MANTOVA EPICENTRO VALSECCHI – DAL QUEBEC PER IL NUOVO SPETTACOLO CON SEGNI D’INFANZIA

Fino al 4 maggio è possibile incontrare, nel quartiere di Valletta Valsecchi e per la città, gli artisti canadesi del Théâtre du Gros Mécano che stanno completando insieme a Segni d’infanzia associazione la creazione di una nuova produzione di cui è previsto il debutto a SEGNI New Generations Festival (dal 27 ottobre al 4 novembre 2018).

Equipe Canada_Mantova_Segni.jpgGli attori Carol Cassistat – che è anche coautore del testo insieme a Cristina Cazzola, con cui cura la regia – Marjorie Audet e Nicolas Jobin, compositore delle musiche originali, stanno lavorando con l’attrice Sara Zoia e lo scenografo Lucio Diana allo spettacolo “Trame”, che racconta in maniera poetica e visionaria il tema dell’identità nella società contemporanea e multiculturale.Il lungo processo creativo svoltosi a tappe di lavoro fra Mantova e il Québec, ha visto come fulcro operativo in città, il quartiere di Valletta coinvolto da Segni d’infanzia nel progetto di rigenerazione e protagonismo culturale EpiCentro sostenuto da Fondazione Cariplo. Gli artisti sono in prova dal 23 aprile presso il Teatro dello Spazio Gradaro, incontrano le scuole e gli abitanti del quartiere con cui condividono riflessioni sullo spettacolo e si scambiano opinioni sul tema trattato. Uno scambio virtuoso con il quale si vuole arrivare a un testo teatrale che sia il frutto di una creazione partecipativa che veda più attori coinvolti, insegnanti, studenti, artisti, teatri e musei.

Per l’occasione è stato proposto e si sta realizzando con le scuole primarie Don Mazzolari e Ardigò, e la scuola secondaria di primo grado Bertazzolo, un “percorso di avvicinamento allo spettacolo”, strutturato in tre incontri, nel corso del quale si esplorano temi e linguaggi teatrali, si assiste ad una prova e ci si confronta con gli artisti dando il proprio contributo al lavoro in corso.

“Trame” è come un viaggio, uno spettacolo a tratti interattivo, che invita a inseguire le tracce che consentono di ricostruire la storia segreta degli oggetti. Ne emerge la capacità propria degli oggetti di evocare l’identità e i ricordi delle persone a cui sono legati. Un gioco teatrale per leggere la propria storia personale come episodio di una nuova mitologia contemporanea che altro non è che un mosaico di storie di cui ciascuno è un unico e indispensabile tassello. 

Prove aperte mercoledì 2 maggio dalle 10:00 alle 11:00 e giovedì 3 maggio dalle 9:30 alle 10:30. Per maggiori info: 0376.1511955 – segreteria@segnidinfanzia.org

Equipe Canada_Mantova_Segni.jpg

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.