L’ARTISTA MAURO TAMPIERI ALLA GALLERIA ARIANNA SARTORI

p1270158-copia

di Paolo Biondo

Prosegue tra l’interesse generale la mostra dal titolo “Oltre il volo. (La fantasia)”, personale dello scultore Mauro Tampieri allestita a Mantova alla Galleria Arianna Sartori.

L’esposizione è curata da Arianna Sartori e vuole essere, sino al prossimo 27 giugno, un’interessante opportunità per apprezzare il fascino delle opere, in particolare sculture in ceramica, realizzate dall’artista faentino.

Chi, nel complesso mondo dell’arte della ceramica odierna, avesse l’intenzione di monitorare le presenze di un mondo quasi dissolto non potrebbe non incontrare nel suo cammino Mauro Tampieri.

Egli si è formato in una grande scuola quale l’Istituto Statale d’Arte per la Ceramica “G. Ballardini”, una realtà dove l’arte e la scienza della ceramica procedevano programmaticamente di pari passo.

Ha collaborato per anni con Carlo Zauli, suo insegnante insieme ad Angelo Biancini, ritenendone le sollecitazioni per una forma certamente convulsa ma sostenuta ancora da un ideale di classica compostezza; si è confrontato con il panorama della ceramica artistica contemporanea, con debiti e crediti.

Il mondo di Tampieri è ancora quello, antico e moderno, un mondo di un artista dedito ad una estrema cura delle materie: alle loro insite possibilità e alle loro più intime vocazioni espressive.

Dal 1967 al 1973 insegna Formatura e Foggiatura presso l’Istituto d’Arte “Domenico Colao” di Vibo Valentia. Nel 1973 ottiene il trasferimento a Faenza occupando la Cattedra di Formatura e Stampatura all’Istituto Statale d’Arte per la Ceramica “G. Ballardini”, dove insegna fino al 1993. Dal 1982 è membro dell’Accademia Internazionale della Ceramica di Ginevra.

Dal 1975 ad oggi ha partecipato ad innumerevoli mostre e concorsi in Italia e all’estero ricevendo riconoscimenti importantissimi.

La mostra è aperta dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle19,30 mentre è chiusa nei giorni festivi.

Rispondi