CONS. AGRITURISTICO MANTOVANO – FESTE DI NATALE: SI VA VERSO IL TUTTO ESAURITO NEGLI AGRITURISMI

NATALE NEGLI AGRITURISMI 2018.jpgSempre più persone scelgono di trascorre le Feste in agriturismo. Pranzo di Natale, Santo Stefano, l’ultimo dell’anno all’insegna della tradizione e della cucina sana e genuina come quella di casa. Si perché spesso, al giorno d’oggi, si sceglie di radunare tutti i parenti e andare a mangiar fuori, più semplice, più pratico, ma senza dimenticare le tradizioni.

Secondo una stima del Consorzio agrituristico mantovano nel 2018 si conferma il trend positivo dello scorso anno: pieno a Natale, Santo Stefano e ultimo dell’anno.

Una curiosità: ad alcune aziende sono arrivate molte richieste anche per la vigilia di Natale, solitamente una giornata che si trascorre a casa, e durante la quale le aziende agrituristiche sono chiuse proprio in preparazione di pranzi e cene del 25 e 26 dicembre. Molte strutture resteranno chiuse nonostante le richieste, ma se avessero tenuto aperto qualcuno avrebbe fatto il tutto esaurito sia a pranzo che a cena anche del 24 dicembre.

Stesso trend anche per le richieste di alloggio. Buone le richieste di prenotazione, che iniziano già a metà settembre, ma che, come ogni anno, spesso, si concentrano all’ultimo minuto.

Ogni anno in Lombardia si stima che siano circa 5 milioni le persone che scelgono di mangiare in agriturismo. Sul territorio regionale sono attive più di 1.600 strutture, di cui oltre mille offrono il servizio di ristorazione. Il settore, tra titolari, famigliari e dipendenti, occupa circa 6 mila persone. In Lombardia circa il 36% delle aziende sono gestite da donne, Mantova è al secondo posto, dopo Brescia, come numero di strutture ricettive che sul territorio virgiliano sono 237. Le strutture aperte, rispetto a 10 anni fa sono più che raddoppiate, una crescita che è legata ad un aumento della tendenza a cercare cibo genuino, natura, relax e attività all’aria aperta. Cucinare con i prodotti locali, secondo le tradizioni, come facevano le nonne: è il filo conduttore che lega le richieste dei consumatori, sempre più attenti ai prodotti genuini e di qualità. Si cercano sempre più anche i prodotti di stagione più buoni e saporiti, il tutto, sempre, tutto l’anno, al consumatore attento non piace.

Marco Boschetti

Sempre più persone scelgono con le loro famiglie di trascorre i pranzi delle feste in agriturismo dove trovano un ambiente familiare che li fa sentire a casa – commenta Marco Boschetti, direttore Consorzio agrituristico mantovano – così come, per chi invece decide di rimanere tra le mura domestiche, aumenta la richiesta di prodotti locali per preparare i menù delle feste. Insieme alle tradizioni gastronomiche c’è sempre di più la volontà di usare prodotti del territorio, ma per sperimentare e innovare i propri piatti. Tra i prodotti di fattoria è in costante aumento il consumo di mostarde.”

Scegliere prodotti locali vuol dire consolidare l’economia locale – conclude Boschetti – così si aiutano le aziende del territorio, oltre, ovviamente, a mangiare prodotti sani e genuini. Scegliere prodotti locali vuol dire salvaguardare le tradizioni gastronomiche e culturali del territorio e la biodiversità che può essere tutelata solo se la si mangia”.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.