GONZAGA – LA FESTA DEI POPOLI ARRIVA ALLA FIERA MILLENARIA

Per la comunità gonzaghese, “I colori del mondo, Festa dei Popoli” è sinonimo di integrazione, riflessione partecipata, festa, musica e cibo condivisi. Ospitata per il secondo anno consecutivo da Fiera Millenaria, la rassegna multiculturale torna con un’edizione ancora più ricca, scandita da spettacoli, danze, musiche, esibizioni sportive e momenti gastronomici, dal 6 all’8 aprile: tutte le etnie – o la massima parte di quelle che hanno trovato ospitalità nel territorio gonzaghese e limitrofo – saranno chiamate a mostrarsi e a rivelarsi nell’autenticità dei propri usi e costumi.

PRESENTAZIONE FESTA DEI POPOLI 2018L’obiettivo degli organizzatori – Comune di Gonzaga, Acli, Arci, Caritas, Fiera Millenaria, Istituto Comprensivo e tante altre Associazioni del territorio – è infatti quello di far percepire la diversità come un antidoto contro lo stereotipo, per abbattere barriere e pregiudizi, per stare insieme e seminare dialogo e integrazione. Ad arricchire la manifestazione sarà la visita del Vescovo di Mantova, Marco Busca, che venerdì 6 aprile alle ore 20:45 terrà un intervento sul tema del pane e della condivisione tra i popoli.  Interverranno l’assessore al welfare del Comune di Mantova, Andrea Caprini, e l’assessore alla persona e alla famiglia del Comune di Suzzara, Alessandro Guastalli, per raccontare esperienze diverse dell’accoglienza. Durante la tre-giorni sarà possibile assistere a spettacoli etnici, come i concerti di musica rumena e del gruppo Black Afrique Fluxus (sabato 7) o l’esibizione organizzata dall’Associazione senegalese di Mantova (domenica 8), e alle sfilate in costumi tradizionali, dall’abbigliamento indiano (sabato 7) alla passerella organizzata dalla bottega equosolidale di Suzzara (domenica 8).

Ci saranno inoltre giochi sportivi per bambini e ragazzi a base di cricket e giochi di un tempo (sabato 7), e una dimostrazione di kung fu (domenica 8). A fare da ponte tra le varie culture sarà quest’anno un cibo universale come il pane, elemento centrale della festa con il pranzo domenicale che lo vedrà in tavola come protagonista (domenica 8 ore 12:30), ma per tutta la durata della manifestazione ci saranno anche lo street food con cibo giapponese, filippino e coreano e stand enogastronomici sui sapori del mondo. Tra gli eventi collaterali, la tavola rotonda “Agricoltura e migranti: problema o risorsa?” organizzato da Coldiretti, Cimi e Confcooperative, in collaborazione con ATS Valpadana (domenica 8 ore 10:30).

La manifestazione ospiterà inoltre gli stand permanenti denominati “Spazio visivo della comunità Saharawi”, “Dati sull’immigrazione in Italia”, “Esposizione di abiti tipici congolesi”, “Laboratori creativi per bambini”, “Indossa anche tu il turbante”, “Bancarella equosolidale”, “Laboratorio henné”, oltre alla mostra fotografica “Tacchi a spillo”. Ampi spazi saranno dedicati ai bambini, con laboratori e spettacoli, e ai neo diciottenni, a cui è dedicato un incontro aperto con il consiglio comunale all’interno della manifestazione, a sottolinearne l’alto valore simbolico (sabato 8).

In contemporanea si terrà anche la 14° edizione del Mondo Bonsai, arte e Cultura Orientale.

La Festa inizierà con lo spettacolo “Da Migranti a Vivere Liberi” e sarà possibile acquistare il Cd “Give me hope” il cui ricavato sarà devoluto  alla scuola per bimbi orfani in Nepal, costruita con la raccolta fondi iniziata due anni fa dalla collaborazione di alcune associazioni gonzaghesi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.