PERE, KIWI, MELONI, ANGURIE: LA MORSA ARTICA SPINGE IL TERMOMETRO A -6°. NEI FRUTTETI LE CANDELE ANTIGELO

Non si placa la morsa del gelo. I termometri, secondo quanto rilevato da Coldiretti Mantova, nelle campagne la scorsa notte hanno registrato anche temperature di 6 gradi sotto lo zero, provocando numerosi danni ai frutteti, in particolare agli alberi di pere, ma anche alle fragole, ai kiwi, alle albicocche, ai meloni e alle angurie, con gli agricoltori che avevano appena trapiantato le piantine sotto tunnel che hanno registrato anche l’80% di mortalità e che saranno costretti a ripiantare, con un aggravio dei costi di produzione.

CANDELE ANTIGELO NEL FRUTTETO
Continua a leggere

ALLARME SICCITA’: IL PO A SECCO COME D’ESTATE. AL VIA IRRIGAZIONI DI SOCCORSO SU PERE, MELONI E PRATI

Con il grande caldo fuori stagione il Po è in secca con lo stesso livello idrometrico della scorsa estate per effetto della lunga assenza di precipitazioni con l’allarme siccità scattato al nord proprio all’inizio della primavera quando le coltivazioni hanno bisogno di acqua per crescere.

E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti sullo stato del più grande fiume italiano con l’aumento anomalo delle temperature che ha costretto gli agricoltori alle irrigazioni di soccorso in tutto il nord Italia.In Lombardia – spiega la Coldiretti regionale – in provincia di Mantova gli agricoltori stanno già irrigando meloni, peri e campi seminati, mentre nel Cremonese irrigazioni di soccorso sono partite su prati, frumento, cipolle e meloni. 

Continua a leggere

RODIGO, AZIENDA FRANCESCON: IN ARRIVO I PRIMI MELONI COLTIVATI IN SENEGAL PRONTI PER ESSERE VENDUTI

Dopo un 2020 da dimenticare a causa del Covid, anche il settore del melone è pronto a ripartire. L’Op Francescon ha iniziato l’annata con le produzioni senegalesi, per la nona stagione consecutiva.

I primi meloni coltivati nel paese africano, a Tassette che dista a 80 chilometri dalla capitale Dakar, e che si sviluppano su 120 ettari (a cui si devono aggiungere 20 ettari di zucca Delica e una dozzina dell’anguria Perla Nera), sono stati scaricati da alcuni giorni nei punti vendita delle catene distributive italiane.

Continua a leggere

FATTORE CLIMA SULLE CAMPAGNE MANTOVANE: CEREALI, ANGURIE E VITE IN SOFFERENZA, BENE MAIS E MELONI

Mantova, 10 giugno – Questo scorcio finale di primavera sta trascorrendo all’insegna dell’incertezza metereologica, con abbondanti piogge e temperature che di certo sono inferiori alle medie stagionali. Come sta reagendo il settore agricolo?

METEO

Da un lato, l’andamento climatico sta mettendo in difficoltà i cereali autunno-vernini, ormai prossimi alla fase di raccolta (sono circa 30.000 gli ettari nella nostra provincia). Basti pensare che, come rilevato dalla centralina meteo di Borgochiesanuova, da inizio anno sono caduti soltanto 178,60 mm di pioggia, contro una media del periodo pari a circa 380 mm. Continua a leggere

MALTEMPO, MANTOVA SOTTO LA GRANDINE. Coldiretti Mantova: danni per milioni di euro, colpiti MAIS, ZUCCHE, MELONI, FRUTTA

Maltempo: grandine, vento e bombe d’acqua flagellano il Basso mantovano. Coldiretti Mantova: danni per milioni di euro, colture in campo distrutte

Il maltempo colpisce ancora. Danni per milioni di euro, secondo le prime stime di Coldiretti Mantova, che ha impegnato per i sopralluoghi diversi tecnici in tutta l’area del Basso mantovano, flagellato ieri sera da grandine, trombe d’aria e bombe d’acqua. In particolare, sono stati interessati i comuni di Quistello, Poggio Rusco, Magnacavallo, San Giovanni del Dosso, San Giacomo delle Segnate, Gonzaga, Pegognaga, San Benedetto Po. Continua a leggere

MALTEMPO NEL MANTOVANO – COLDIRETTI MANTOVA: DANNI PER 6 MILIONI DI EURO

Ammontano a quasi sei milioni i danni provocati nel Mantovano dalle ultime ondate di maltempo, con grandinate, bombe d’acqua e vento forte, che hanno colpito meloni e angurie, frutteti, erba medica e foraggio, frumento, ortaggi, vigneti, mais e pomodoro.

È la prima stima di Coldiretti Mantova, in seguito ai sopralluoghi dei propri tecnici sul territorio, anche se il bilancio delle perdite dovrà essere fatto nelle prossime settimane e potrebbe essere ben più oneroso, come conseguenza di un minore sviluppo vegetativo delle piante e conseguenti perdite di prodotto. Effetti di un cambiamento climatico particolarmente pressante negli ultimi giorni. Continua a leggere

OSTIGLIA – MALTEMPO: 40 MILLIMETRI DI ACQUA E GRANDINE IN MEZZ’ORA. Longhi: colpiti meloni e angurie in pieno campo e dimezzata produzione in serra

È la seconda volta che prendiamo grandine nel giro di due settimane, è una stagione terribile”. A dirlo è Corrado Longhi, agricoltore di Ostiglia, una delle vittime della bomba di acqua e grandine che dalle 16:30 circa ha flagellato il territorio.

maltempo 5

In mezzora sono scesi 40 millimetri di acqua, calcola Coldiretti Mantova. “La grandine ha distrutto angurie e meloni in pieno campo”, dice Longhi. Un 2019 da dimenticare sul piano meteo-climatico. Prima la siccità dell’inverno, poi pioggia, maltempo e temperatura abbondantemente al di sotto della media fra marzo e la fine di maggio.

Oggi pomeriggio, giovedì 6 giugno, l’ennesimo colpo di coda di un clima impazzito.

Già la produzione di meloni sotto serra si è dimezzata per il freddo di maggio, ora la seconda grandinata con bomba d’acqua annessa”. La stima dei danni è prematura. “Dovremo aspettare un paio di giorni per capire quali danni ha provocato e su quanti ettari”, afferma Longhi.

I tecnici di Coldiretti Mantova sono disponibili per raccogliere le segnalazioni di danno ed effettuare i sopralluoghi in campo.

Maltempo Coldiretti Mantova: DANNI a MELONI, POMODORI e ERBA MEDICA. ADDIO AL FIENO MAGGENGO

grandine ai meloni.jpgIl maltempo scuote ancora il territorio mantovano, con 50 millimetri di acqua, mista a grandine, caduti in meno di un’ora. A tre settimane dall’arrivo ufficiale dell’estate, sembra invece di vivere in Scozia. Un clima decisamente insolito, che sta aggravando – sottolinea Coldiretti Mantova – la situazione delle aziende agricole, fra danni diretti e indiretti.

F. Nadalini assessore comune di Ostiglia

Quest’anno tenere in piedi le aziende sarà una sfida, per noi produttori di melone”. È il commento amaro di Francesca Nadalini, imprenditrice agricola di Santa Croce di Sermide. “Oggi (25 maggio) in 12 minuti, a partire dalle 16.00, sono scesi 28 millimetri di acqua e grandine – dice -. I meloni sotto serra si sono salvati, dove invece non avevamo ancora messo le coperture, le piantine hanno dovuto fare i conti con un mare di acqua improvvisa”. Continua a leggere

COLDIRETTI MANTOVA – Gdo e mercati ortofrutticoli: CARRA “è chiaro che non basta avere il prodotto buono, le aggregazioni saranno necessarie”

Qualità, sostenibilità, aggregazione dell’offerta, attenzione all’ambiente e alle risorse idriche, potenziamento della infrastrutture strategiche, comprese quelle immateriali. Sono le sfide che dovrà sostenere l’ortofrutta, se vorrà rimanere sul mercato e non farsi schiacciare dalla concorrenza, anche estera. È quanto emerso dal convegno organizzato da Coldiretti Mantova ieri mattina (1 febbraio) a Sermide sul tema “Grande distribuzione e mercati ortofrutticoli, quali opportunità?”. Moderatore dell’evento è stato Andrea Montaldi, segretario della zona di Sermide-Felonica e Ostiglia.

coldoretti mantova convegno a sermide.jpgLe produzioni d’élite, in un’area come quella del Basso mantovano vocata alla produzione di melone, cocomeri, pere, mele, zucche, non mancano. Caso tipico quello del melone mantovano. “Nel 2013 siamo partiti con 400 tonnellate di meloni – ha ricordato Mauro Aguzzi, presidente del Consorzio del melone mantovano Igp -. Nel 2018 abbiamo commercializzato 6.500 tonnellate, per il 98% vendute alla grande distribuzione organizzata”. Continua a leggere

SERMIDE-FELONICA – Grande distribuzione e mercati ortofrutticoli, quali opportunità? CONVEGNO CON COLDIRETTI MANTOVA

Grande distribuzione e mercati ortofrutticoli, quali opportunità?”. È questo il titolo del convegno organizzato da Coldiretti Mantova, in programma venerdì 1 febbraio alle ore 9:30 al Centro Auser di via Togliatti 13 a Sermide-Felonica.

I saluti introduttivi sono affidati a Fausto Mantovani, presidente della sezione di Sermide di Coldiretti, e Andrea Costa, presidente della sezione di Felonica di Coldiretti. Continua a leggere