MANTOVA MATILDICA – LO STORICO PAOLO GOLINELLI OSPITE ALLA ROTONDA DI SAN LORENZO

imagesRotonda_di_San_Lorenzo_

 “Matilde di Canossa: l’attualità di una donna di potere di 900 anni fa”

EVENTO GRATUITO

di G.Baratti

Proseguono gli eventi in suo onore in tutti i luoghi del suo feudo. Giovedì 24 settembre alle 17.30 alla ROTONDA DI SAN LORENZO, luogo che fu fatto erigere dalla Comitissa verso la fine del se. XI, il professor Paolo Golinelli, ordinario di storia medievale all’Università di Verona,  massimo studioso e conoscitore di Matilde, presenta la Grancontessa sulla scorta dei suoi studi e delle sue pubblicazioni.

Paolo Golinelli

In particolare gli ultimi scritti: Breve storia di Matilde di Canossa (Mursia) e L’ancella di San Pietro. Matilde di Canossa e la Chiesa (Jaka Book), l’uno dal piglio divulgativo; l’altro, un testo scientifico.   

Matilde di Canossa è stata una delle più potenti donne della storia italiana, una delle prime grandi figure della diplomazia europea. Vissuta nel periodo medievale, divenne contessa di Toscana alla morte di suo padre, Bonifacio III di Canossa, che già era marchese e duca della Tuscia, di origine longobarda; entrò nella storia e nella leggenda come nessuna donna prima di lei. La sua tomba che è mausoleo, fu scolpita dal Bernini ed è conosciuta con il nome di “onore e gloria d’Italia.

 cop

BREVE STORIA. Novecento anni fa, nella notte tra il 24 e il 25 luglio 1115, moriva a Bondeno di Roncore Matilde di Canossa. Da allora il suo nome ha percorso tutta la storia, e lei è stata vista e rappresentata nei modi più diversi. C’è stato chi l’ha esaltata quasi come una santa, chi l’ha fatta oggetto di scherno e disprezzo, chi l’ha denigrata come l’amante di un papa (Voltaire) e chi ne ha fatto un’antesignana del moderno femminismo. È stata uno dei protagonisti della storia del suo tempo, quel pieno Medioevo in cui la società ha avuto una grande ripresa demografica e un notevole risveglio economico. Ma chi era in realtà Matilde? Quali sono le tracce che ha lasciato nei giorni nostri?

71RR6YIYlQL

L’ANCELLA DI SAN PIETRO. Matilde di Canossa è forse il personaggio femminile più importante e discusso del Medioevo europeo. Gregorio VII la definì nelle sue lettere “l’ancella di san Pietro”. In lei convergevano le responsabilità di governo di una potente e ricca dinastia e insieme le istanze di cambiamento della Chiesa, poi confluite nella cosiddetta “Riforma Gregoriana”. In questo libro vengono analizzati i rapporti di Matilde col mondo ecclesiale, a partire dalla prerogativa dei Canossa di insediare i pontefici, passando ai rapporti di Beatrice e Matilde con Gregorio VII, all’esame di quell’evento che fu l’incontro di Canossa, all’influenza della Contessa sulla successione a Gregorio, ai rapporti che ebbe con Sant’Anselmo d’Aosta, con Enrico V e con le donne di potere del suo tempo. Si prosegue con la questione dell’eredità di Matilde, alla quale si legano la nascita e la diffusione del suo mito, ripercorso nella storiografia confessionale della Controriforma, per concludersi con la visione di Matilde nel contesto delle relazioni con chiese locali e monasteri, come Orval in Belgio e l’abbazia di S. Benedetto Polirone, dove scelse di essere sepolta 900 anni fa.

Ricordiamo inoltre che alla Rotonda di San Lorenzo prosegue “Io, Matilde”, un saggio fotografico di Selby Hickey.

Si anticipa inoltre, che sempre nel suggestivo contesto della Rotonda di San Lorenzo Venerdì 9 ottobre alle 21 ci sarà una performance teatrale dal titolo Matilde, donna e contessa di Hic sunt Histriones gruppo di teatro storico sperimentale ostigliese, testo di Gabriella Motta, regia di Gabriella Chiodarelli.

Ingresso libero a tutti gli eventi

CASA ANDREASI Mantova Via Frattini, 9 tel 0376 322297 – 345 1539547 –

345 0210847   casandreasi@virgilio.it   www.casandreasi.it

Annunci

Rispondi