MANTOVA – “OVUNQUE LO DESIDERI” FLASH MOB PER NORMALIZZARE L’ALLATTAMENTO IN PUBBLICO

Mantova - Flash-mob allattamento.jpg

“Allattare in pubblico è un diritto di tutte le mamme” questo è il pensiero che muove l’iniziativa pacifica promossa a livello nazionale da  “Movimento Allattamento Materno Italiano” (MAMI). In particolare per il territorio di Mantova l’evento è organizzato da “Gocce di Latte” (gruppo di mamme) e l’Associazione Filostetrica “MantoBimbi”, nuovo portale per famiglie mantovane fondato da alcuni genitori, e si terrà sabato 11 febbraio alle 10,30 in piazza Cavallotti (Caffè Sociale).Questa iniziativa è sorta a seguito dei recenti fatti di cronaca che hanno visto vittime di discriminazione ed allontanamento dal luogo pubblico diverse madri allattanti. Per questo motivo si sono istituiti una serie, 50 per l’esattezza, di flash mob organizzati in tutta Italia.

Numerosissime mamme italiane, infatti, hanno iniziato a mobilitarsi per sensibilizzare all’importanza dell’allattamento materno all’interno dei luoghi pubblici. Le mamme, dettesi “offese, discriminate, cacciate da locali, negozi o luoghi pubblici in Italia perché intente ad allattare il proprio bambino” sono in aumento costante e a fare da riferimento per il movimento vi è la storia di Francesca Castelli, mamma di Biella, che si è aggiunta da poco alle molte già denunciate.

Come si legge sul sito del flash-mob “il modo più naturale per un bambino di ricevere nutrizione è attraverso l’allattamento materno. Chi sceglie questa prassi naturale, come raccomandato anche dall’OMS, deve poterlo fare ovunque, anche in un ristorante, in un bar, su una panchina o in un ufficio pubblico; sostenuto anche dal Ministero della Salute, in un opuscolo dedicato all’allattamento materno.”

Durante l’evento ogni mamma è invitata a scattarsi un selfie mentre allatta e pubblicarlo sulla bacheca facebook MantoBimbi con l’hashtag #ovunquelodesideri. Il Caffè del Sociale metterà a disposizione una sala in caso di mal tempo. L’evento non è solo per le mamme che allattano , ma anche per tutti coloro che sostengono l’allattamento.

(G.B.)

 

Annunci

Rispondi