MANTOVAMUSICA 2016: UN ANNO DI FORTI EMOZIONI

Il sindaco Mattia Palazzi con i responsabili delle tre associazioni.jpg

di Paolo Biondo

Ecco MANTOVAMUSICA 2016; ovvero le stagioni artistiche solitamente firmate dalla Società della Musica, i Concerti della Domenica ed Eterotropie Piano Festival che dal prossimo anno diventeranno una sola. Grazie a questa prestigiosa vetrina la “Mantova capitale d’Italia della cultura 2016” esalterà, attraverso anche le sette note, tutti quegli aspetti che la rendono unica.

Tolti i veli lo scorso 9 dicembre, tra l’entusiasmo generale e nella sala consigliare del Comune di Mantova al progetto denominato appunto “Mantovamusica 2016”, che ha trovato le sue fondamenta nelle sinergie individuate da coloro che si sono posti in cabina di regia.

Ad illustrare i vari aspetti della rassegna di concerti che spaziano in molti generi musicali, vi erano il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, e i responsabili di: Società della Musica, Stefano Giavazzi, Concerti della Domenica, Stefano Maffizzoni, ed Eterotropie Piano Festival, Leonardo Zunica.

Prima di entrare nel merito dei vari aspetti che caratterizzeranno la stagione musicale è stato proiettato un video realizzato dagli studenti del Liceo Artistico di Mantova che racchiude tra suoni e immagini lo spirito dello sforzo posto in essere per offrire un prodotto, Mantovamusica, di grande qualità.

Un plauso, poi, è stato rivolto a colui che ha creato il logo della manifestazione ovvero Victor Cavazzoni e a Federica Restani di Ars Teatro.

Numerosi gli appassionati presenti in sala consigliare.jpg

La stagione aprirà i battenti il 10 gennaio prossimo con il concerto dal titolo “I giorni impossibili” che verrà proposto alle 17 al Teatro Bibiena ed avrà come protagonista Stefano Gueresi Trio.

Da quel momento sarà un susseguirsi incalzante di eventi che sino al 18 dicembre regaleranno emozioni ed entusiasmo.

In più diventeranno l’occasione per apprezzare in una veste del tutto particolare anche le location individuate; vedi l’auditorium Monteverdi, l’ex chiesa Madonna della Vittoria, che diventerà pure sede della Società della musica, l’auditorium Cavazzoni, Palazzo Te, lo Spazio Studio S. Orsola, il Parco delle Bertone, lo Show Room Lubiam, Palazzo della Ragione, LaCucina, il Cinema Carbone e la Teresiana.

Particolare soddisfazione per il risultato conseguito è stata espressa dal sindaco Mattia Palazzi che inoltre ha ribadito come solo attraverso la volontà di tutti ad un percorso collaborativo sia possibile raggiungere traguardi che sappiano coniugare le opportunità di crescita culturale della comunità con quelle di sviluppo in vari ambiti.

Il progetto presentato in questa occasione – precisa il primo cittadino – segna un passaggio importante per Mantova; un’esperienza che dovrà fare da riferimento per altre che verranno proposte in futuro. In momenti come questi diviene più che mai opportuno unire gli sforzi piuttosto che continuare a percorre in solitaria strade che necessitano di investimenti economici di un certo rilievo, investimenti che però non ci sono a disposizione. Inoltre sono orgoglioso di un progetto simile perché saprà dare visibilità anche a quella Mantova che punta, attraverso la cultura e l’arte, a valorizzare anche elementi come il turismo”.

Leggi e Scarica il programma

 

Annunci

Rispondi