MANTOVA – “Laudato si’ per nostra Madre Terra”: nel ricordo dell’artista mantovano Sandro Negri

Laudato si' per nostra Madre Terra3.jpg

Dinanzi a un folto pubblico sabato 22 aprile nella prestigiosa Basilica Palatina di Santa Barbara  in Piazza Castello a Mantova, si è inaugurata la mostra  “Laudato si’ per nostra Madre Terra” dell’artista mantovano Sandro Negri (1940 –2012) con il patrocinio del Comune, Provincia e Diocesi di Mantova.
Non poteva esserci miglior occasione, come ricordato dal Rettore della Basilica Mons. Giancarlo Manzoli, di partecipare alla giornata mondiale della terra, attraverso questa bellissima iniziativa culturale che coniuga l’antico con il contemporaneo, nel pieno rispetto della salvaguardia del pianeta.

Con colte e peculiari parole, Mons. Manzoli ha evidenziato  come le opere di Sandro Negri possano fedelmente veicolare, l’alto messaggio che Papa Francesco ha delineato nell’enciclica “Laudato si'”del 2015. L’uomo e la natura in un rapporto simbiotico rispettoso e consapevole,per poter preservare tutto ciò che abbiamo avuto in dono
dal Creato.

Laudato si' per nostra Madre Terra6.jpg

Nelle opere dell’artista, i volti dei contadini, indefiniti e indefinibili, rimandano al motivo del “nostos”, inteso come viaggio verso un tempo in cui l’uomo e la natura costituivano binomio indissolubile di felicità e amore verso l’ambiente, in cui la natura si proponeva come “Madre” e mai matrigna.

La mostra, che proseguirà fino al 7 maggio, ad ingresso libero, ha già riscontrato un notevole interesse attestandosi (dati del Touring) nel solo ponte festivo dal 22-25 aprile, su 6000 visite in Basilica.

Annunci

Rispondi