SABBIO CHIESE (Bs)– TORNA FESTINSTRADA

Domenica 25 settembre 2016 il centro storico di Sabbio Chiese accoglierà la terza edizione di FESTINSTRADA, spettacoli di Teatro Urbano in un pomeriggio di festa con performance adatte ad ogni tipo di pubblico: costituisce un’occasione d’incontro, di svago, un momento in cui tutti, grandi e piccoli, potranno vivere le vie del centro storico in un modo nuovo e partecipato.Il programma dell’iniziativa quest’anno comprende cinque titoli per un totale di sette spettacoli di circo contemporaneo, che si terranno domenica 25 settembre a partire dalle ore 14.45 tra Piazza Rocca, Piazza del Comune, Piazza Paolo VI, Via XX Settembre e Via Caduti.

Sabbio Chiese ha già ospitato nel 2014 e 2015 altri artisti, con grande successo; quest’anno l’Amministrazione Comunale ha voluto continuare a dare spazio al teatro urbano.

L’evento è stato creato dalla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Sabbio Chiese, la Commissione Cultura, la Biblioteca di Sabbio e C.L.A.P.Spettacolodalvivo (Circuito Lombardia Arti Pluridisciplinari) con il patrocinio dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Il guardaroba di un artista è potenzialmente illimitato. Un artista può vestire i panni di un clown, di un acrobata, di un dottore, di un pescivendolo. Il palcoscenico di un artista è ovunque: un teatro, una stazione ferroviaria, una piazza.

 Un artista si muove, cerca il suo spazio; tant’è vero che la radice più remota della parola artista richiama il movimento, l’andare, il muoversi verso qualcosa. Il moto di un artista lo porta ad affacciarsi sul mondo, ad entrare nelle città, nei paesi.

PROGRAMMA

Domenica 25 settembre 2016

Ore 14.45, Piazzale Paolo VI: NANIROSSI SHOW (di e con i Nanirossi)

Ore 15.45 e ore 16.45, Piazza Rocca: SWING (di e con Mauricio Villarroel)

Ore 15.45 e ore 16.45, Semaforo via XX Settembre: TRA LE SCATOLE (di e con Giulio Lanzafame)

Ore 17.45, Via Caduti 1: TIPI DA STRADA (di e con la Compagnia degli Anni d’Oro)

Ore 18.30, Piazza del Comune: NAUFRAGATA (di e con il Circo Zoè)

nanirossi show.jpgNANIROSSI SHOW. Spettacolo “tout public” dai caratteri tipici dell’arte di strada. Da anni Rodrigo e Josephina spingono il loro carretto ricco di risate, tecnica e savoir faire in molte piazze italiane e non solo. Nel 2008 lo spettacolo vince il “Selciato d’Oro” al festival degli artisti di Ascona, grande riconoscimento a livello europeo.

Il NANIROSSI SHOW è il risultato di tutta l’esperienza accumulata nel tempo. Presenta il meglio del loro repertorio, portando in scena un alto livello della tecnica “Mano a Mano”, che stupisce il pubblico per la difficoltà degli esercizi svolti e lo sbalordisce ancora di più per la facilità con la quale vengono eseguiti. I momenti di acrobatica sono intervallati da virtuosismi di giocoleria e coinvolgimento del pubblico. Per alcuni istanti, infatti, due fortunati volontari diverranno protagonisti della scena… I due piccoli grandi artisti sapranno conquistare un pubblico di tutte le età.

swing - mistral.JPGSWING Mistral – Mauricio Villarroel. 

La ricetta perfetta per uno spettacolo originale! Ingredienti:4 cavi tiranti • 1 palo di 5 m di altezza • 8 volontari che sostengono il palo – 1 artista acrobata al limite della pazzia • Aggiungere simpatia e acrobazie a volontà.

Mischiate tutto e potrete gustare il sapore di uno spettacolo che vi farà salire l’adrenalina lasciando in bocca un retrogusto di divertimento e suspense. Pronti a gustarlo?

Mauricio Villarroel è cresciuto in Cile e in seguito a una carriera sportiva di successo, decide di passare al mondo della danza. Nel 2000 fonda con il suo grande amico Francisco Rojas il duo acrobatico TOBARICH, con il quale viaggia per il mondo, in particolare in Italia: qui partecipa ai più importanti festival di teatro di strada e grandi eventi, arrivando addirittura a collaborare con il Cirque du Soleil. Attualmente, in seguito a una intensa ricerca artistica, prende il nome artistico di MISTRAL, ispirato alla grande poetessa cilena e premio nobel di letteratura Gabriela Mistral, ma anche dal vento “Maestrale”, che colpisce la cittadina di Rapallo sulla costa ligure, da dove hanno origine i suoi antenati. Al giorno d’oggi risiede in Italia e si è specializzato in palo cinese.

Giulio Lanzafame.jpgTRA LE SCATOLE. Di e con Giulio Lanzafame / On Arts

Uno spettacolo di circo in bilico tra giocoleria e corda molle, che passando tra le strade dell’acrobatica e della musica accompagnerà il pubblico a seguire il capitombolo di un personaggio sballottato tra mondi e situazioni in continuo inciampo. Giulio affronta un viaggio che stravolge ogni dimensione spazio-tempo e pian piano il pubblico si trova ad essere il conduttore dello spettacolo trasformandosi in un compagno di viaggio inaspettato. Giulio conosce  l’arte di strada ancora minorenne e si esibisce per molti  anni in tutti la Sicilia. Frequenta il Performing Arts University Torino di Philip Radice. Nel 2006 frequenta la Scuola di Circo FLIC di Torino e nel 2009 in Canada consegue il diploma alla prestigiosa Ecole National du Cirque de Montreal. Si è esibito in qualsiasi tipo di palcoscenico e in numerosi festival in tutta Europa. Attualmente è docente di giocoleria del corso professionale della Flic Scuola di Circo Torino. Ha fondato nel 2002 OnArts con Riccardo Strano.

sabbio.jpgTIPI DI STRADA. Compagnia degli Anni d’Oro

Quest’anno la Compagnia degli Anni d’oro si esibirà a Festinstrada. Quattro attori usciranno per un giorno dal teatro e porteranno la loro comicità sul grande palcoscenico della strada.

circo zoe - naufragata - foto di C.CHAUMANET.jpgNAUFRAGATA. Circo Zoé è una compagnia italo-francese di Circo d’Autore nata dall’incontro tra cinque giovani artisti di circo, due musicisti/compositori e un tecnico inventore. Il funambolo per noi non é metafora della vita ma allenamento quotidiano, è corpo e rigore.

Il corpo allenato al gesto extraquotidiano, al sacrificio e al rigore, si fa portatore di mito e poesia, addomesticato alla precisione e al dettaglio, per oltrepassare ogni giorno l’obiettivo raggiunto il giorno prima, per trasformare il gesto acrobatico in comunicazione e arte con l’aiuto della musica.

Il viaggio corsaro è qualche cosa di più di una metafora per il nostro spettacolo, è quella sottile, ma profonda linea di congiunzione che da sempre associa l’itineranza di una compagnia di circo al viaggio in mare di un vascello o una nave corsara. Allora la nostra necessità è quella di raccontare l’impossibilità di arrivare, ed ogni volta al posto di approdare e scendere, si riparte ma si resta vivi…

Annunci

Rispondi