CARPENEDOLO – APAM INAUGURA IL NUOVO DEPOSITO DI 7000 mq

Alla presenza del Presidente e dell’Amministratore Delegato di APAM, Daniele Trevenzoli e Claudio Garatti, APAM ha inaugurato sabato23 giugno, il nuovo deposito dei bus di Carpenedolo.

Dopo un lungo e laborioso lavoro viene aperto agli autobus e al personale il nuovo deposito di APAM che andrà a sostituire il vecchio capannone di Via Pozzi, non più adeguato a sostenere il traffico in essere e la manutenzione dei mezzi. Il nuovo deposito, situato in Località Taglie, 3/E, occupa una superficie complessiva di circa 7.000 mq con accesso e uscita degli automezzi lungo via XX Settembre.

All’interno della struttura sono presenti un’officina attrezzata con annessi i relativi spogliatoi per il personale e i locali tecnici, un distributore con tettoia per il rifornimento degli autobus, un’area verde di circa 700 mq e un ampio piazzale per il ricovero e la movimentazione dei bus: in tutta l’area troveranno posto 35 veicoli, tra cui autobus lunghi, autobus snodati e scuolabus.

LE MAESTRANZE ALL'INTERNO DI APAM CARPENEDOLO

Il nuovo deposito è dotato di impianti esterni ed interni all’avanguardia, realizzati nell’ottica del risparmio e del rispetto per l’ambiente. L’impianto elettrico dell’area destinata al rifornimento dei mezzi è infatti alimentato da pannelli fotovoltaici con potenza 6KW.

Le acque reflue provenienti dai servizi igienici e dagli impianti di lavaggio vengono convogliate in un sistema di depurazione composto da dissabbiatore, disoleatore, percolatore aerobico e anaerobico. Una volta depurati, i reflui vengono scaricati, insieme alle acque meteoriche e tramite un impianto finale di pompaggio, nel canale Fossamagna (ad ovest di via XX settembre).

L’impianto di riscaldamento degli ambienti destinato al personale e all’officina è attivato da una pompa di calore della potenza di circa 60KW installata nella centrale termica. L’impianto geotermico è alimentato dall’impianto idrico. Quest’ultimo è servito da un pozzo situato in prossimità dell’area della vasca di riserva dell’anticendio. L’acqua a servizio dell’impianto geotermico viene inviata al circuito primario della pompa di calore e poi reimmessa in un secondo pozzo nella falda. Al fine di ridurre il rischio di occlusione dello scambiatore, è stato installato un filtro a cartucce che depura l’acqua prima dell’ingresso nella pompa di calore.

APAM CARPENEDOLO

L’intera struttura è stata progettata in riferimento alle norme per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Tutti gli ambienti prevedono una pavimentazione rialzata di soli 15 cm rispetto all’area esterna. In corrispondenza degli accessi sono stati inoltre realizzati gli adeguati abbassamenti del marciapiede al fine di garantire la massima accessibilità.

Il progetto definitivo è stato curato dall’Ing. Vittorio Piccinelli mentre i lavori sono stati affidati tramite appalto integrato alle società Campana SRL e Canobbio Group SRL con la direzione lavori dell’Ing. Giorgio Castelvedere.

Apam realizza il servizio di trasporto pubblico che collega il comune di Carpenedolo con Brescia, Mantova e altri importanti centri della zona, attraverso 6 linee interurbane che prevedono 49 corse in partenza e 51 in arrivo da Carpenedolo.

D’altra parte l’asse Mantova-Brescia, con la linea 2 che è una delle principali linee di forza del servizio, costituisce una traiettoria fondamentale, sulla quale transitano un numero importante di mezzi, ma anche di personale viaggiante. Dunque il deposito di Carpenedolo ha sempre rappresentato un punto di riferimento strategico per il servizio, secondo per importanza solo alla sede principale di Via dei Toscani. Negli anni scorsi si era evidenziata la necessità, ampiamente condivisa anche dalle maestranze, di rinnovare o modificare il vecchio deposito, che per dimensione e struttura non era più adeguato alle nuove esigenze di servizio. Di qui la decisione di non limitarsi a un restyling, ma di creare uno spazio nuovo, più efficiente ed adeguato a soddisfare le esigenze sia del servizio che del personale.

Con questa importante operazione APAM otterrà significativi miglioramenti per la via
bilità cittadina evitando congestionamenti nelle ore di punta e supererà tutte le problematiche, attualmente esistenti, relative allo stazionamento dei bus nel deposito di Via Pozzi e nei parcheggi pubblici attigui.

L’investimento per la realizzazione del nuovo deposito di Carpenedolo ammonta a circa un milione di euro, ed è stato sostenuto totalmente in autofinanziamento, con il solo intento, coerente con la mission e la strategia di Apam, di migliorare costantemente la qualità del servizio pubblico e di incoraggiare e sostenere una mobilità più attenta alle esigenze del territorio.

 

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.