OLIGO EDITORE PRESENTA: LEGNO VERDE, il nuovo romanzo di COSIMO ARGENTINA

LEGNO VERDE.jpg

A distanza di 15 anni da Cuore di cuoio, Argentina torna con un prequel nelle strade di Taranto in compagnia di un ragazzino dei quartieri popolari, Umberto Babilonia.

Umberto Babilonia è un disincantato dodicenne cresciuto in un quartiere popolare di Taranto negli anni ’70. Parla lo slang del rione e ha poche idee, ma ben chiare. Ama le donne mature, adora il calcio, gli piace suonare le tastiere per finta e organizzare tornei con le figurine Panini, sta volentieri con gli amici e non sopporta di essere chiamato per nome dai compagni di classe. Continua a leggere

MANTOVA – “IL PROFUMO DEL LOTO: Il Giappone a Mantova”. Conoscere ed ammirare la bellezza e L’Arte Giapponese

il profumo del loto 2019 - presentazione in comune a mantova.jpg

Presentato in Comune a Mantova dall’assessore all’Unesco del Comune di Mantova Paola Nobis, dalla presidente della associazione giapponese Cinzia Geretti e Diletta Piazza dell’Ufficio turistico del Comune di Mantova la decima edizione “IL PROFUMO DEL LOTO: Il Giappone a Mantova”  che si terrà dal 13 al 17 Novembre 2019. Cinque giorni di workshops, esposizioni, laboratori, dimostrazioni, concerti e performance per avvicinarsi, conoscere ed ammirare la bellezza e L’Arte di un’affascinante paese quale è il Giappone. Continua a leggere

FULVIA DEGL’INNOCENTI presenta: LA NONNA ALIENA. Un inno al sogno di ogni bambino di compiere imprese impossibili

la nonna alienaPer Risfoglia Editore a novembre in tutte le librerie LA NONNA ALIENA, il nuovo libro di Fulvia Degl’Innocenti, scrittrice e giornalista che da oltre vent’anni si dedica alla scrittura per bambini e ragazzi, ora in libreria con il suo ultimo romanzo.

Autrice che ama incontrare i giovani lettori  nelle biblioteche, nelle librerie, nelle scuole, nei festival, cercando sempre di contagiarli con il suo amore per le storie,  suggerendo loro che ci sono storie nascoste dietro a ogni cosa, e che la vera  magia è quella dello scrittore, che fa apparire mondi e creature che fino ad allora non esistevano. Continua a leggere

“LUNGO LA STRADA UN CAMMINO”: USCITO IN LIBRERIA IL NUOVO LIBRO DEL POETA MARCHIGIANO FABIO STRINATI

fabio strinatiUscito da pochi giorni Lungo la strada un cammino, il nuovo libro del poeta marchigiano Fabio Strinati, pubblicato con Transeuropa Edizioni. Si tratta di un’opera colta, matura, un diario di bordo pregno di esperienze visive ed interiori che lo scrittore e poeta di Esanatoglia (attraverso un viaggio che sembra non avere fine né ritorno), scrive quasi di getto durante i suoi numerosi viaggi che sembrano narrare storie vissute, consumate, prese per mano in un’epoca che tanto assomiglia a una dimensione lontana e assai distante dal pensiero comune. Continua a leggere

EDOARDO RASPELLI FESTEGGIA 50 ANNI SULLA CARTA STAMPATA

Edoardo Raspelli

Il primo luglio 1969, a 20 anni, una notiziola siglata sul quotidiano di Piacenza Libertà- Il 23 settembre 1969, in seconda Liceo Classico, il primo articolo sul Corriere della Sera.
ll pretesto, il grimaldello diciamo così, fu un giornale del Ventennio Fascista, La Scure. Colpa sua se Edoardo Raspelli ha cominciato a scrivere sui giornali , proprio 50 anni fa…
Su La Scure scriveva sia Giuseppe Raspelli, segretario nazionale del Sindacato Unico Fascista degli Ospedalieri, papà di Edoardo, sia il padre del giornalista Claudio Benedetti, grande esperto di sci, inviato speciale del Corriere della Sera, che sarebbe poi morto sotto una valanga in Val d’Isere.

Era il settembre del 1969, Edoardo Raspelli aveva appena compiuto 20 anni e faceva la seconda liceo classico nella sez.E del Carducci di Milano (stessa classe, anni prima, di Bettino Craxi e Claudio Martelli). Edoardo aveva frequentato da bambino il Centro Federale Tennis di Pievepelago (Modena) accanto ad un certo Adriano Panatta. Claudio Benedetti lo accolse al piano terra di via Solferino 28, lesse il pezzo sulla scuola del tennis… Ma non c’era spazio nelle pagine dello sport e lo indirizzò alla redazione letteraria, da Gaspare Barbiellini Amedei e Raffaele Fiengo… Il suo articolo, venne pubblicato sulle pagine Tempo dei Giovani curate dal professor Mario Robertazzi il 23 settembre. Continua a leggere

MANTOVA – RIO EDIZIONI – OLIGO EDITORE: GLI EVENTI IN OCCASIONE DI FESTIVALETTERATURA

Anche quest’anno, in occasione di Festivaletteratura che si terrà a Mantova a partire da oggi, 4 settembre e fino a domenica 8, Il Rio Edizioni presenta i propri libri nelle piazze del centro storico di Mantova, nelle ormai consuete location del vestibolo di Sant’Andrea – proprio accanto alla nostra libreria di piazza Mantegna – e sotto i portici antistanti al laboratorio artigiano “La Corte dei Gonzaga” in piazza Concordia.

il rio edizioni.jpgIl 2019 porta due novità: la presentazione del quarto numero dei “Quaderni del caffè”, nella sede del Caffè letterario di Mantova, e un evento a cura di Coldiretti – Campagna Amica, nello stand di piazza Martiri di Belfiore. Continua a leggere

SAN BENEDETTO PO – “ARTE E CRITICA D’ARTE A MANTOVA”. ROBERTO PEDRAZZOLI PROTAGONISTA ALLA GALLERIA ZANINI ARTE

La Galleria d’Arte antica e contemporanea ZANINI ARTE nella sede di via Virgilio 7 a San Benedetto Po, sabato 1° giugno alle ore 18.00 presenta il libro evento di Roberto Bedrazzoli “ARTE E CRITICA D’ARTE A MANTOVA” (Edizioni Tre Lune).

pedrazzoli 5.jpg

Roberto Pedrazzoli ha affidato ad una pubblicazione curata da Edizioni Tre Lune un’ampia antologia di scritti critici di studiosi e poeti che in oltre cinquant’anni hanno “raccontato” la sua ricerca artistica.  “E’ con le loro riflessioni e provocazioni che idee non ancora definite, intuizioni e percezioni latenti hanno trovato sbocchi espressivi” – scrive l’artista nella nota introduttiva. Continua a leggere

LIBIOLA di SERRAVALLE A PO – UN ORIZZONTE CHIAMATO CINEMA: 115 DI CINEMA RACCONTATO DA PAOLO PROTTI

Paolo Protti, lunedì 13 maggio, torna a Libiola, la piccola frazione di Serravalle a Po in cui i pionieri Gino e Ottorino partorirono la lunga impresa cinematografica della famiglia Protti, raccontata nel libro Un orizzonte chiamato cinema (Ed. Sometti).
La presentazione del libro è ospitata nella Sala Polivalente “Gli Zingari” (via degli Zingari)e coinvolge tutta la comunità locale: l’incontro è preceduto da un aperitivo alle 19.30 e termina con un momento conviviale.

un orizzonte chiamato cinema

Scrivi Protti e leggi Cinema.
A 115 anni dalla prima impresa cinematografica dei pionieri Gino e Ottorino, Paolo Protti racconta una grande famiglia, arrivata ormai alla quarta generazione di sognatori in celluloide.
Era infatti il 1904 quando nella bassa e nebbiosa provincia mantovana iniziò a prendere forma un’avventura che da allora non si sarebbe più fermata. Nemmeno di fronte alle guerre, alle crisi dei cinema di provincia e poi di quelli cittadini o davanti alle bizze di una politica non sempre collaborativa.
Un’avventura ramificata, che da Mantova avrebbe presto allargato i suoi confini; perché i Protti sono sognatori certo, ma hanno dimostrato di essere soprattutto grandi imprenditori, capaci di muoversi nella sensibilità del gusto popolare immaginando sempre il passo successivo.
Il racconto che ne esce è appassionato, denso di ricordi e aneddoti che restituiscono un tempo passato e accompagnano i cambiamenti di una società e dei suoi costumi. Un cinema fatto anzitutto di persone, della loro generosità e dedizione al lavoro. Un impegno che continua, lungo la strada di quel sogno chiamato Cinema.

32° Salone Internazionale del Libro di Torino: MnM & Amolà Edizioni sarà presente con due nuove pubblicazioni

La mantovana MnM & Amolà Edizioni sarà presente con un proprio stand all’imminente Salone Internazionale del Libro di Torino (E32 – padiglione 1), la più importante manifestazione italiana nel campo dell’editoria che si svolge al centro congressi Lingotto Fiere. Allo stesso stand si terranno due appuntamenti con ospiti nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 maggio.

Continua a leggere

GAZOLDO D/ IPPOLITI: Ospiti della Postumia: il pittore FABIO FILIPPINI, IL DESIDERIO Ensemble Madrigalistico e la scrittrice ADRIANA ASSINI

FILIPPINI.jpgIl 25 aprile Festa della Liberazione, l’Associazione Postumia nella sede di Rocca Palatina – Palazzo Pacchelli Bosoni sito in via Marconi 123 inaugura la mostra La montagna e il mito di Prometeo del pittore FABIO FILIPPINI curata da Edoardo Bassoli.

“ … Rocce e vette che assumono forme tali da renderle al pari di esseri viventi, contenitori dell’animo: nell’abbraccio della natura, vissuta e descritta, l’artista sa trovare quella libertà che spesso nel nostro quotidiano viene tragicamente negata” (Franco Bulfarini, 2007)

FABIO FILIPPINI nasce a Torricella di Motteggiana il 12 settembre del 1949. Frequenta l’Istituto Arti e Mestieri di Suzzara e si avvicina alla pittura negli anni Settanta. I primi lavori artistici lo vedono interprete di vedute del “suo” fiume, il Po. Continua a leggere