MANTOVA – L’ANNO EUROPEO DEL PATRIMONIO CULTURALE PARTE DA ARTLAB

HEADER_MANTOVA-2017.jpg

Dopo il successo e gli straordinari risultati del 2016, torna a Mantova il prossimo 28 e 29 settembre ArtLab 17, che con questa edizione segna l’avvio delle attività in vista dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. Infatti ArtLab riunirà nella città lombarda i più qualificati professionisti della cultura e della creatività operanti in ambiti, ruoli e zone diverse, che individueranno le linee guida e le indicazioni operative per valorizzare i patrimoni culturali del nostro Paese (materiali, immateriali o digitali) nel 2018 e negli anni a venire.

Come lo scorso anno, si conferma la collaborazione con Fattidicultura, l’appuntamento dedicato alle migliori idee attorno al tema della rigenerazione urbana e dei territori in programma dal 28 al 30 settembre sempre a Mantova.

L’obiettivo di ArtLab 17 è mettere insieme competenze e visioni con origini differenti così da tracciare un percorso inclusivo ed efficace, a partire dagli obiettivi indicati dal Parlamento e Consiglio europeo. Non è un caso che questo incontro avvenga ad ArtLab, il grande laboratorio dedicato all’innovazione delle politiche, dei programmi e delle pratiche culturali promosso dalla Fondazione Fitzcarraldo, che oggi rappresenta il più importante appuntamento di confronto per chi opera nella cultura in Italia (operatori, professionisti, società civile, amministratori pubblici, imprese, policy makers) richiamando, nelle sue quattro tappe annuali, numerosi professionisti. Mantova poi rappresenta la sede ideale per questo dibattito, alla luce dei risultati raccolti nel 2016 come Capitale italiana della cultura.

Saranno sei i temi principali di confronto: patrimonio per chi (accessibilità, inclusività, dialogo interculturale e nuovi cittadini); educazione e apprendimento permanente; sostenibilità e governance; politiche pubbliche, sviluppo locale, turismo sostenibile; imprese creative e innovazione per il patrimonio; produzione artistica Contemporanea e patrimonio.

Quanto emerso nella due giorni di lavori sarà presentato ai rappresentanti istituzionali pubblici e privati, sia europei sia nazionali, venerdì 29 settembre alle 12, sempre a Mantova nell’ambito di ArtLab. A seguire i materiali raccolti nella due giorni di lavori diverranno un ebook in italiano e inglese che verrà presentato in occasione del Forum Europeo della Cultura di dicembre a Milano, come contributo della comunità professionale italiana al 2018, Anno europeo del patrimonio culturale.

Hanno confermato la partecipazione ai tavoli di lavoro molti protagonisti della cultura che rappresentano realmente uno spaccato degli operatori del Paese: dal teatro al gaming, dalle strategie urbane alle soprintendenze, da sud a nord tutti gli ambiti culturali sono rappresentanti per questo grande esercizio di progettazione collettiva che rappresenta un incontro tra le migliori e più attive energie della cultura italiana.

Ma il programma di ArtLab Mantova è anche di più.

Tra gli appuntamenti previsti anche L’impatto sociale dei festival (giovedì 28 settembre alle 14,30) ricerca condotta dall’Osservatorio Culturale del Piemonte che fotografa le ricadute sociali del festival Collisioni. Altro tema di confronto sarà La valutazione del pubblico: esperienze a confronto (giovedì 28 settembre, dalle 10,30) che punta l’attenzione sui fruitori degli spazi museali in collaborazione con ICOM Italia e L’economia arancione – storie e politiche della creatività (giovedì 28 settembre, ore 19.15) un dialogo tra Pierluigi Sacco e Gian Paolo Manzella su politiche e strumenti di intervento utilizzati in tutto il mondo a favore delle Icc.

Chiuderà la due giorni di lavoro l’incontro Riforma del terzo settore e imprese culturali (venerdì 29 settembre alle ore 15.00) una prima lettura degli impatti della riforma, che propone un quadro normativo complessivo e strumenti specifici in ambito gestionale, amministrativo e fiscale.

GIOVEDÌ 28 SETTEMBRE 10.30 –13.30

Su iscrizione tramite sito web | Sala delle Vedute, Biblioteca Teresiana

La valutazione del pubblico: esperienze a confronto

In collaborazione con il Gruppo di Lavoro Valutazione dei Musei e Studi sui Visitatori di ICOM Italia

Conoscere il pubblico e il non pubblico dei musei significa agire su larga scala, coinvolgendo gli enti territoriali, o su piccola scala studiando una singola realtà culturale o una rete di musei. La sessione propone una riflessione sulla valutazione e sul monitoraggio dei pubblici, entrambi strumenti di conoscenza delle caratteristiche e dei comportamenti dei visitatori. Alla presentazione di casi studio ed esperienze di enti pubblici e privati, seguirà un dibattito con gli esperti e i soggetti che lavorano sul tema.

10.30 – 10.45 Introduzione di Emanuela Gasca, Coordinatore Gruppo di Lavoro Valutazione dei Musei e Studi sui Visitatori, Ricercatore Senior Fondazione Fitzcarraldo

10.45 – 12.00 Esperienze di valutazione e monitoraggio del pubblico

Conduce Alessandro Bollo, Direttore, Polo del ‘900, Polo del ‘900

Interventi di Michela Arnaboldi, Direttore Scientifico, Osservatorio Innovazione Digitale nei Beni e Attività Culturali, Politecnico di Milano – Serena Bertolucci, Direttore, Museo Palazzo Reale di Genova – Polo Museale della Liguria – Maria Grazia Diani, Valorizzazione e riconoscimento degli istituti culturali, Regione Lombardia – Claudio Gamba, Dirigente, Struttura Istituti e luoghi della cultura, Regione Lombardia – Michele Lanzinger, Direttore, MUSE – Musei delle scienze di Trento e membro Consiglio Direttivo di ICOM Italia e Antonella Pinna, Dirigente Servizio Musei, Archivi e Biblioteche, Regione Umbria

12.00 – 13.00 Tavola rotonda condotta da Vito Lattanzi, Servizio II, Standard Museali e Monitoraggio, Direzione Generale Musei, MiBACT  e membro Consiglio Direttivo di ICOM Italia con interventidi Fabrizio Maria Arosio, Servizio Reti territoriali e ambientali, Direzione Centrale per le Statistiche Ambientali e Territoriali, ISTAT – Valentina Dania, Referente, Settore arte, attività e beni culturali, Fondazione Cassa di Risparmio Cuneo – Rosaria Mencarelli, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo – Barbara Tosti, Responsabile, Area Cultura Progetti Istituzionali strategici, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e Massimiliano Zane, Coordinatore, Commissione Comunicazione di ICOM Italia e progettista culturale

13.00 – 13.30 Per non concludere, Luca Dal Pozzolo, Direttore, Osservatorio Culturale del Piemonte – Manuel Roberto Guido, Direttore, Servizio II, Direzione Generale Musei, MiBACT – Tiziana Maffei, Presidente, ICOM Italia

 

14.30 – 16.30 Sala delle Vedute, Biblioteca Teresiana L’impatto sociale dei festival

 I festival culturali sono diventati negli anni un elemento identitario del patrimonio culturale del territorio e hanno dimostrato capacità di creare aggregazione sociale e di innescare rilevanti effetti sul tessuto economico. Numerose ricerche e approfondimenti si sono focalizzati sull’impatto sociale: l’incontro, a partire da alcune casi,  mette a confronto esperienze e valutazioni, per delineare possibili forme di sviluppo e consolidamento degli effetti durevoli generati sulla collettività e sui territori.

Introduce Maria Giangrande, Responsabile delle attività, Osservatorio Culturale del Piemonte. Interventi di Marco Camoletto, Responsabile Analisi e Sviluppo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino – Lucia Zanetta, Ricercatrice, Osservatorio Culturale del Piemonte

15.15 – 16.15 Dibattito. Conduce Silvio Maselli, Assessore alle Culture, Turismo, Partecipazione e Attuazione del Programma, Comune di Bari

Interventi: Vincenzo Bellini, Direttore Artistico, Locus Festival  – Alessandro Della Casa, Segreteria Generale, FestivaLetteratura di Mantova – Filippo Taricco, Direttore Artistico, Festival Collisioni, Festival Collisioni e Luca Iozzelli, Vice presidente, Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e di Pescia

 15.00 – 19.00 | Su iscrizione tramite sito web | Teatro Bibiena e sedi varie

 2018 anno europeo del patrimonio culturale: visioni al futuro PARTE I

In vista del 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale, una due giorni di lavoro in cui operatori professionali culturali e creativi, istituzionali e indipendenti, imprese e organizzazioni della società civile condividono un esercizio di progettazione, allo scopo di individuare linee guida e indicazioni operative per valorizzare i patrimoni culturali materiali, immateriali e digitali nel 2018 e negli anni a venire…

I materiali risultanti dalla due giorni di lavoro saranno raccolti in un ebook in edizione italiana ed inglese e saranno presentati come contributo della società civile al Forum Europeo della Cultura che si terrà a Milano il 7-8 dicembre, su iniziativa della Commissione Europea.

Si ricorda che l’iscrizione alla due giorni di lavoro è obbligatoria e disponibile sul sito artlab.fitzcarraldo.it

I contributi intruduttivi al dibattito sono a cura di: Antonella Agnoli, Sandra Aloia, Lucio Argano, Giovanna Barni, Vincenzo Bellini, Luisella Carnelli, Claudio Bocci, Simona Bodo, Franco Broccardi, Maria Chiara Ciaccheri, Anna Chiara Cimoli, Gianluca Comin, Luca Dal Pozzolo, Cristina Da Milano, Martina De Luca, Linda Di Pietro, Elisabetta Falchetti, Roberto Ferrari, Roberta Franceschinelli, Chiara Galloni, Roberta Garibaldi, Maria Giangrande, Giulia Grechi, Paolo Grigolli, Antonio Lampis, Francesco Mannino, Gian Paolo Manzella, Silvia Mascheroni, Maria Grazia Mattei, Sabrina Meneghello, Francesco Milella, Edoardo Montenegro, Andrea Montorio, Francesco Palumbo, Francesco Piero Paolicelli, Bartolomeo Pietromarchi, Andrea Pollarini, Renato Quaglia, Fabio Renzi, Michela Rota, Alessandro Rubini, Pierluigi Sacco, Irene Sanesi, Erminia Sciacchitano, Catterina Seia, Domenico Sturabotti, Bruno Zambardino.

 15.00 – 16.00 Teatro Bibiena

Sessione plenaria  Interventi: Silvia Costa, Parlamentare europea, Rappresentante del Parlamento Europeo nel Comitato di Coordinamento Europeo dell’Anno del Patrimonio – Pierluigi Sacco, Advisor Commissario Europeo alla Cultura – Erminia Sciacchitano, Chief Scientific Advisor for the European Year of Cultural Heritage, DG Educazione e Cultura, Commissione Europea – Paolo Verri, Direttore, Fondazione Matera-Basilicata 2019

16.30 – 19.00 Accademia Virgiliana, Ex Monastero Benedettino, Biblioteca Teresiana, Ex- Chiesa di Santa Maria della Vittoria, Liceo Virgilio, Museo Diocesano Francesco Gonzaga, Seminario Vescovile di Mantova, Teatro Bibiena

Gruppi di lavoro.I principali temi e gruppi di lavoro individuati a partire dai 14 obiettivi indicati dal Consiglio Europeo ai fini di  proteggere, salvaguardare, riutilizzare, rafforzare, valorizzare e promuovere il patrimonio culturale dell’Europa, sono:

TEMA 1: IL PATRIMONIO PER CHI (verso un welfare della cultura)Location: Seminario Vescovile di Mantova

GRUPPO 1a. Accessibilità e inclusività / Accessibility and inclusion Conduce: Silvia Mascheroni

GRUPPO 1b.  Dialogo interculturale e nuovi cittadini Conduce: Anna Chiara Cimoli

TEMA 2: IL PATRIMONIO PER L’EDUCAZIONE E L’APPRENDIMENTO PERMANENTE Location: Museo Diocesano Francesco Gonzaga

GRUPPO 2a. Alternanza scuola-lavoro Conduce: Martina De Luca

GRUPPO 2b. Patrimonio e educazione alla cittadinanza Conduce: Cristina Da Milano

TEMA – GRUPPO 3: SOSTENIBILITA’ E GOVERNANCE DEL PATRIMONIO

Location: Ex Monastero Benedettino Conduce: Lucio Argano

TEMA 4: POLITICHE PUBBLICHE, SVILUPPO LOCALE, TURISMO SOSTENIBILE

Location: Teatro Bibiena e Accademia Virgiliana

 GRUPPO 4a. Politiche del e per il patrimonio Conduce: in definizione

GRUPPO 4b. Patrimonio e sviluppo locale Conduce: Stefano Baia Curioni

GRUPPO 4c.Turismo sostenibile e patrimonio Conduce: Andrea Pollarini

 TEMA 5: IMPRESE CREATIVE E INNOVAZIONE PER IL PATRIMONIO

Location: Biblioteca Teresiana e Liceo Virgilio

GRUPPO 5a. Imprese creative e patrimonio Conduce: Pierluigi Sacco

GRUPPO 5b. Patrimonio digitale e memoria Conduce: Maria Grazia Mattei

TEMA – GRUPPO 6: PRODUZIONE ARTISTICA CONTEMPORANEA E PATRIMONIO

Location: Ex- Chiesa di Santa Maria della VittoriaConduce: Umberto Angelini

 19.15 – 20.00 Teatro Bibiena L’economia arancione – storie e politiche della creatività

Un dialogo tra Pierluigi Sacco e Gian Paolo Manzella, autore del libro edito da Rubettino che ripercorre le principali tappe delle politiche e degli strumenti di intervento utilizzati nel supporto delle industrie creative di tutto il mondo per favorire una politica italiana per la creatività allineata rispetto alle esperienze più avanzate.

19.15 – 23.00 Sabbioneta: alla scoperta di un patrimonio UNESCO

CoopCulture propone al pubblico di ArtLab una visita ai luoghi della cultura di Sabbioneta legati alla figura di Vespasiano Gonzaga Colonna: Palazzo Giardino e Galleria degli Antichi, Palazzo Ducale e Teatro all’Antica.

L’ingresso ai luoghi e la visita sono offerti da CoopCulture. Trasporto e apericena al costo di € 25,00 cad.

La prenotazione è obbligatoria (n.06.39967250, tutti i giorni 9-19, dal 7 al 25.09) e fino ad esaurimento posti.

 COS’È ARTLAB?

ArtLab 17 è un laboratorio itinerante che tocca tutta l’Italia.

Il debutto dell’edizione 2017 è stato a Taranto e Matera con “Il Sud in trasformazione” (3 – 5 maggio 2017) con oltre 400 partecipanti a cui sono seguiti Milano su “Sviluppo, reti, mercati” e Treia, pochi chilometri da Macerata (5 – 6 luglio 2017) con “Identità, cultura e sviluppo sostenibile”.

Dopo Mantova, ArtLab a ottobre sarà in Germania per prendere parte alla seconda edizione di THE ARTS, un nuovo progetto promosso dalle Frankfurt Buchmesse, la più grande fiera al mondo per la produzione di contenuti, di cui Fondazione Fitzcarraldo con ArtLab è partner. THE ARTS è costituito da una piattaforma e da un festival europeo per connettere politica, impresa, tecnologia e cultura, ma anche per discutere politiche e accedere a gruppi di opinion makers specializzati.

Partecipare agli incontri di ArtLab 17 è gratuito.

ArtLab17 è un progetto di Fitzcarraldo, fondazione operativa e indipendente che da oltre15 anni lavora al servizio di chi crea, pratica, partecipa, produce, promuove e sostiene la cultura.

Un gruppo di qualificati professionisti che lavorano con passione in una fitta rete di collaborazioni in tutto il mondo e che svolgono attività di progettazione, ricerca, consulenza, formazione e documentazione sul management, l’economia e le politiche della cultura, delle arti e dei media. Il programma e la sostenibilità di ArtLab 17 Mantova sono frutto della ampia rete di partner pubblici e privati nazionali ed europei.

ArtLab 17 è un progetto di Fondazione Fitzcarraldo

Patrocinato da: MiBACT, Regione Lombardia, Comune di Mantova, ACRI, ANCI, ICOM Italia Main Partner: Fondazione Cariplo

In collaborazione con: Culture Action Europe, European Creative Business Network, ENCATC, Fattidicultura, IQMF ItalianQuality Music Festivals, Linecheck, Materahub

INFO.: ArtLab 17 Sito Web: artlab.fitzcarraldo.it
PaginaFacebook:www.facebook.com/artlab.fitzcarraldo/
Hashtag: #artlab17

(foto archivio ArtLab 2016)

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.