BLUE NOTE MILANO – GRANDI OSPITI NEL MESE DI GENNAIO

Inizia con importanti appuntamenti musicali l’anno 2018 per il BLUE NOTE MILANO! Il jazz club (Via Borsieri, 37), l’unica sede europea dello storico jazz club di New York, ospiterà infatti nel primo mese del nuovo anno grandi artisti italiani ed internazionali.

Fabrizio-Bosso-Quartet.jpg

Si ripartirà in compagnia del grande FABRIZIO BOSSO e del suo quartetto che per l’occasione presenteranno al Blue Note l’ultimo album “Merry ChristmasBaby” unendo la sonorità inconfondibile del Quartetto alla partecipazione straordinaria di Walter Ricci, che con il suo swing e le sue improvvisazioni diventa un vero e proprio “quinto elemento” (6 gennaio) e si proseguirà con: il ritorno sul palco del Blue Note della CDpM Europe Big band di Bergamo (7 gennaio).

Stanley-Jordan-new (3).jpg

Il virtuoso della chitarra STANLEY JORDAN, che presenta il suo spettacolo in solo (9 gennaio); HAIKU TRIO feat. KURIYA, BATTINI DE BARREIRO, MALAMANuna formazione speciale che riunisce musicisti di diversa estrazione che si fondono creando uno stile unico, personale e di grande impatto sonoro (10 gennaio); la tribute band dei Genesis GET ‘EM OUT, che ripercorreranno il periodo di militanza di Peter Gabriel nello storico gruppo progressive (11 gennaio).

Eugenio-finardi-ok.jpg

Uno dei più grandi artisti italiani EUGENIO FINARDI con l’inedito spettacolo “Finardimente” con cui il cantautore svelerà la sua verità dietro ogni forma di rappresentazioni artistica con un racconto sincero delle emozioni di intere generazioni e della sua musica (12 e 13 gennaio); la MIXILAND JAZZ BAND, band nata nel 2006 da un’iniziativa del sassofonista Felice Clemente che nel corso dei suoi 12 anni di storia ha creato una big band unica nel suo genere, capace di emozionare e sorprendere per compattezza d’organico e originalità degli arrangiamenti (14 gennaio); il ritorno sul palco del Blue Note Milano della cantafiorista ROSALBA PICCINNI (16 gennaio); sarà poi la volta del FLY TRIO di MARK TURNER, LARRY GRANADIER e JEFF BALLARD che porterà il Blue Note sulle più alte vette del jazz moderno (17 gennaio); una miscela esplosiva di Soul, Funk, Jazz, Spy Movies, R’n’B, con il JAMES TAYLOR QUARTET, una delle band che ha definito il genere acid jazz (19 e 20 gennaio); la VJO – Verdi Jazz Orchestra, l’Orchestra Jazz del Conservatorio di Milano diretta da Pino Jodice che si presenta al pubblico del Blue Note con un progetto dedicato al grande Jimi Hendrix interpretato dal talentoso chitarrista Alex Usai (21 gennaio).

Incognito-1.jpg

Seguiranno cinque serate in compagnia degli INCOGNITO, la band pioniera dell’Acid Jazz che in oltre 30 anni di carriera ha pubblicato 15 album in studio e ha visto alternarsi nel proprio organico decine e decine di musicisti e cantanti, sempre di altissimo valore (23, 24, 25, 26 e 27 gennaio). Sarà poi la volta del pianista ROBERTO TARENZI che presenterà in anteprima al Blue Note di Milano il suo nuovo album Love and Other Simple Matters(Jando Music/Via Veneto Jazz) accompagnato da James Cammack, il leggendario bassista di Ahmad Jamal, e Jorge Rossy batterista (e polistrumentista) iconico del primo trio di Brad Mehldau (28 gennaio), dell’eclettico duo di ANAT COHEN e MARCELO GONCALVES (30 gennaio) e il mese si concluderà con un progetto d’eccezione che raccoglie alcuni dei migliori talenti del jazz internazionale: SCOTT COLLEY, BENJAMIN KOPPEL ed ENRICO PIERANUNZI (31 gennaio).

A febbraio la programmazione proseguirà con altri grandi nomi, tra i primi confermati si annoverano MATTHEW LEE, il virtuoso del piano che torna a sound di rock’n’roll dopo i sold out delle scorse stagioni (2 febbraio); GIOVANNI GIORGIPIETRO TONOLO e GIANCARLO BIANCHETTI feat. PANCHO RAGONESE con “ElectroMonk”, un racconto acustico in cui le composizioni di Thelonious Monk sono utilizzate come trampolino creativo dalla band che offre in repertorio anche materiale originale (4 febbraio); JASON MARSALIS, uno dei fenomeni del jazz più interessanti sulla scena musicale internazionale, con il suo VIBES QUARTET. Le composizioni originali che Marsalis presenta con il suo quartetto spaziano da sincopati blues a temi dal suono più classico, a brani dal sapore post-bop con particolari sezioni contrappuntistiche, oltre a riarrangiamenti di pietre miliari della tradizione jazz (6 febbraio); MISS MARTHA HIGH, una delle cantanti più ricercate della musica nera, che all’età di 72 anni è considerata “la Diva del Soul-Funk planetario” per la sua voce potente, raffinata e avvolgente  sul palco con THE SOUL COOKERS (7 febbraio); uno dei più stimati sassofonisti della nuova generazione, DAYNA STEPHENS, merito di un bellissimo suono “middleweight” che riecheggia tanto i musicisti pre-bop quanto Hank Mobley, e di uno stile compositivo misurato e stimolante (8 febbraio); l’omaggio alla musica italiana e francese del formidabile quartetto di Roberto Gatto, Fabio Zeppetella, Emmanuel Bex e Geraldine Laurent in CHANSONS! (11 febbraio); l’immancabile appuntamento con RAY GELATO & THE GIANTS (13, 14, 15 16 e 17 febbraio); l’eclettica formazione diCLAUDIO FASOLI, che presenta l’ultimo lavoro discografico (18 febbraio); uno dei talenti riconosciuti e più richiesti, vincitore del Grammy Award, WAYNE ESCOFFERY, sassofonista americano d’adozione e inglese di nascita, che sarà sul palco del Blue Note con il suo quartetto (20 gennaio) e tanto altro ancora; il ritorno del grande batterista panamense BILLY COBHAM che presenta per la prima volta il suo Crosswinds Project (22, 23 e 24 febbraio) e per chiudere il mese la chitarra jazz moderna e contaminata dalle melodie e i ritmi africani del beninese LIONEL LOUEKE (27 febbraio).

 CALENDARIO DEI CONCERTIGENNAIO 2018.JPG

Il BLUE NOTE MILANO, che ha aperto i battenti nel 2003si estende su una superficie di 1000 metri quadrati con 300 posti a sedere su 3 diversi livelli.L’atmosfera è quella di un elegante jazz club, e da ogni posizione della platea e della balconata lo spettatore può ascoltare le esibizioni di artisti di fama internazionale con il massimo della qualità acustica. La struttura e le dimensioni del locale permettono a tutti di essere ad un passo dai musicisti e godersi appieno il concerto.

Come vuole la tradizione ereditata dal leggendario club del Greenwich Village, una serata al Blue Note è anche l’occasione per poter vivere al meglio il binomio musica e cibo. Il servizio si effettua nella stessa sala dei concerti ed offre una cucina semplice ma raffinata, con specialità italiane ed internazionali, un’ampia selezione di vini italiani e francesi, più di 200 cocktail e liquori dal bar e quell’atmosfera speciale che solo il contatto ravvicinato con i grandi artisti, tipico del jazz club, può creare.

Ogni sera, salvo lo spettacolo unico della domenica ed eventuali variazioni di calendario tempestivamente segnalate sul sito internet (www.bluenotemilano.com), al Blue Note Milano si tengono due spettacoli (dal martedì al giovedì con inizio alle ore 21.00 e alle ore 23.00 mentre il venerdì e il sabato alle ore 21.00 e alle ore 23.30).

I biglietti per i concerti al Blue Note si possono acquistare collegandosi al sito internet www.bluenotemilano.com, o al sito www.vivaticket.it; chiamando l’infoline del Blue Note 02 69016888, oppure direttamente presso il box office del locale. L’orario dell’infoline e del Box Office (via Borsieri, 37) è il seguente: Lunedì dalle 12.00 alle 19.00 e Martedì-Sabato dalle 12.00 alle 22.00.

Radio Monte Carlo è la radio ufficiale di Blue Note Milano. Una volta a settimana Nick the Nightfly, storico dj e conduttore di Monte Carlo Nights, nonchédirettore artistico del Blue Note, conduce a partire dalle ore 22.00 la sua trasmissione Monte Carlo Nights da un’apposita postazione all’interno del jazz club milanese.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.