LUGANO/MANNO – WEB REPUTATION, COME TUTELARSI?

Avv.to Edy Salmina

Avv.to Edy Salmina

 Conferenza aperta al pubblico

La tutela della propria reputazione on line, della privacy e della proprietà è oggi più che mai un argomento di discussione.  Questa la tematica che verrà affrontata mercoledì 4 novembre nell’incontro “Web Reputation, come tutelarsi?” in programma alla Sala Anfiteatro della SUPSI a Lugano-Manno (Centro Galleria 2, Lugano-Manno) alle ore 17.30.  Professionisti del settore legale ed informatico si confronteranno sulla legalità ai tempi del web.

Interverranno l’Avv. Edy  Salmina, autore  di  numerosi  contributi  scientifici  in  ambito  di  diritto   penale,  diritto  dei  media  e  privacy; l’Avv. Luca Mazzanti che si occupa,  in  particolare,  di diritto  penale  d’impresa  e  di  diritto  penale  tributario; l’Avv. Sveva Antonini, specializzata  nella  proprietà  intellettuale  dal  2003,   oggi  responsabile  del   Dipartimento  legale  di  Red  Points ed  autrice  di  pubblicazioni  in  tema  di  diritto  d’autore e media; l’Ing. Alessandro Trivilini, docente di ingegneria  del  software  e  responsabile  del  Laboratorio  di  informatica  forense   della  SUPSI.  Autore di libri e pubblicazioni  scientifiche  sul  tema  della  sicurezza  informatica,  ha  lavorato  per  alcuni  anni  in Silicon  Valley  in  qualità  di  sviluppatore  di  software  nel  campo  della  sicurezza  aeroportuale.

Avv. Sveva Antonini

Avv.to Sveva Antonini

Nella nostra “società del rischio” avere una buona reputazione on line, oggi fortemente determinata dal motore di ricerca Google, è ormai una condizione necessaria per avviare o continuare rapporti personali, professionali, amministrativi o finanziari.

Tuttavia nella attuale società della comunicazione nulla è esposto a rischio come la reputazione stessa. Oggi, la guerra della reputazione si vince o perde sul web. Violazioni della privacy, pubblicazioni di immagini private senza il nostro consenso sono all’ordine del giorno e molto spesso non si ha la percezione e la conoscenza di come potersi difendere.

Ing. Trivilini

Ing. Alessandro Trivilini

Subito dopo la Sentenza della Corte di Giustizia Europea del 13 maggio 2014 – che ha riconosciuto il diritto all’oblio, ovvero il diritto per l’utente di scomparire dal web quando le notizie che lo riguardino non siano più oggetto di cronaca –  Google ha ricevuto un totale di 250.000 richieste di rimozione links,  di cui 1645 di cittadini svizzeri, 11.512 dall’Italia, 13.478 dalla Spagna,  18.597 dalla Gran Bretagna, 25.272 dalla Germania e, prima assoluta, la Francia con le sue 29.250 casi di richieste di rimozione.

Tuttavia solo circa il 25% delle richieste viene accolta dal colosso statunitense e i tempi non sono sempre velocissimi.

Ecco perché nella conferenza si affronteranno altre possibili soluzioni per “scomparire dal web”, anche attraverso l’esempio di alcuni case history.  È importante che chi utilizza la rete capisca che non si tratta più di un terreno caratterizzato da sola libertà, ma anche di uno strumento che deve essere   soggetto a  limiti nel  momento  in  cui  sono coinvolti  i  diritti  della  persona.  Conoscenza e informazione sulla tutela  della  reputazione  in  rete  diventano quindi  pretesto  di  discussione  per   aprire  un  confronto mirato.

Red Points, capofila europeo nel settore della Web Reputation, è nata nel 2011 e con sedi in Spagna, Germania, Italia e Inghilterra: società composta da un team di avvocati esperti in proprietà intellettuale/diritto penale e informatici specializzati, si avvale di un innovativo software in grado di monitorare, localizzare e gestire la rimozione/de-indicizzazione da Google delle lesioni del diritto all’immagine e alla reputazione di persone e aziende.

Per Info: info@redpoints.it — www.tuteladigitale.it — www.redpoints.it

Annunci

Rispondi