MANTOVA – DOMUS ROMANA: ADDIO AL CIOCCOLATONE, ORA ARRIVA LA PASSEGGIATA ARCHEOLOGICA

di Mendes Biondo

Il “Cioccolatone” di Piazza Sordello non c’è più, al suo posto è arrivata una struttura dal profilo asciutto e dal disegno minimale, un altro cubo, meno impegnativo da digerire con gli occhi, realizzato in marmo dello stesso colore dei mattoni che costituiscono i palazzi di Piazza Sordello.Nel cuore della nuova area archeologica è nascosto un pezzo del patrimonio più antico di Mantova, una pavimentazione di una domus del periodo romano e gli interni dello spazio inaugurato ieri cercano, in un dialogo non troppo riuscito tra contemporaneità e passato, di ricreare gli ambienti che ricordano le abitazioni tipiche di quel passato.

Il fascino di essere a contatto con un pezzo di storia nostrana, in ogni caso, resta e si percepisce man mano che ci si avvicina ai vetri che dividono il mosaico dai piedi dell’osservatore. Lo stesso fascino che hanno provato le autorità locali e un discreto numero di cittadini mantovani quando, alle 11.00 si è aperta la grande porta di ferro che divide il reperto archeologico dal resto della città.

INAUGURAZIONE DOMUS ROMANA AMB_0055.jpg

A fare da cerimonieri ufficiali sono stati il sindaco Mattia Palazzi,  il Dirigente Struttura Musei, Biblioteche, Archivi e Soprintendenza Beni Librari Claudio Gamba e l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mantova Nicola Martinelli, con la partecipazione del segretario regionale per la Lombardia del Mibact Marco Edoardo Minoja, l’architetto Giuseppe Stolfi della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le Province di Cremona, Lodi e Mantova e il Prorettore del Politecnico di Milano sede di Mantova Federico Bucci.

domus-romana-4-amb_0069Con la nuova struttura si possono vedere i due pavimenti arricchiti da mosaici, uno dei quali particolarmente prezioso raffigura Marte con elmo e corazza accanto all’amante Venere. Oltre al pavimento col mosaico, c’è un altro locale con i mosaici e la vasca.

Un progetto commissionato nel 2013 e costato 650mila euro con i finanziamenti da parte del Comune di Mantova e un contributo di 200mila euro da parte di Regione Lombardia.

Sappiamo tutti che si tratta di un’opera pubblica che ha destato molte critiche – ha detto il Sindaco Mattia Palazzi – ma abbiamo optato per mantenere una linea già presente prima del nostro insediamento. Noi avremmo agito in maniera differente, ma non potevamo fare altro che procedere in questa direzione. Tutto ciò dovrà essere motivo di vanto per una città che è capace di reinventarsi e di fornire ai propri cittadini tutte le bellezze che la costituiscono.

In via sperimentale, dal 25 gennaio al 30 marzo 2017, la struttura della Domus Romana sarà aperta gratuitamente al pubblico nei giorni di sabato, domenica e nelle festività dalle 10 alle 18.

Durante la settimana il sito sarà visitabile con la prenotazione anticipata ed in gruppi contattando Infopoint Rigoletto al numero 0376 288208 (e-rnail: i nfo@infopointmantova.it).

L’ingresso per le scuole, nei giorni infrasettimanali, sarà gratuito ma dovrà essere prenotato contattando anticipatamente Infopoint Rigoletto al numero 0376 288208 (e-mail: info@.infopointmantova.iì).

Nei giorni infrasettimanali sarà possibile l’accesso ai gruppi (minimo 15 persone) con le visite guidate a cura delle guide del Gam che saranno contattate da Verona83.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.