GIOVANNI ROSSI – DUE O TRE COSE CHE SO DI LEI. Rocettario per la salute mentale (Ed. Sometti)

salute mentale1Lei è la salute mentale. Riservata e silenziosa.
Giovanni Rossi la conosce bene, avendola frequentata per molti anni negli occhi e nei gesti di chi la insegue quotidianamente.
A quarant’anni dalla rivoluzione portata da Franco Basaglia, uno speciale ricettario prova a dare una definizione di salute mentale.
La soluzione è complessa e il menu è ricco, molto più di quanto ci potremmo aspettare, e mette al centro l’essere umano con le sue fragilità.
Un libro che ci prende per mano, per tutti.
Perchè la salute mentale è un diritto di tutti.Giovanni Rossi ha frequentato per quaranta anni le sue sorelle: Sofferenza e Quasisalute. Ora, anche con il loro aiuto, prova a dire cosa sia la Salute Mentale.

Il libro è strutturato come un ricettario per il lettore ed ecco quindi che l’autore, come uno chef, ci propone il suo menu: gli antipasti ci aiutano a riconoscere le false piste che spesso percorriamo alla ricerca della Salute Mentale, senza tuttavia trovarla.

La specialità della casa affronta di petto la questione e prova a rispondere alla domanda diretta: che cosa è la Salute Mentale? A fornirne il suo profilo.

In cucina con me è la parte che l’autore dedica alle persone, alcune delle tante incontrate, che l’hanno aiutato in questa ricerca: da Franco Basaglia a coloro che hanno affrontato in prima persona il problema della sofferenza mentale.
Infine gli assaggi, che raccolgono e approfondiscono storie, attualità e situazioni che con la Salute Mentale hanno a che fare molto più di quanto possa sembrare ad un primo sguardo.

Le pagine di questo libro ci accompagnano in un percorso che porta al centro l’essere umano e le sue fragilità, con una chiave di lettura della Salute Mentale accessibile a tutti.
Perché la Salute Mentale è un diritto di tutti.

Giovanni Rossi.jpgGIOVANNI ROSSI è un attivista per la salute mentale. Scrive da anni sul blog Salute Rock (Gruppo Espresso), è volontario nella radio Rete 180 (la voce di chi sente le voci) e nell’associazione Mi Riguarda, osservatorio per la salute mentale.
Psichiatra e psicoterapeuta, ha diretto il Distretto Socio Sanitario di Modena ed il Dipartimento di Salute Mentale di Mantova.

È stato consulente della sezione panamericana della Organizzazione Mondiale della Sanità e professore a contratto di psichiatria sociale e psichiatria clinica presso l’Università di Modena e Reggio Emilia.
Ha fondato il Club degli SPDC No Restraint, che prendono in cura senza mai ricorrere a mezzi di contenzione meccanica o spaziale.

Due o tre cose che so di Lei
Ricettario per la salute mentale — pp. 256 – euro 15,00 (978-88-7495-701-9)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.