MILANO – MASSIMO ZANINELLI PRESENTA IL SUO ROMANZO “IL DONO INQUIETANTE”

il dono inquietante.jpg

Sabato 18 febbraio alle 17 la Fondazione Luciana Matalon  ospiterà  la presentazione del romanzo “Il dono inquietante” di Massimo Zaninelli, edito da Sugarco Edizioni. Nel libro l’autore racconta le vicende di Nicholas Torriani. Il lato misterioso della vita irrompe nella vita del protagonista, archeologo più irrisolto che giovane, con un impeto inusuale, quando egli crede di aver raggiunto il risultato scientifico più brillante della sua carriera: il rinvenimento di un grande monolite con simboli astronomici della nostra preistoria, dotato, si scoprirà, di un potere inspiegabile e, forse, trascendente.
Sullo sfondo, il mito fondante dell’antibabele, la possibilità di poter superare ogni barriera linguistica, sembra emergere da un passato ancestrale, gettando nello sconcerto e nel dubbio i protagonisti di questa storia e costringendo Torriani a confrontarsi con un dilemma che va ben oltre le sue ambizioni.
Ambientato in un “non dove” che permette di riconoscere molti frammenti di Europa, costantemente in bilico tra fantasia e realtà, Il dono inquietante offre più livelli di lettura: quello narrativo, quello storico, quello epistemologico, quello esoterico e, naturalmente, quello che ciascun lettore saprà scorgere nelle sue pagine.
Massimo Zaninelli, laureato in storia contemporanea, è fondatore e proprietario di una società di consulenza professionale. Insegna comunicazione d’impresa presso l’Università di Parma. Ha collaborato con quotidiani e periodici pubblicando articoli dedicati alla storia della scienza, all’informatica e alle sue più recenti evoluzioni. “Il dono inquietante” è il suo primo romanzo.
INGRESSO PREVIO RILASCIO DELLA TESSERA ASSOCIATIVA AMICI DELLA FONDAZIONE LUCIANA MATALON 2017 (2 €)

Annunci

Rispondi