MANTOVA – “IL VOLTO NASCOSTO DELLA LUNA”: FOTOGRAFIE DI LAURA SAVAZZI

 

Laura savazzi foto.jpg

L’Università della Terza Età di Mantova (Via G. Mazzini 28) ospita un’interessante mostra fotografica di Laura Savazzi dal titolo “IL VOLTO NASCOSTO DELLA LUNA. Ritratti femminili“, che verrà inaugurata alla presenza dell’artista, Venerdì 19 maggio alle ore 16.

19 (1).JPG

Durante l’inaugurazione vi sarà una proiezione e lettura di poesie.

“La donna uscì dalla costola dell’uomo, 

non dai piedi per essere calpestata,

non dalla testa per essere superiore,

ma dal lato per essere alla pari,

sotto il braccio per essere protetta,

accanto al cuore per essere amata.

(W Shakespeare)

Savazzi.jpg

Come spiega Laura Savazzi – “Questa occasione di incontro nasce casualmente da una revisione del mio  materiale fotografico accumulato negli ultimi anni: rivedendo gli scatti raccolti nella mia breve, recente attività di fotografa dilettante, ho contato molte immagini femminili mai prese prima in considerazione per essere stampate o esposte, accanto a poche altre scelte per le mie mostre. Ho pensato così di raggrupparle tutte per tematiche, per affinità o contrasto,  per complementarietà o diversità.

Tra un centinaio di foto ne solo state selezionate un quarto, accostate a due a due in una sorta di duetto musicale, coloristico ed emotivo prima che visivo. Sono consapevole che nelle mie fotografie non si riscontra un valore propriamente artistico, perciò le espongo in un luogo accogliente, benevolo, permeato di un’atmosfera amichevole,  collaborativa, aperta al dialogo e allo scambio delle idee.

I fotografi di valore in genere ritraggono in bianco e nero, curando l’ambientazione, dialogando con i soggetti da ritrarre, avvalendosi di mezzi tecnici sofisticati. Niente di tutto questo: il mio strumento di lavoro è una piccola digitale automatica, tascabile, pronta per cogliere l’attimo, rubare uno scatto, magari da lontano con lo zoom.  La qualità della resa, la perfezione tecnica non rientrano tra i miei obiettivi: considero le sgranature, le sfocature e le imperfezioni come parte integrante, intrinseca all’atto del cogliere e fissare un attimo irripetibile. Soggetto, inquadratura, proporzione, colore e messaggio sono le componenti con cui la mia lunga frequentazione della storia dell’arte mi sostiene, suggerendomi la scelta del soggetto, dell’inquadratura, della proporzione, del colore, ma soprattutto dei messaggi espliciti o impliciti contenuti nell’immagine.”

La mostra sarà visibile negli orari di apertura del C. A.

Per maggiori informazioni chiamare ai numeri di tel. 0376 362654 – 22039

 

 

Annunci

Rispondi