“MARTIN MYSTÈRE, LE NUOVE AVVENTURE A COLORI” IN UN’AVVENTURA LETTERARIA MOZZAFIATO

 

Arriva in anteprima a Napoli Comicon Dalla Terra alla Luna: il settimo capitolo della nuova miniserie dedicata al Detective dell’Impossibile è un omaggio a Ludovico Ariosto, alla Commedia dell’Arte, ad Alessandro Manzoni, a Sandokan e al Pinocchio di Collodi 

Un viaggio tra Siena, Firenze, Ferrara e il Bosco Verticale di Milano

Dopo aver appreso sconvolgenti verità sul proprio passato e sul destino che lo attende, Martin Mystère forgia la più improbabile delle alleanze: quella con il suo storico nemico, Sergej Orloff. Per riuscire nell’impresa, i due dovranno prima imparare a fidarsi l’uno dell’altro. Come? Affrontando insieme un’incredibile avventura il cui scopo è ritrovare il senno perduto di Valentina Ventura.

martyn mistere.jpg

Prende il via da qui Dalla Terra alla Luna, il settimo episodio di Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori (in edicola per Sergio Bonelli Editore dal 4 maggio e in anteprima a Napoli Comicon), che ci guida in un viaggio alla ricerca del senno di Valentina. Proprio come l’Astolfo di Ludovico Ariosto che si mette alla ricerca del senno di Orlando divenuto furioso, così Martin Mystère si lancia all’inseguimento della memoria della giovane blogger e, durante le sue peripezie, ci conduce attraverso la Ferrara del Rinascimento, ma anche Piazza del Campo a Siena, i meravigliosi scorci di San Miniato al Monte a Firenze e il nuovo skyline di Milano con tanto di Bosco Verticale. E nel suo peregrinare incontra niente poco di meno che il Gatto e la Volpe e il Mangiafuoco di Collodi, le Maschere della Commedia dell’arte e persino i Bravi dei Promessi Sposi di Manzoni e il temibile Sandokan.

Un’avventura letteraria mozzafiato perché in gioco c’è niente poco di meno che… la salvezza del mondo!

In molti conoscono Martin Mystère, il Detective dell’Impossibile che si occupa dei più incredibili misteri che costellano la nostra Cara Vecchia Terra. Ma Martin Mystère è nato nel 1982, quando il mondo era completamente diverso da quello di oggi, quando i computer cominciavano timidamente a entrare in qualche casa, quando internet e telefoni cellulari erano di là da venire.

Molte cose sono cambiate da allora. Ma quindi: come sarebbe stato Martin Mystère se fosse nato oggi, trentaquattro anni dopo? Nasce proprio da qui Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori. Non un remake, non un reboot, non un prequel, né un ultimate, ma un po’ di tutte queste cose insieme: una serie dove i personaggi del Martin “classico” saranno ri-presentati in nuove e sorprendenti vesti. Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori, voluta e supervisionata da Alfredo Castelli, creatore di Martin Mystère, è curata da Giovanni Gualdoni, che coordina per l’occasione una ben oliata équipe di sceneggiatori, disegnatori e coloristi.

Annunci

Rispondi