo e a migliorare le competenze necessarie a promuovere la crescita economica, la sostenibilità, la competitività, l’uso efficiente delle risorse e le prestazioni ambientali delle aziende agricole.

I destinatari dei diversi bandi sono diversi soggetti dell’area Gal: imprenditori agricoli , società o cooperative agricole, coadiuvanti familiari, lavoratori subordinati e assimilati , consorzi di tutela vini certificati, enti gestori di siti della Rete Natura 2000, organismi di ricerca, distretti agricoli, enti accreditati ai servizi di formazione professionale.

Le quote di finanziamento variano tra i diversi bandi (oscillando tra il 30% e il 90%) come pure le premialità che vedono assegnare punteggi aggiuntivi se a fare domanda sono ad esempio giovani imprenditori agricoli o donne e anche la gamma delle operazioni finanziabili è ampia: operazioni impianto, interventi strutturali, impiantistici e/o l’acquisto di macchinari necessari alla coltivazione e alle successive fasi di trasformazione e commercializzazione, opere di miglioramento fondiario (a condizione che almeno i 2/3 della materia prima lavorata e dei prodotti finali commercializzati e/o venduti direttamente siano di provenienza aziendale e si tratti di prodotti presenti nell’Allegato 1 del Trattato dell’Unione Europea e tra i criteri di valutazione assumono rilevanza gli aspetti di sostenibilità ambientale e di innovazione dell’investimento.

3-gal-e-aree-protette-legenda

Di seguito, in sintesi, i temi dei bandi aperti e la data di scadenza per la presentazione delle domande:

  • “Valorizzazione delle produzioni locali mediante la reintroduzione di colture storicamente presenti sul territorio”, chiusura bando 14 gennaio 2019;
  • Sostegno alla formazione del capitale umano: formazione professionalizzante in ambito agricolo”, chiusura bando 14 gennaio 2019
  • Informazione e promozione nel mercato interno (UE) dei prodotti di qualità della filiera vitivinicola, chiusura bando 4 febbraio 2019
  • Eventi divulgativi in materia di sostenibilità ambientale e diffusione di buone pratiche per la conservazione ed il miglioramento delle risorse idriche, della biodiversità e degli habitat dei siti Natura 2000, chiusura bando 4 febbraio 2019.

Tutti i dettagli relativi alle modalità di presentazione delle domande, alle spese finanziabili, ai criteri di premialità sono riportati nei bandi pubblicati nel sito web del Gal Garda e Colline Mantovane www.galgardaecollinemantovane.it ma il Gal ha anche attivato uno sportello di assistenza tecnica al quale ci si può rivolgere, previo appuntamento, nella sede di via Castello 7 a Cavriana (contattare la segreteria del Gal al numero telefonico 0376-1856697 durante gli orari di apertura, dalle ore 9.00 alle 12.00 dei giorni lunedì, mercoledì e venerdì).

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.