SABBIONETA e CASALMAGGIORE – “Spaesamenti” dello scultore Italo Lanfredini

 lanfrediniOK_ev

dal 23 maggio al 27 settembre 2015

Prosegue con successo “Spaesamenti” dell’artista sabbionetano Italo Lanfredini che è stato invitato ad interpretare attraverso l’installazione delle sue sculture in luoghi storici rappresentativi nelle due antiche cittadine di Sabbioneta e Casalmaggiore, sviluppando un sentiero per dare ulteriore valore a un territorio che nel suo complesso offre notevoli spunti per nuovi racconti d’arte.

A Casalmaggiore il percorso tracciato dall’artista accompagna dai luoghi più frequentati: la piazza, il museo, il duomo, a quelli quasi dimenticati, relegati ai margini, quasi spariti dietro porte chiuse quale è il caso delle Chiese dell’ex Ospedale e di San Sebastiano.

Le opere di Lanfredini danno nuova risonanza a questi luoghi, ne ristabiliscono la centralità e le uniscono alle chiese che ancora mantengono intatto il loro valore storico e culturale come ad esempio il Duomo e San Francesco. Per queste chiese Lanfredini ha scelto opere intense, dall’alto valore simbolico, in sintonia con la sacralità del luogo: Oltre la soglia, Tempio, Culla del vento, Grata e Approdo.

FB_IMG_1431979970756_13580_92

Il percorso prosegue verso Sabbioneta nella chiesa di Motta San Fermo, luogo di riconoscimento di una piccola comunità, anch’essa a margine, segna il passaggio da un comune all’altro, ma la continuità del territorio al di là dei limiti amministrativi, è suggerita da Soglia precaria, collocata in questa chiesa e dall’opera Tre assi installata sul sagrato del Santuario di Vigoreto.

A Sabbioneta le opere di Lanfredini offrono al visitatore una lettura critica degli spazi di Palazzo Giardino, dove Vespasiano Gonzaga si appartava nel suo studiolo, riceveva gli amici letterati, ai quali mostrava la sua collezione d’arte e le maraviglie esposta in Galleria.

Nel giardino, col suo spazio rettangolare segnato ai punti cardinali da nicchie che fingono grotte, vi è la collocazione ideale per la suggestiva installazione dell’opera Nidi.

All’interno del Palazzo il dialogo più prossimo delle opere di Italo Lanfredini è con le pitture antiche e le loro simbologie, con le architetture dipinte e reali dello spazio prospettico della Galleria, segnato dalle colonne della sua “Foresta impugnabile”. Al termine del viaggio, nella suggestiva piazzetta della chiesa di San Rocco, l’artista ha posto una simbolica Soglia del viandante smarrito, invito a perdersi nell’intrico di strade della città.

hqdefault

Il percorso è stato organizzato da: Parrocchia di Santo Stefano e San Leonardo di Casalmaggiore, Parrocchia di Sabbioneta, Museo di Arte Sacra di Sabbioneta, Pro Loco di Sabbioneta. Con la partecipazione degli studenti del Liceo Classico Romani di Casalmaggiore catalogo della mostra edito dalla Biblioteca Civica A.E. Mortara di Casalmaggiore con testi di Marina Travagliati e Marco Orlandi

Contatti: IAT Sabbioneta, p.zza d`Armi, 1

Telefono: 0375 52039 E-mail: info@iatsabbioneta.org

Sito: www.iatsabbioneta.org

foto di repertorio web

Rispondi