MANTOVA – ASSAGGI DI FESTIVAL a PALAZZO DUCALE: Trittico di concerti con rinfresco

 

da sx Sonig Tchakerian, Calo Fabiano e Peter Assmann (AMB_0010)

Da sx –  Sonig Tchaferian, Calo Fabiano e Peter Assmann

Per Mantova città d’arte e di cultura, è tempo di musica che per il secondo anno consecutivo si rinnova con l’apertura di ASSAGGI DI FESTIVAL, in attesa della rassegna “Trame Sonore 2017”, organizzato in collaborazione con l’Orchestra da Camera di Mantova assieme a Palazzo Ducale e al Comune di Mantova.

Sarà proprio la reggia dei Gonzaga per eccellenza ad ospitare i tre eventi che faranno da apertura ad un festival che, anno dopo anno, sta trasformando il capoluogo gonzaghesco in uno dei poli più interessanti nel panorama della musica classica europei.

Una formula progettata e presentata dal Maestro Carlo Fabiano che ha trovato il plauso e l’interesse da parte del Direttore del Palazzo Ducale Peter Assmann che oggi si avvalgono di personalità del mondo della musica provenienti da tutto il mondo.

Peter Assmann e Fabiano (AMB_0005).jpg

Siamo contenti di questo dialogo tra arte e musica – ha affermato il Direttore di Palazzo Ducale Peter Assmann – in quanto ci permette di competere con le grandi realtà museali italiane, per non dire europee, oltre che poter dare ai mantovani una possibilità di conoscere musicisti internazionali di grande levatura.”

Una grande soddisfazione arriva anche dal Maestro Carlo Fabiano che sottolinea: “Il progetto che abbiamo predisposto permetterà ai mantovani di ospitare gli esecutori di Trame Sonore direttamente a casa loro grazie ad una donazione di una stanza che potrà essere effettuata iscrivendosi nella nostra sede, oppure i mantovani potranno partecipare grazie al Donor Pass che permetterà loro di accedere a tutti gli eventi in programma.

Il primo concerto con rinfresco è atteso per martedì 25 aprile (Sala di Manto, ore 19). Da un punto di vista musicale i protagonisti saranno Mozart (di cui verranno eseguiti Divertimento K 136 e Concerto epr violino K 218), la violinista Sonig Tchakerian e l’Orchestra da Camera di Mantova.

Sonig Tchakerian.jpg

Premiata al concorso Paganini di Genova (nel 1980) ed all’ARD di Monaco di Baviera (nel 1982 e nel 1988), Sonig Tchakerian, tiene recital per violino solo o con pianoforte per le principali società di concerti. Come solista ha suonato con orchestre quali la Royal Philharmonic di Londra, la Bayerischer Rundfunk di Monaco, la Verdi di Milano, le orchestre del San Carlo di Napoli e dell’Arena di Verona. È tra i pochi violinisti ad eseguire dal vivo l’integrale dei Capricci di Paganini. La collaborazione con l’Orchestra da Camera di Mantova nasce nell’ottobre scorso e mercoledì 26 si rinsalderà ulteriormente su invito della storica società concertistica Unione Musicale di Torino, per la quale solista e insieme eseguiranno tre Concerti di Mozart e il Divertimento K 136.

La musica che racconta: la narrativa sonora” è il titolo del secondo appuntamento di “Assaggi di Festival 201 T’, in programma venerdì 12 maggio (Sala degli Specchi, ore 19).

Jeffrey Swann.jpgJeffrey Swann, pianista e intellettuale, invita il pubblico a scoprire attraverso opere di Chopin, Ravel e Liszt, come in modi diversi la musica possa evocare una narrativa, creare per l’ascoltatore l’esperienza del tempo trascorso e vissuto. In programma ci sono musiche celeberrime: la Prima Ballata di Chopìn, “Ondine” da Gaspard de la nuit di Ravel e Mephisto Valzer n. 1 di Liszt. Primo premio alla prima edizione del premio Dino Ciani al Teatro alla Scala di Milano, medaglia d’oro al Concorso Reine Elisabeth di Bruxelles, il massimo dei riconoscimenti ai concorsi Chopin di Varsavia, Van Cliburn. Da allora la sua carriera si è affermata con successo non solo negli Stati Uniti, ma anche in Europa: più volte ospite del Festival di Berlino, della serie Grands Interpretesj Quatre étoiles di Parigi, Swann ha suonato in tutte le principali città europee. Ha un vasto repertorio che comprende più di 50 concerti e opere solistiche, che vanno da Bach a Boulez e dall’integrale delle Sonate di Beethoven alle trascrizioni del tardo Ottocento. È inoltre un appassionato di letteratura e di arti visive. Spesso propone programmi a tema e completa le sue esecuzioni con commenti e illustrazioni.

Giovanni Sollima copia.jpg

Venerdì 26 maggio la rassegna andrà a concludersi con il violoncellista Giovani Sollima che, in sinergia con il musicologo Sandro Cappelletto, proporrà una performance tra musica e parola, dal titolo immaginifico: “Ero piccolissimo, gattonavo. Invece di infilare le dita nelle prese di corrente mi infilavo nella custodia del violoncello“. Giovanni Sollima è un vero virtuoso del violoncello. Suonare per lui non è un fine, ma un mezzo per comunicare con il mondo. Ed è pure uno stimatissimo compositore fuori dal comune, che grazie all’empatia che instaura con lo strumento e con le sue emozioni e sensazioni, comunica attraverso una musica unica nel suo genere, dai ritmi mediterranei, con una vena melodica tipicamente italiana, ma che nel contempo riesce a raccogliere tutte le epoche, dal barocco al “metal”. Con Sandro Cappelletto – Laureato in Filosofia, giornalista professionista, collaboratore stabile come critico musicale con i quotidiani La Stampa e Le Monde, autore di opere teatri e di programmi televisivi – collabora frequentemente e a Mantova i due si ritrovano promettendo sorprese.

Alla realizzazione della rassegna collabora il Comune di Mantova, che la inserisce nel palinsesto di eventi del Progetto Erg Lombradia orientale 2017 – Regione europea della Gastronomia: ciascuna data – novità di quest’edizione – avrà, per il rinfresco, uno specifico protagonista culinario. Fulcro della proposta gastronomica del concerto inaugurale sarà il Tortello Amaro di Castel Goffredo, proposto da Risosteria mantovana.

Nei successivi appuntamenti saranno For.ma e il Consorzio Latterie Virgilio a offrire specialità tipiche della tradizione mantovana.

I biglietti per i singoli appuntamenti di “Assaggi di Festival” sono in prevendita alla bigliettaria dell’Orchestra da Camera di Mantova (piazza Sordello 12, Mantova – T. 0376 360476 – boxoffice@mantovachamber.com) e costano 15 euro l’intero, 10 euro il ridotto under 30 e 5 euro il ridotto under 18.

Prevendita su www.ocmantova.com e www.vivaticket.it.

(G.B.)

Annunci

Rispondi