ROMA – MOSTRE E VISITE GUIDATE

santo-stefano-rotondodi G.Baratti

Per questo week end di metà novembre la Storica dell’arte Chiara Proietti ha organizzato per chi intendesse partecipare, degli appuntamenti davvero speciali a partire da Sabato 14 novembre ore 15.30 “Case Romane al Celio”. Clivo di Scauro, adiacente Piazza SS. Giovanni e Paolo (Celio).

All’interno del progetto Roma Sotterranea – visita al complesso residenziale di età romana tra il I e il IV sec. d.C. conservato nelle migliori condizioni e le Case Romane al Celio. Un suggestivo itinerario attraverso oltre venti ambienti ipogei su vari livelli, in parte affrescati con pitture databili tra il III secolo d.C. e l’età medioevale. Il Clivo di Scauro con decorazioni del I e IV secolo d.C.

ghetto

Domenica 15 novembre ore 11.00  “Il Ghetto Ebraico” Piazza Mattei, Fontana delle Tartarughe. Si scoprirà il fascino, la storia e le leggende del Rione Sant’Angelo, il Ghetto Ebraico di Roma; capire la sua trasformazione nei secoli, un tempo zona malsana e chiusa ed oggi luogo di vivace incontro culturale cittadino.

Si inizia il percorso da Piazza Mattei per ammirare la Fontana delle Tartarughe di Giacomo della Porta con il contributo prezioso di Gian Lorenzo Bernini, il Palazzo omonimo legato ad una storica leggenda romana ed il Palazzo Costaguti.

Si percorreranno i vicoli – Via della Reginella per osservare i sampietrini dorati- testimonianza della ristrettezza, dell’angustia e dell’oscurità dell’antico Ghetto per giungere a Piazza delle Cinque Scole fino al Monte de’ Cenci, dove la Proietti narrerà la storia di Beatrice e le leggende legate al suo mito.

Successivamente si arriverà al Portico d’ Ottavia e al Teatro di Marcello per osservare la pietra di pesce e gli storici locali della zona – Limentani, noto per le sue liste di nozze! Inoltre, si fermerà lo sguardo sulla lapide commemorativa del 16 ottobre 1943: il “sabato nero” del Ghetto, quando mille ebrei furono deportati nei campi di sterminio.

Al termine della visita si giungerà davanti la Sinagoga per osservarne i simboli e lo stile, i Palazzi adiacenti decorati con splendide immagini liberty. Il rione più piccolo di Roma, eppure il più denso di sofferenza e storia. Durante la visita, per chi lo desidera degustazione di specialità Kosher. (Costo : Euro 10,00 ( visita e cuffie). Appuntamento a Piazza Mattei, davanti la Fontana delle Tartarughe. Prenotazione obbligatoria)

balthus

Domenica 15 novembre ore 16.30 ” Balthus”. Scuderie del Quirinale. Via XXIV Maggio, 16 Grande retrospettiva organizzata a quindici anni dalla morte del Maestro e dall’ultima esposizione a lui dedicata in Italia. In visione ci saranno oltre duecento opere provenienti dai più importanti musei del mondo e da prestigiose collezioni private e alcune sezioni sono dedicate a fotografie inedite e disegni. Capolavori appartenenti a tutte le fasi creative di Balthus, in un percorso cronologico che si sviluppa intorno ai temi centrali: l’eredità rinascimentale, l’infanzia, l’influenza di opere letterarie come Cime tempestose di Emily Brontë e Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll; l’importanza degli scambi con Antonin Artaud, André Derain, Alberto Giacometti o con suo fratello Pierre Klossowski.

Sosta dinanzi opere fondamentali : La toilette de Cathy (1933), Le Roi des chats (1935), Les enfants Blanchard (1937), La Patience (1946-48), La Chambre (1952-54), Le Rêve II (1956-57), La Phalène (1959), Les Joueurs de cartes (1968-73), Le Peintre et son modèle (1980-81).

Eccezionale il prestito del primo grande capolavoro di Balthus, La Rue (1933) dal MOMA, presentato per la prima volta a fianco alla prima versione del dipinto, realizzata dall’artista nel 1929.

La Proietti spiegherà il profondo legame del Maestro francese con l’Italia, integrata dalla conoscenza dei movimenti quali il Realismo magico e della Metafisica – oltre che dalla Nuova Oggettività tedesca –  dove trae origine quell’atmosfera sospesa ed enigmatica che è caratteristica distintiva delle sue opere, in particolare dei capolavori degli anni Trenta. (Costo: Euro 20,00 (ingresso, visita e cuffie). Appuntamento davanti l’ingresso del museo)

La Prenotazione è sempre obbligatoria inviando una MAIL a info@chiaraproietti.it (indicando il nome del/i prenotati, il numero e il recapito telefonico) oppure chiamare al 335 67 47 268.  Il Pagamento, salvo alcuni casi richiesti dal museo, viene effettuato sul posto della visita.

Gruppo e Pagina Facebook: Visite Guidate di Chiara. Le prossime visite guidate sono fissate per sabato 21 alle ore 12.00 con l’apertura straordinaria del Sepolcro degli Scipioni, domenica 22 alle ore 10.30 mostra dedicata agli Impressionisti presso il Complesso del Vittoriano. Le date in calendario, sono già prenotabili.

Annunci

Rispondi